Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria
SCIENZE E TECNOLOGIE AGRARIE
Insegnamento
COLTIVAZIONI ERBACEE
AGM0013342, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2015/16

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE E TECNOLOGIE AGRARIE (Ord. 2008)
AG0056, ordinamento 2008/09, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 8.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese CROP PRODUCTION BASE COURSE
Sito della struttura didattica http://www.agrariamedicinaveterinaria.unipd.it
Dipartimento di riferimento Dipartimento Agronomia Animali Alimenti Risorse Naturali e Ambiente (DAFNAE)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede LEGNARO (PD)
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile TEOFILO VAMERALI AGR/02

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline della produzione vegetale AGR/02 8.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
ESERCITAZIONE 3.0 24 51.0 Nessun turno
LEZIONE 5.0 40 85.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 26/02/2018
Fine attività didattiche 01/06/2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
8 Commissione a.a. 2016/17: dal 25/02/2017 27/02/2017 30/11/2017 VAMERALI TEOFILO (Presidente)
MACOLINO STEFANO (Membro Effettivo)
BERTI ANTONIO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: "Coltivazioni erbacee" è uno dei corsi caratterizzanti il Corso di studio STAG-1° livello. I Corsi professionalizzanti costruiscono e applicano i fondamenti illustrati nei corsi di base. Pertanto, è essenziale che si sviluppi una solida conoscenza dei concetti cardine discussi in queste classi. Allo studente si raccomanda di ottenere il massimo da questi corsi di studio, ponendo domande e comunicando con i docenti e i colleghi.
Sono richieste buone conoscenze di Biologia vegetale, Chimica del suolo e della pianta, nutrizione dei vegetali e Agronomia generale.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Lo studente acquisisce conoscenze in materia di Coltivazioni erbacee a partire dal loro seme/frutto per poi estendersi al resto della pianta e alla coltura. L’obiettivo è conoscere la capacità di adattamento alla coltivazione delle principali specie erbacee d’interesse agrario e la risposta ai principali fattori agronomici (posto nell'avvicendamento, precessione colturale, epoca e densità di semina, lavorazioni del terreno, concimazione, irrigazione, controllo malerbe ecc.) che possono essere applicati in funzione del risultato quantiqualitativo da raggiungere. Accanto alle classiche colture food vengono illustrate anche quelle destinate al non food (colture per: bionenergia, coloranti, detergenti, polimeri vari, lubrificanti ecc.)
Modalita' di esame: La verifica di profitto si svolge con la seguente modalità: esame scritto e orale. Durante la prova orale è previsto il riconoscimento di semi e frutti di tutte le specie erbacee elencate nel programma.
Non sono previsti accertamenti in itinere.
Criteri di valutazione: Verranno valutate la pertinenza delle risposte ai temi proposti,la loro correttezza scientifica oltre alla correttezza nella formulazione delle espressioni in lingua italiana, la capacità di ragionamento sul tema proposto e la competenza/professionalità che il candidato sarà in grado di esprimere.
Contenuti: 1 CFU: Cereali vernini (frumento tenero e duro, orzo, avena, segale, triticale).
1 CFU: Cereali estivi (mais, riso, sorgo; grano saraceno; miglio e panico: cenni).
2 CFU: Oleaginose e proteaginose alimentari (girasole, colza, arachide, soia, cartamo e sesamo) e non alimentari (ricino, lino, cotone; Crambe sp. e Brassica carinata, B. juncea, Jatropha sp.: cenni).
1 CFU: Specie industriali ed aromatiche (barbabietola e canna da zucchero, tabacco).
1 CFU: Leguminose da granella (fava, favino, lenticchia, cece, lupino, pisello, fagiolo).
1 CFU: Piante tessili e da fibra (cotone, lino, canapa, kenaf, miscanto). Altre specie utilizzabili come cover crop/catch crop e specie ad azione biocida (senape, facelia e rafano).
1 CFU: Elementi di foraggicoltura e controllo delle malerbe.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Sulla base delle informazioni fornite in questo corso si impara: l'origine e provenienza delle varie specie erbacee, l'importanza economica e il grado di diffusione in coltura, le rese medie di prodotto, i principali contenuti dei loro semi o frutti, la più moderna tecnica agronomica in tema di sotenibilità economica e ambientale.
Il corso viene integrato con alcune esercitazioni pratiche in sede e fuori sede. In sede significa presso l'Azienda agraria sperimentale "L. Toniolo" (2 esercitazioni), fuori sede significa presso imprese private scelte per la loro competenza e organizzazione. Le esercitazioni da svolgersi in sede riguardano l'osservazione diretta in campo di alcune colture agrarie e la distribuzione di campioni di seme per ciscuna delle specie erbacee discusse a lezione. Le esercitazioni fuori sede invece riguardano le coltivazioni di alcune particolari piante quali il riso e il tabacco dislocate in particolari realtà del territorio veneto.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Sono disponibili gli Appunti dalle lezioni.
Testi di riferimento:
  • Autori vari, Il riso. Bologna: Collana R. Angelini, 2007.
  • Autori vari, Le radici della dolcezza in La bieticoltura e l’industria saccarifera nel Veneto del900.. Rovigo: Atti 28° Conv. Studi storici, Rovigo 3 dic. 2005., 2007.
  • Autori vari (Baldoni R. e Giardini L. coordinatori), Coltivazioni erbacee 1° e 2° Vol.. Bologna: Patron Ed., 2000.
  • Autori vari, Il mais. Bologna: Collana R. Angelini, 2007.
  • Autori vari, Il frumento. Bologna: Collana R. Angelini, 2007.