Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze
FISICA
Insegnamento
LABORATORIO DI FISICA (Iniziali cognome M-Z)
SCP4065484, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2015/16

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
FISICA
SC1158, ordinamento 2014/15, A.A. 2017/18
A1302
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese ADVANCED LABORATORY OF PHYSICS
Sito della struttura didattica http://fisica.scienze.unipd.it/2017/laurea
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Fisica e Astronomia "Galileo Galilei"
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ALBERTO GARFAGNINI FIS/01

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Sperimentale e applicativo FIS/01 9.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Annuale
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LABORATORIO 4.0 48 52.0 2
LEZIONE 5.0 40 85.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 02/10/2017
Fine attività didattiche 15/06/2018

Syllabus
Prerequisiti: Sperimentazioni di Fisica I, Sperimentazioni di Fisica II, Fisica I e Fisica II.
Propedeuticità :
- per poter frequentare il laboratorio è necessario aver frequentato i laboratori di Sperimentazioni di Fisica 1 e Sperimentazioni di Fisica 2
- per poter sostenere le prove di accertamento bisogna aver sostenuto gli esami dei quattro corsi propedeutici : Fisica I, Fisica II, Sperimentazioni di Fisica I e Sperimentazioni di Fisica II.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Elettronica: realizzare semplici circuiti elettronici con diodi, transistor e amplificatori operazionali e riuscire a misurarne alcune grandezze caratteristiche. Apprendere i concetti base dell’amplificazione analogica.
Spettroscopia: messa a punto di semplici apparati per degli esperimenti di spettroscopia atomica e nucleare. Analisi dati multiparametrica. Analisi critica dei risultati.
Modalita' di esame: Scritto. E' richiesta la preparazione di relazioni su una parte delle esperienze di laboratorio. In alcuni casi è possibile sostenere un esame orale a integrazione dello scritto.
Criteri di valutazione: la valutazione sarà elaborata in parte sulle relazioni di laboratorio e in parte sugli esami scritti, eventualmente integrata dall'esame orale
Contenuti: Prima Parte:
Amplificazione: concetti generali dell’amplificazione in tensione e in corrente, adattamento, amplificatori operazionali ideali e circuiti base (amplificatore invertente, non invertente, differenziale, integratore, differenziatore). Operazionali reali: risposta in frequenza, caratteristiche, feedback.
Diodo: principio di funzionamento, curve caratteristiche. Circuiti con diodi e alcune applicazioni: raddrizzatori, termometri digitali, celle solari.
Transistor a effetto di campo (MOSFET): principio di funzionamento, curve e grandezze caratteristiche, polarizzazione, punto di lavoro, modelli semplificati. Applicazioni: circuiti amplificatori a transistor: analisi per piccoli segnali, caratteristiche, risposta in frequenza. Cenni di applicazioni digitali e transistor BJT.
Esperienze in laboratorio:
- Circuiti amplificatori con operazionali
- Caratteristica del Diodo, raddrizzatore a semionda e onda intera
- Caratterizzazione del MOSFET, realizzazione di un amplificatore Common Source e Common Drain; analisi di semplici porte logiche CMOS.

Seconda Parte:
Principi generali di funzionamento dei rivelatori per radiazione ionizzante. Cenni di dosimetria. Descrizione e messa a punto degli apparati sperimentali del laboratorio, dell’acquisizione e analisi dei dati per i seguenti esperimenti:
1. spettroscopia atomica (spettri di emissione di sorgenti luminose nel visibile)
2. Effetto Zeeman normale
3. Misure di assorbimento di raggi X e verifica della legge dell'inverso del quadrato per una sorgente puntiforme, tramite la rivelazione di fotoni con un rivelatore al silicio
4. Verifica delle caratteristiche della legge del frenamento di particelle cariche con una camera a ionizzazione
5. Misure di radiazione gamma con rivelatori a scintillazione.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni in aula sui contenuti dell’attività formativa e attività in gruppo (generalmente 3 studenti) a cadenza settimanale con esecuzione in laboratorio di esperienze programmate e stesura di report finale (relazioni).
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Dispense dalle lezioni introduttive e testi
Testi di riferimento:
  • Melissinos, Experiments in Modern Physics. --: Academic Press, 2003. Cerca nel catalogo
  • Blalock, Microelettronica. --: McGraw-Hill Education, 2013. Cerca nel catalogo
  • M. Pieraccini, Fondamenti di elettronica. --: Pearson, 2014. Cerca nel catalogo