Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
PSICOLOGIA DEL GIUDIZIO E DELLA DECISIONE
GIN1031954, A.A. 2016/17

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA (Ord. 2014)
GI0270, ordinamento 2014/15, A.A. 2016/17
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum GENERICO - SEDE DI PADOVA [999PD]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PSICHOLOGY OF JUDICE AND DECISION MATIC
Sito della struttura didattica http://www.giurisprudenza.unipd.it
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/giurisprudenza/course/view.php?idnumber=2016-GI0270-999PD-2016-GIN1031954-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ENRICO RUBALTELLI M-PSI/01

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINI O INTEGRATIVE D.M.270/04 Attività formative in ambiti disciplinari affini o integrativi a quelli di base e caratterizzanti, anche con riguardo alle culture di contesto e alla formazione interdisciplinare M-PSI/01 6.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 6.0 48 102.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 26/09/2016
Fine attività didattiche 14/01/2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 A.A. 2017/18 sede di Padova 02/10/2017 30/09/2018 RUBALTELLI ENRICO (Presidente)
LOTTO LORELLA (Membro Effettivo)
RUMIATI RINO (Membro Effettivo)
5 A.A. 2016/17 sede di Padova 03/10/2016 30/09/2017 RUBALTELLI ENRICO (Presidente)
LOTTO LORELLA (Membro Effettivo)
RUMIATI RINO (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Nessun prerequisito.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso consentirà di acquisire le conoscenze di base relative al funzionamento del sistema cognitivo che consentiranno di comprendere come gli individui emettono giudizi e prendono decisioni. Più precisamente potranno essere compresi i meccanismi cognitivi coinvolti nella valutazione e nelle stime relative al manifestarsi di eventi e comportamenti, valutazione che si baserà sui fattori cognitivi, emotivi e contestuali che influenzano le decisioni nella vita di tutti i giorni e nello specifico contesto giudiziario.
Modalita' di esame: La verifica dell’apprendimento sarà effettuata mediante un esame orale.
Criteri di valutazione: La valutazione sarà basata sul risultato dell'esame. Potrebbero esserci attività ed esercitazioni in classe per gli studneti frequentanti, a seconda della numero di studenti presenti a lezione. In questo caso, la valutazione, per i soli studenti freuqentanti, includerà anche l'esito dell'esercitazione. Il voto corrisponderà dunque alla somme del voto dell'esame orale più il voto conseguito nelle esercitazioni, se quest'ultime verranno condotte.
Contenuti: Il corso inizierà con una descrizione di come le persone ragionano e dele più recenti teorie del giudizio e della decisione. Inizieremo parlando di teorie del doppio-processo e analizzando i modelli normativi (teoria dell'utilità attesa) e descrittivi (teoria del prospetto) della decisione.
Successivamente, il corso descriverà gli errori mnestici, di ragionamento e di giudizio. Questo tipo di errori includono, il perché dimentichiamo informazioni rilevanti e come funziona la memoria, i modelli mentali, il teorema di Byes, il pensiero controfattuale e le euristiche (rappresentatività, disponibilità, e ancoraggio). Questi temi verranno analizzati sia presentando esperimenti classici nel campo della psicologia della decisione sia studi recenti condotti nel campo della giurisprudenza comportamentale (ad esempio, studi sulla testimonianza).
Il corso toccherà quindi una serie di fenomeni collegati con il modo in cui il cervello prendere le decisioni come, ad esempio, il framing e l'effetto di disposizione. Gli studenti potrenno anche apprendere le basi della scelte basate su ragioni, scelte basate su sensazioni e degli effetti di contesto (attrazione, compromesso e valutazione congiunta versus separata). Ancora una volta, ci saranno numerosi esempi di tipo legale così come esempi tratti dalla letteratura psicologica classica.
Infine, verrà trattato il tema delle decisioni di gruppo, con particolare attenzione agli errori commessi dai membri dei collegi e a come tenerli sotto controllo.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso sarà condotto mediante lezioni frontali in cui, oltre alla presentazione delle teorie e dei fenomeni, verranno sollecitate le riflessioni dei partecipanti sui casi sperimentali.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio:
Testi di riferimento:
  • Bona, C. e Rumiati. R., Psicologia Cognitiva per il Diritto., Psicologia Cognitiva per il Diritto. Bologna: Il Mulino, 2013.