Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
CONSULENTE DEL LAVORO
Insegnamento
DIRITTO PROCESSUALE DEL LAVORO
GIM0013127, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2015/16

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
CONSULENTE DEL LAVORO
GI0269, ordinamento 2008/09, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese CIVIL PROCEDURE IN LABOUR DISPUTES
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Privato e Critica del Diritto (DDPCD)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MONICA PILLONI IUS/15

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline giuridiche d'impresa e settoriali IUS/15 6.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 6.0 48 102.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 26/02/2018
Fine attività didattiche 01/06/2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
8 A.A. 2017/18 02/10/2017 30/09/2018 PILLONI MONICA (Presidente)
PENASA LUCA (Membro Effettivo)
ZUFFI BEATRICE (Membro Effettivo)
STROPPARO ALBERTO (Supplente)
TURATTO SILVIA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Il corso dà per presupposta la conoscenza del diritto civile e del diritto sostanziale del lavoro. È richiesta pertanto la padronanza delle nozioni fondamentali di diritto civile e di diritto del lavoro.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso mira a fornire gli strumenti teorici e metodologici fondamentali per lo studio del diritto processuale civile e delle sue peculiarità nell'ambito del contenzioso del lavoro, consentendo agli studenti di acquisire le capacità e le metodologie argomentative indispensabili per comprendere l'applicazione delle norme del diritto sostanziale del lavoro nella prospettiva dinamica del processo. Attraverso il corso gli studenti conseguiranno gli strumenti teorico-pratici basilari per la conoscenza e la comprensione della disciplina del processo del lavoro e dei modelli alternativi di risoluzione delle liti di lavoro, acquisendo il metodo per l’utilizzo e l’interpretazione delle norme processuali che regolano il contenzioso di cui all’art. 409 c.p.c. e di quelle che regolano i procedimenti speciali.
Modalita' di esame: L'esame prevede una prova scritta di breve durata con domande a risposta multipla e a risposta libera, il cui esito positivo comporta l'ammissione ad un successivo colloquio orale.
Sono previsti 6 appelli ordinari d'esame per ciascun a.a.
Criteri di valutazione: Sarà valutata la conoscenza da parte dello studente dei principi generali del processo civile e della disciplina settoriale del contenzioso laburistico, oltre che dei più importanti procedimenti speciali di interesse per la formazione dei consulenti del lavoro.
Sarà inoltre verificata la capacità dello studente di applicare le norme processuali ai problemi che più frequentemente si pongono agli operatori del diritto nelle controversie in materia di lavoro.
Contenuti: 1. - Il diritto processuale civile e il diritto processuale del lavoro. 2. - I modelli di soluzione alternativa delle controversie di lavoro: la conciliazione e l’arbitrato. 3. - Il giudice del lavoro e le parti: soggetti e associazioni. 4. - Le questioni di rito - La giurisdizione e la competenza - La capacità e la rappresentanza - La legittimazione e l’interesse ad agire. - 5. - La domanda giudiziale: gli elementi identificatori e gli effetti della domanda - I vari tipi di tutela giurisdizionale. 6. - L’introduzione del processo: il ricorso - La memoria difensiva - La mera difesa e l'onere di contestazione specifica - Le eccezioni - La domanda riconvenzionale - Le preclusioni processuali. 7. - L’udienza di discussione: l’interrogatorio libero delle parti, il tentativo di conciliazione, la mancata comparizione delle parti e la modificazione delle domande. 8. - La prova nel processo: l’onere della prova e le regole che presidiano l'istruzione probatoria - I poteri istruttori del giudice del lavoro. 9. - La decisione della causa - Le ordinanze per il pagamento di somme ex art. 423 c.p.c. - Le sentenze definitive e non definitive - Forma, modalità di pronuncia, contenuti ed effetti della sentenza definitiva - L’accertamento pregiudiziale sull’efficacia, validità e interpretazione dei contratti e accordi collettivi. 10. - Il giudicato: giudicato formale e giudicato sostanziale - Il principio per cui “il giudicato copre il dedotto e il deducibile” e i limiti cronologici del giudicato - L’effetto negativo-preclusivo e l’effetto positivo-conformativo del giudicato - I limiti oggettivi e soggettivi del giudicato. 11. - Le impugnazioni: le principali distinzioni, la disciplina generale in materia di impugnazioni e l’appello. 12. - La tutela cautelare - I provvedimenti d'urgenza - I sequestri. 13. - Le altre tutele speciali - Il procedimento monitorio, il procedimento per la repressione della condotta antisindacale ex art. 28 Stat. Lav., i procedimenti antidiscriminatori - Il rito dei licenziamenti ex art. 18 St. Lav. 14. - La tutela esecutiva: il titolo esecutivo - Esecuzione indiretta e misure coercitive.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali. Previa valutazione del docente potranno essere assegnate anche delle esercitazioni su quesiti teorici e pratici tratti dall’esperienza giurisprudenziale. Oltre all'attività di tutorato, non sono previste altre specifiche attività di supporto alla didattica. Non è prevista alcuna attività formativa a distanza.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Il testo consigliato è G. Tesoriere, Diritto processuale del lavoro, Padova, 2012 (Cedam), fino a pag. 387 ed esclusi i capitoli 16, 19, 20 e 21. Per la parte generale di diritto processuale civile [vedi programma] il testo consigliato è C. Consolo, Spiegazioni di diritto processuale civile, Vol. I, Le tutele (di merito, sommarie ed esecutive) e il rapporto giuridico processuale, Torino, 2017 (Giappichelli), relativamente alle seguenti parti (ad eccezione di quelle indicate nel testo con carattere minuscolo):- Sezione prima: Cap. 1, Cap. 2, Cap. 3 (fino a pag. 60), Cap. 4, Cap. 5, Cap. 6 (fino a pag. 120), Cap. 7, Cap. 8; Cap. 9.-Sezione seconda: Cap. 1 (fino a pag. 200), Cap. 2, Cap. 6 (fino a pag. 284); Cap. 7 (fino a pag. 292).-Sezione terza: Cap. 1, Cap. 2, Cap. 3 (pagg. 419 e 420), Cap. 5, Cap. 6, Cap. 8 (fino a pag. 569 e pagg. 572 e 573), Cap. 10.
A discrezione del docente, potranno essere pubblicati nella pagina web del corso slide, esercitazioni, modelli di atti giudiziali e sentenze, che potranno essere scaricati dagli studenti quali materiali di ausilio per la preparazione dell'esame.
Testi di riferimento:
  • Giovanni Tesoriere, Diritto processuale del lavoro. Padova: CEDAM, 2012. Cerca nel catalogo
  • Claudio Consolo, <<Vol. 1: Le >>tutele (di merito, sommarie ed esecutive) e il rapporto giuridico processuale. Torino: Giappichelli, 2017. Cerca nel catalogo