Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
LINGUISTICA
Insegnamento
LINGUISTICA STORICA
LE04121589, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
LINGUISTICA
LE0610, ordinamento 2008/09, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORICAL LINGUISTICS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ELENA TRIANTAFILLIS
Altri docenti LUCA RIGOBIANCO 000000000000

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Metodologie linguistiche, filologiche e semiotiche L-LIN/01 6.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 6.0 42 108.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 02/10/2017
Fine attività didattiche 19/01/2018

Syllabus
Prerequisiti: Nessun prerequisito è obbligatorio. Sono vivamente raccomandate la conoscenza dei principi fondamentali della linguistica (acquisibili tramite qualunque buon manuale) e una discreta padronanza del latino
Conoscenze e abilita' da acquisire: Gli obiettivi formativi sono i seguenti: conoscenza degli strumenti e dei metodi della linguistica storica; acquisizione del patrimonio concettuale delle discipline storico-linguistiche. Quali finalità più generali: a)capacità di individuazione e analisi della variazione linguistica; b) capacità di riflessione critica sulla nozione stessa di lingua.
Modalita' di esame: Colloquio orale sui temi trattati durante il corso.
Criteri di valutazione: La valutazione si fonderà essenzialmente sugli esiti del colloquio orale. Il candidato dovrà dimostrare non soltanto padronanza delle nozioni fornite, ma anche capacità di analisi e di elaborazione autonoma.
Contenuti: Il corso si incentrerà sul problema del cambiamento linguistico e, in special modo sebbene non esclusivamente, sul mutamento delle lingue nel corso del tempo: lo studio delle lingue e del linguaggio in questa prospettiva, detta ‘diacronica’, è tradizionalmente affidato alla linguistica storica, un tempo (XVIII-XIX secolo) coincidente con la linguistica tout court e ancora oggi porzione assai rilevante delle ‘scienze del linguaggio’.
Obiettivo primario delle lezioni è appunto quello di introdurre alla linguistica storica e di riflettere su una serie di concetti-chiave propri della disciplina. In una prima fase verranno rivisti criticamente alcuni momenti fondamentali della storia del pensiero linguistico, muovendo dalle culture classiche; si prenderanno in esame continuità e discontinuità nella speculazione sulla variazione linguistica e sul concetto stesso di ‘lingua’, con particolare riguardo al Sette-Ottocento: è in questo periodo, infatti, che vengono elaborate le nozioni, basilari per la linguistica storica, di comparazione e di ricostruzione; ci si soffermerà soprattutto sulle implicazioni teoriche e metodologiche dei diversi approcci all’analisi del mutamento, sulle dinamiche del cambiamento linguistico e sulle sue precondizioni sia sistemiche che storico-culturali; verranno messi in luce anche i sostanziosi contributi offerti dalla linguistica storica al patrimonio concettuale di altre discipline storiche e filologico-linguistiche, tutte molto significative nei curricula dei Corsi di Studio a vocazione umanistica. Una speciale attenzione verrà dedicata alla famiglia linguistica indeuropea, che rappresenta il terreno d’indagine par excellence della linguistica storica. Saranno conseguentemente introdotte le nozioni basilari dell’indeuropeistica. In dettaglio: principali metodi di ricostruzione dell’indeuropeo; articolazione della famiglia linguistica indeuropea; ‘leggi’ fonetiche; lineamenti di fonologia e morfologia delle lingue indeuropee; teoria delle laringali; sistema culturale e strutture ideologiche del ‘mondo’ indeuropeo.
A questa introduzione ai temi ‘istituzionali’ seguirà una parte dedicata ad un argomento specifico: verranno trattate le lingue indeuropee dell’Italia preromana (osco, umbro, falisco, latino arcaico, venetico…). Lo studio di queste varietà linguistiche –tramandateci esclusivamente da documenti epigrafici- verrà affrontato prendendo le mosse direttamente dai testi, che saranno puntualmente analizzati, interpretati e commentati a lezione. Gli studenti potranno così testare le modalità di acquisizione, inquadramento e 'trattamento' dei dati peculiari della linguistica storica. Le attività didattiche descritte verranno svolte con la collaborazione ed il supporto del Professor Luca Rigobianco.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali. La partecipazione attiva è vivamente consigliata.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: La bibliografia sotto elencata è puramente indicativa. Essa verrà discussa nel corso delle prime lezioni e, in ogni caso, andrà integrata con dispense e materiali forniti dai docenti.
Testi di riferimento:
  • Lazzeroni, Romano (a cura di), Linguistica Storica. Roma: Carocci, --. Qualunque edizione Cerca nel catalogo