Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
ARGOMENTAZIONE E LOGICA GIURIDICA
GIP7079083, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA (Ord. 2017)
GI0270, ordinamento 2017/18, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese LEGAL LOGIC AND ARGUMENTATION
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/giurisprudenza/course/view.php?idnumber=2017-GI0270-000ZZ-2017-GIP7079083-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile STEFANO FUSELLI IUS/20

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINI O INTEGRATIVE D.M.270/04 Attività formative in ambiti disciplinari affini o integrativi a quelli di base e caratterizzanti, anche con riguardo alle culture di contesto e alla formazione interdisciplinare IUS/20 6.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 6.0 48 102.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 25/09/2017
Fine attività didattiche 12/01/2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
1 A.A. 2017/18 sede di Padova 02/10/2017 30/09/2018 FUSELLI STEFANO (Presidente)
MINGARDO LETIZIA (Membro Effettivo)
SARRA CLAUDIO (Membro Effettivo)
REGGIO FEDERICO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: L’insegnamento richiede curiosità intellettuale, capacità di analisi e sintesi di testi, capacità di rielaborazione ed esposizione autonoma dei contenuti appresi.
Si consiglia inoltre una formazione filosofico-giuridica di base
Conoscenze e abilita' da acquisire: L’insegnamento si propone di fare acquisire i fondamenti delle procedure logico-argomentative che sorreggono i discorsi dei giuristi nella loro attività pratiche.
a) Abilità
In quest'ottica, lo scopo è di
- di sviluppare la capacità di esaminare una tesi, esplicitandone gli snodi inferenziali, le premesse argomentative e le loro eventuali criticità
- di familiarizzare gli studenti con gli strumenti per produrre argomenti cogenti, per confutare e resistere ai tentativi di confutazione, per valutare la rilevanza delle informazioni.
- di attrezzare gli studenti al confronto con gli strumenti argomentativi derivanti dal sapere scientifico contemporaneo.
b) Conoscenze
Coerentemente, le conoscenze attese concernono
- le principali teorie dell’argomentazione giuridica contemporanee
- elementi delle ‘arti del discorso’: dialettica e retorica
- gli strumenti argomentativi per sostenere o confutare una tesi in ambito forense o giudiziale
- le principali strutture inferenziali
- il ragionamento controfattuale
- elementi del dibattito epistemologico contemporaneo
Modalita' di esame: L'esame si svolge in forma orale, aule consentaneo a verificare, oltre alle conoscenze, le abilità acquisite o sviluppate.
Al momento dell’appello, in base al numero dei presenti, verrà stabilita una calendarizzazione per ordine di iscrizione, suddivisa in mezze giornate (mattino/pomeriggio).
Criteri di valutazione: Comprensione dei temi affrontati durante le lezioni.
Completezza, chiarezza e organizzazione logica dell'esposizione.
Capacità di elaborazione di percorsi critici argomentati.
Contenuti: Verranno forniti strumenti per l'acquisizione di una conoscenza critica
- delle tecniche argomentative impiegate in ambito forense e dei loro fondamenti teorici
- dei principali processi inferenziali implicati nelle decisioni in contesti giudiziari
- delle problematiche concernenti l’impiego di conoscenze scientifiche quale argomento per formare o per motivare la decisione giudiziale.
L’insegnamento si articola in due parti.
- La prima è dedicata a familiarizzare sia con le teorie e i modelli contemporanei dell’argomentazione giuridica, sia con i principi della dialettica e della retorica classiche. L’uso delle tecniche argomentative verrà illustrato mediante casi pratici
- La seconda mette a fuoco il ruolo del sapere scientifico nell’argomentazione giudiziale, mediante l’esame di decisioni di Corti sia italiane sia straniere. Una particolare attenzione sarà dedicata a casi che implicano il ricorso alle acquisizioni delle neuroscienze.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L’impostazione didattica è costituita in prevalenza da lezioni frontali, con un approccio dialogico.
Gli studenti saranno stimolati a prendere posizione in merito ai temi trattati e alle tesi affrontate
Le lezioni prevedono anche la lettura guidata e la discussione in aula di materiali appositi forniti nel corso delle lezioni
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Il programma d'esame consiste in:

a) Appunti dalle lezioni
b) F. CAVALLA, L’origine e il diritto, FrancoAngeli, Milano 2017, pp. 377-413.


In alternativa:

a) F. CAVALLA, L’origine e il diritto, FrancoAngeli, Milano 2017, pp. 355-413.
b) F. ZANUSO- S. FUSELLI (a cura di), Il lascito di Atena. Funzioni, strumenti ed esiti della controversia giuridica, FrancoAngeli, Milano 2011.

Materiali utili allo studio o all’approfondimento verranno forniti attraverso la piattaforma moodle.
Testi di riferimento:
  • F. Cavalla, L'origine e il diritto. Milano: FrancoAngeli, 2017. Cerca nel catalogo
  • F.Zanuso, S.Fuselli (a cura di), Il lascito di Atena. Funzioni, strumenti ed esiti della controversia giuridica. Milano: FrancoAngeli, 2011. Cerca nel catalogo