Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE ARCHEOLOGICHE
Insegnamento
ARCHEOLOGIA DEI PROCESSI PRODUTTIVI
LEO2044166, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE ARCHEOLOGICHE
LE0616, ordinamento 2014/15, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese ARCHEOLOGY OF PRODUCTION PROCESSES
Sito della struttura didattica http://www.beniculturali.unipd.it/www/homepage/
Dipartimento di riferimento Dipartimento dei Beni Culturali: Archeologia, Storia dell'Arte, del Cinema e della Musica (DBC)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MASSIMO VIDALE L-ANT/10

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Archeologia e antichità classiche e medievali L-ANT/10 6.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 6.0 42 108.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 26/02/2018
Fine attività didattiche 01/06/2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
4 2014/16 01/10/2016 30/11/2017 VIDALE MASSIMO (Presidente)
CUPITO' MICHELE (Membro Effettivo)
DE GUIO ARMANDO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Interesse per le antiche tecnologie.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Comprensione di alcuni grandi temi sull'evoluzione tecnica di Homo, dal paleolitico all'età storica (terminologia, differenza tra artigianato e produzione industriale, nozioni di base sull'industria litica, invenzioni del fuoco e dei materiali artificiali compositi).
Comprensione delle ambiguità interpretative e delle implicazioni sociali degli ambiti tecnici indagati.
Familiarità con la materialità dell'argilla e dei suoi vari processi trasformativi, sino al prodotto finito.
Modalita' di esame: Test scritto con 4-5 quesiti specifici sugli argomenti affrontati nel corso.
Criteri di valutazione: Frequenza alle lezioni frontali del corso e alle attività di laboratorio. Capacità di interagire criticamente con il docente e gli altri studenti frequentanti il corso. Acquisizione delle nozioni fondamentali sopra elencate (vedi "Conoscenze e abilità da acquisire").
Contenuti: Il corso si focalizza sulla ceramica, come processo tecnico e ambito economico trasversale a tutti i campi di indagine archeologica, dalla preistoria ad oggi. Se ne discuterà la marginalità economica nel mondo antico, ma anche la sua cruciale rilevanza per l'indagine archeologica. Viene presentata la catena operativa della ceramica, dalla raccolta delle materie al prodotto finito, accennando a un vasto raggio di problematiche metodologiche (archeologiche e archeometriche) dei diversi esempi e casi trattati. Ulteriori approfondimenti saranno effettuati in laboratorio (vedi oltre).
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso alternerà lezioni frontali teoriche (con presentazioni PPT) ad attività di sperimentazione pratica con diversi tipi di argille presso il LASeRT (Laboratorio di Archeologia Sperimentale e Ricerche sulal Tecnologia) presso i laboratori di archeologia del dBC a Ponte di Brenta.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Oltre ai testi specificati in bibliografia, saranno distribuiti agli studenti I PPT delle lezioni frontali.
Testi di riferimento:
  • S. T. Levi, Dal Coccio al Vasaio. Bologna: Zanichelli, 2010. Cerca nel catalogo
  • M. Vidale, Produzione Artigianale Protostorica (capitoli scelti). Padova: Imprimitur, 1992. Cerca nel catalogo