Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
INGEGNERIA
INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
Insegnamento
COMPOSIZIONE ARCHITETTONICA E URBANA 1 E LABORATORIO
INL1002618, A.A. 2013/14

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2012/13

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
IN0533, ordinamento 2010/11, A.A. 2013/14
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 12.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese ARCHITECTURAL AND URBAN COMPOSITION 1 AND LABORATORY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale (ICEA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile EDOARDO NARNE ICAR/14

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Progettazione architettonica e urbana ICAR/14 12.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Annuale
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 12.0 180 120.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2013
Fine attività didattiche 21/06/2014

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
9 2016 01/10/2016 30/11/2017 NARNE EDOARDO (Presidente)
SALVEMINI GIANLUCA ADOLFO (Membro Effettivo)
CESARO GIORGIA (Supplente)
ZAGALLO MARCO (Supplente)
8 2015 01/10/2015 15/03/2017 NARNE EDOARDO (Presidente)
SALVEMINI GIANLUCA ADOLFO (Membro Effettivo)
CESARO GIORGIA (Supplente)
ZAGALLO MARCO (Supplente)
7 2014 01/10/2014 15/03/2016 NARNE EDOARDO (Presidente)
SALVEMINI GIANLUCA ADOLFO (Membro Effettivo)
ZAGALLO MARCO (Supplente)
6 2013 01/10/2013 15/03/2015 NARNE EDOARDO (Presidente)
SALVEMINI GIANLUCA ADOLFO (Membro Effettivo)
5 2012 01/10/2012 15/03/2014 NARNE EDOARDO (Presidente)
SALVEMINI GIANLUCA ADOLFO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti:
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso sviluppa il tema della residenza avvicinando in breve tempo lo studente alla complessità della progettazione architettonica. Una serie di esercitazioni , approfondite a varie scale con plastici ed elaborati grafici, introdurranno, senza indugi, i partecipanti al corso, a prendere dimestichezza con la pratica compositiva.
Modalita' di esame: Prove in itinere
Criteri di valutazione:
Contenuti: Sviluppare una forte curiosità ed interesse degli studenti verso la nostra disciplina della composizione architettonica è il primo obiettivo del corso al secondo anno.
E' risaputo che quello dei progettisti, è un tirocinio lungo da effettuare; richiede conoscenze, passione, perseveranza, sperimentazione, partecipazione a lunghi viaggi, per acquisire solamente una discreta maturità nell'affrontare la complessità di un lavoro, oggi, reso assai più articolato e carico di responsabilità.
Un taccuino di viaggio accompagna tutto l'anno il percorso formativo. Qui, sui fogli di carta, vengono registrate sensazioni, intuizioni, esperienze, visite di gruppo ed individuali. I passaggi di scala è opportuno che vengano affrontati gradatamente: un mobile, una stanza, un appartamento su più livelli, una casa singola, fino ad arrivare ad una piccola urbanizzazione. Lo spazio domestico viene aggredito da varie angolazioni: è certamente il tema più difficile da prendere in esame per le sue innumerevoli implicazioni, ma è anche il più formativo e didatticamente utile per impostare le esperienze future.
Parallelamente ai primi tentativi di organizzazione e formalizzazione dello spazio vi è anche l'apprendimento di quegli strumenti universali indispensabili per affrontare, senza inibizione, qualsiasi tipologia di progetto: il disegno a mano libera, privilegiando prospettive, spaccati ed assonometrie; plastici di lavoro a differenti scale; programmi di modellazione tridimensionale, utilizzati con moderazione, per non incentivare eccessivamente il virtuale; piccole esperienze di costruzione alla scala reale.
Un approccio, quello del corso di composizione architettonica, che tenterà negli anni prossimi di privilegiare sempre più la dimensione corporea nei confronti della percezione visiva.
Il virtuale deve poter tornare ad essere, nell'apprendistato della disciplina, semplicemente uno strumento, non certamente il fine delle nostre ricerche, consapevoli che il buon fare si misura e si verifica, il più possibile, sul concreto di una solida e reale sperimentazione tridimensionale.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento:
Eventuali indicazioni sui materiali di studio:
Testi di riferimento:
  • Adriano Cornoldi, L'Architettura della Casa.. Roma: Officina Edizioni, 1991. Cerca nel catalogo
  • Edoardo Narne, Angelo Bertolazzi, Abitare intorno a un vuoto.. Venezia: Marsilio, 2012. Cerca nel catalogo
  • Edoardo Narne, Simone Sfriso, L'abitare condiviso. Venezia: Marsilio, 2013. Cerca nel catalogo
  • Rafael Moneo, Inquietudine teorica e strategia progettuale nell'opera di otto architetti contemporanei.. Milano: Electa, 2005. Cerca nel catalogo
  • Renzo Piano, Giornale di bordo. Passigli: Marsilio, 2005. Cerca nel catalogo