Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze
BIOLOGIA
Insegnamento
BIOLOGIA DELLO SVILUPPO
SC03100898, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
BIOLOGIA
SC1165, ordinamento 2008/09, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese DEVELOPMENTAL BIOLOGY
Sito della struttura didattica http://biologia.scienze.unipd.it/2018/laurea
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Biologia
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile LUISA DALLA VALLE BIO/06

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
SUP5073219 BIOLOGIA DELLO SVILUPPO LUISA DALLA VALLE IA1870

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative BIO/06 6.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
ATTIVITÀ DIDATTICHE A PICCOLI GRUPPI 0.0 10 0.0 Nessun turno
LABORATORIO 1.0 16 9.0 Nessun turno
LEZIONE 5.0 40 85.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019

Syllabus
Prerequisiti: Per una adeguata comprensione delle tematiche trattate nel programma sono necessarie le conoscenze fornite nei corsi di Biologia cellulare e Anatomia Comparata.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di presentare i principi fondamentali e i meccanismi molecolari che controllano e regolano i principali aspetti dello sviluppo animale: formazione degli assi corporei, differenziazione cellulare, morfogenesi e organogenesi.
Al termine del corso, lo studente sarà in grado di:
1) descrivere i meccanismi che portano al differenziarsi di una grande varietà di tipi cellulari, tessuti ed organi diversi a partire da un’unica cellula, l’uovo fecondato;
2) capire come specifici meccanismi molecolari e cellulari (espressione genica differenziale, comunicazione tra le cellule, induzione tissutale) giochino un ruolo fondamentale durante i processi di sviluppo;
3) analizzare gli approcci sperimentali, sia classici che moderni, che sono stati utilizzati nello studio dei processi di sviluppo;
4) capire come errori nello sviluppo possano portare a disordini dello sviluppo e a malattie;
5) lavorare in gruppo;
6) sviluppare abilità comunicative;
7) acquisire una terminologia scientifica appropriata.
Modalita' di esame: La verifica delle conoscenze acquisite è organizzata in una prova scritta, in aula informatica sulla piattaforma moodle, articolata in due parti:
1) Domande a risposta multipla, domande vero/falso, corrispondenze tra definizioni e termini. Questa prova è volta a verificare le conoscenze generali e la comprensione dello studente con domande che spaziano su tutti gli argomenti presentati a lezione.
2) Domande aperte (due brevi e un componimento articolato), volte ad evidenziare le conoscenze, il linguaggio scientifico e le capacità di sintesi acquisite durante il corso.
Esempi di prove scritte di esame fanno parte delle attività online (test di autovalutazione).
Criteri di valutazione: I criteri di valutazione delle conoscenze e abilità acquisite sono:
1) capacità di presentare in modo chiaro ed esauriente le conoscenze acquisite e il grado di comprensione dei processi e dei meccanismi dello sviluppo illustrati nel corso;
2) capacità critica di collegamento tra argomenti diversi e completezza delle conoscenze acquisite;
3) conoscenza degli approcci sperimentali discussi a lezione;
4) capacità di sintesi;
5) utilizzo di un linguaggio scientifico appropriato.
Contenuti: I contenuti del programma possono essere così suddivisi:
1) I principi di base dello sviluppo. L’equivalenza del genoma. Espressione differenziale dei geni durante lo sviluppo. L’adesione e i meccanismi di comunicazione tra le cellule. Meccanismi di specificazione cellulare. Sviluppo a mosaico e sviluppo regolativo, induzione ed interazioni induttive. Movimenti morfogenetici. Principali tecniche cellulari e molecolari utilizzate nello studio dei processi di sviluppo. 1 CFU
2) Il processo di fecondazione (riccio di mare e mammiferi). 0.5 CFU
3) La Drosofila come organismo modello per lo studio delle basi genetiche della specificazione degli assi corporei. 0.5 CFU
4) La determinazione degli assi corporei nei vertebrati. 0.75 CFU
5) Meccanismi cellulari e molecolari alla base dello sviluppo del sistema nervoso:
(induzione, patterning, neurogenesi). Migrazione e differenziamento delle cellule della cresta neurale. 0.5 CFU
6) Sviluppo dell’arto nei tetrapodi. 0.75 CFU
7) Determinazione del sesso. 0.75 CFU
8) Processo di metamorfosi. 0.25 CFU
I contenuti presentati nelle lezioni in aula verranno approfonditi in una serie di esercitazioni pratiche di laboratorio. La frequenza ai laboratori è obbligatoria.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso è organizzato in lezioni frontali (1), attività di laboratorio (2) e lavori di gruppo (3).
1) Le conoscenze previste dal programma sono presentate nelle lezioni frontali utilizzando file PowerPoint con immagini da testi di biologia dello sviluppo e articoli, schemi e video inerenti la biologia dello sviluppo. La riflessione critica e la discussione in aula verranno promosse mediante la somministrazione di domande da parte del docente volte a favorire il collegamento critico tra i vari argomenti trattati. Test di autovalutazione verranno periodicamente resi disponibili agli studenti nella pagina e-learning (https://elearning.unipd.it/cmela/) dell'insegnamento.
2) Le attività di laboratorio, (0.5 CFU, 8 ore di esercitazione), prevedono il diretto coinvolgimento degli studenti e sono articolate in moduli che riguardano:
La fecondazione nelle ascidie e nel riccio di mare.
Lo sviluppo dello zebrafish e l’applicazione di specifici approcci sperimentali.
Analisi di mutanti dello sviluppo di Drosophila.
3) Le attività di gruppo consistono nell’analisi di articoli scientifici inerenti tematiche legate alla biologia dello sviluppo (0.5 CFU). Ciascun articolo viene analizzato da gruppi di 5-6 studenti e i risultati presentati alla classe e discussi insieme. Il materiale di partenza è fornito dal docente che imposta e segue lo sviluppo del lavoro attraverso:
a) l’illustrazione della struttura degli articoli scientifici e dei fondamenti della ricerca bibliografica, con particolare riguardo alle risorse disponibili in ateneo;
b) interazione con gli studenti per la risoluzione di dubbi o problemi legati all’articolo.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Il materiale didattico predisposto dal docente per le lezioni frontali e per la presentazione delle attività di laboratorio (ppt, dispense, indirizzi di collegamento ai video, articoli scientifici da analizzare) è reperibile dagli studenti nella pagina del corso della piattaforma e-learning: https://elearning.unipd.it/cmela/.
Testi di riferimento:
  • Scott F. Gilbert, Biologia dello sviluppo. --: Zanichelli, 2012. Cerca nel catalogo
  • Lewis Wolpert, Cheryll Tickle, Alfonso Martinez Arias, Biologia dello sviluppo. --: Zanichelli, 2017. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Working in group
  • Quiz o test a correzione automatica per feedback periodico o per esami
  • Active quiz per verifiche concettuali e discussioni in classe
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
La vita sott'acqua La vita sulla Terra