Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
LINGUISTICA
Insegnamento
FILOLOGIA ROMANZA (AVANZATO)
LEN1032915, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
LINGUISTICA
LE0610, ordinamento 2008/09, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese ROMANCE PHILOLOGY (ADVANCED)
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ALVARO BARBIERI L-FIL-LET/09

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LEN1032915 FILOLOGIA ROMANZA (AVANZATO) ALVARO BARBIERI LE0611

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Lingue e letterature L-FIL-LET/09 9.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 9.0 63 162.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 02/10/2017
Fine attività didattiche 19/01/2018

Syllabus
Prerequisiti: Non si richiede alcun prerequisito specifico. Va detto però che una buona conoscenza del francese costituisce un indubbio vantaggio nella preparazione dell’esame, sia nell’accostamento alle fonti in lingua d’oïl sia per l’accesso alla letteratura secondaria.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di offrire una rigorosa visione d’assieme delle modalità di rappresentazione della guerra e della violenza nella narrativa eroica antico-francese, tanto nella canzone di gesta come nel romanzo. A partire da un ampio dossier di testi, che saranno oggetto di analisi ravvicinate e lenticolari, s’indagheranno le formule, gli stilemi e i motivi ricorrenti nella descrizione del combattimento, tenendo presenti non soltanto gli elementi specifici della tradizione letteraria, ma anche i dati storici relativi alle pratiche militari nel Basso Medioevo, l’ideologia cavalleresca, la mentalità, i sistemi valoriali e i codici di comportamento elaborati dal ceto guerriero.
Modalita' di esame: Gli esami si svolgeranno per iscritto nella forma del questionario. Va da sé che non si adotterà la formula rozza e banalizzante delle domande a schema chiuso, ma si richiederà agli esaminandi di rispondere diffusamente e discorsivamente a pochi quesiti ben circostanziati.
Non sono previsti pre-appelli o post-appelli: gli esami si svolgeranno nel quadro delle sessioni ufficiali fissate dal calendario accademico.
Criteri di valutazione: Le prestazioni dello studente in sede d’esame saranno giudicate secondo un criterio di valutazione che terrà conto dei seguenti aspetti: conoscenza dei contenuti tecnici e istituzionali della disciplina, attitudine critica e sensibilità analitica nell’interpretazione dei testi letterari del Medioevo romanzo, capacità di organizzazione e di elaborazione dei dati, doti di perspicuità espositiva e linearità di argomentazione, qualità di precisione e nitidezza nell’espressione scritta.
Contenuti: Saldamente ancorato alle evidenze dei testi, ma sempre aperto al contributo dell’antropologia, dell’etologia umana, della sociologia, degli studi religiosi e delle scienze storiche, il corso si svilupperà attorno al grande tema dell’aggressività cavalleresca, di cui si approfondiranno le diverse realizzazioni letterarie sia nell’ambito dell’epopea che nelle produzioni romanzesche antico-francesi, convocando volta a volta le metodiche e gli strumenti d’analisi più adeguati all’interpretazione dei documenti escussi. Le motivazioni, i codici, i contesti e le manifestazioni della violenza saranno riguardati nelle forme specifiche delle loro rappresentazioni letterarie, con particolare riguardo al cristallizzarsi di aspetti topici ed elementi ricorsivi, ma i grandi nuclei tematici della guerra e dell’ethos marziale cavalleresco saranno costantemente inseriti entro una più larga prospettiva di ricerca integrata, che terrà conto di fattori extraletterari, oltre che delle poste in gioco ideologiche soggiacenti alle singole realizzazioni testuali.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L’insegnamento si fonderà prevalentemente sulla formula della lezione frontale, ma senza escludere momenti di confronto e discussione basati sul modello del lavoro seminariale.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Altri orientamenti bibliografici di natura specialistica saranno forniti a lezione.
I titoli elencati in bibliografia formano, assieme ai contenuti delle lezioni, il programma d’esame. Non sono quindi da intendersi come opere di consultazione, destinate ad una veloce scorsa o ad un impiego aneddotico per assaggi selettivi, ma vanno considerati alla stregua di essenziali testi di studio. Andranno perciò assimilati a fondo e nella loro interezza.

Gli studenti non frequentanti dovranno integrare la bibliografia con i seguenti volumi:
Franco Cardini, Alle radici della cavalleria medievale, Bologna, il Mulino, 2014 (prima ed. Scandicci [Firenze], La Nuova Italia, 1981);
Aldo A. Settia, Rapine, assedi, battaglie. La guerra nel Medioevo, Roma-Bari, Laterza, 2002.
Questi complementi bibliografici non sono da intendersi quali semplici letture di contorno, ma costituiscono parte integrante del programma degli studenti non frequentanti: ne sarà pertanto richiesta, in sede d’esame, conoscenza puntuale e dettagliata.
Gli studenti non frequentanti che desiderino ricuperare – almeno in parte – il contenuto delle lezioni potranno avvalersi di una breve monografia nella quale troveranno riepilogati i principali argomenti del corso: Alvaro Barbieri, Angeli sterminatori. Paradigmi della violenza in Chrétien de Troyes e nella letteratura cavalleresca in lingua d’oïl, Padova, Esedra, 2017 (consultabile presso la Biblioteca Centrale di Palazzo Maldura).
Testi di riferimento:
  • Adone Brandalise, Carlo Donà, Andrea Fassò, Marco Infurna, Mario Mancini, Francesco Zambon, La letteratura francese medievale. Roma: Carocci, 2014. a cura di Mario Mancini Cerca nel catalogo
  • Jean Flori, Cavalieri e cavalleria nel Medioevo. Torino: Einaudi, 1999. Cerca nel catalogo
  • Georges Duby, Guglielmo il Maresciallo. L’avventura del cavaliere. Roma-Bari: Laterza, 1993. Cerca nel catalogo