Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
INFERMIERISTICA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI INFERMIERE)
Insegnamento
TIROCINIO (PRIMO ANNO)
MEP7079758, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
INFERMIERISTICA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI INFERMIERE)
ME1844, ordinamento 2014/15, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum GENERICO - SEDE DI MESTRE (VE) [999ME]
Crediti formativi 16.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese TRAINING AT PUBLIC AND PRIVATE FACILITIES THAT HAVE AN AGREEMENT
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Medicina (DIMED)
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede VENEZIA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di INFERMIERISTICA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI INFERMIERE)

Docenti
Responsabile MARINO BONAVENTURA

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Tirocinio differenziato per specifico profilo MED/45 16.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Annuale
Anno di corso I Anno

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 Commissione d'esame - sede di CONEGLIANO - AA 2017/2018 01/10/2017 30/04/2019 DORIGO MARA (Presidente)
ZENNARO LUCIO (Membro Effettivo)
5 Commissione d'esame - sede di MESTRE - AA 2017/2018 01/10/2017 30/04/2019 BONAVENTURA MARINO (Presidente)
BALDO VINCENZO (Membro Effettivo)

Syllabus
Note: Prerequisiti È facoltà del Coordinatore delle attività formative non ammettere alla frequenza del tirocinio gli studenti che non abbiano acquisito la frequenza obbligatoria o che non abbiano superato le verifiche finali del profitto per le attività formative professionalizzanti (insegnamenti in cui sia presente il SSD/MED45).
Viene ammesso al tirocinio del primo anno lo studente che ha frequentato la formazione generale e specifica dei lavoratori - rischio alto e ottenuto l’idoneità in applicazione del D. Lg.vo n. 81, 2008.
Viene ammesso al tirocinio del 2° e 3° anno lo studente che ha superato il tirocinio del precedente anno accademico.
Conoscenze e abilità da acquisire 1. Acquisire abilità tecnico-operative sul 50% delle attività assistenziali a procedura definita previste.


2. Sviluppare capacità di ragionamento clinico per identificare il livello di funzionalità e autonomia in assistiti clinicamente stabili.

3. Sviluppare abilità relazionali con assistiti e caregiver che richiedono un approccio relazionale di base: ascolto, comunicazione verbale e non verbale, riformulazione dei contenuti del messaggio.

4. Assumere comportamento professionale: atteggiamento attivo, impegno continuativo, approccio riflessivo orientato all’autoapprendimento, accoglimento di indicazioni di miglioramento nel raggiungimento degli obiettivi previsti.
Contenuti Il tirocinio adotta un modello di sviluppo della competenza professionale su tre aree: a) tecnico-operativa; b) gestione di casistica con assistenza standard; c) gestione di casistica con assistenza avanzata.
Le aree si integrano nel processo formativo complessivo e il loro sviluppo avviene nel triennio in modo prevalente, ma non esclusivo:
 Primo anno: abilità tecnico-operative, relazionali e capacità di ragionamento clinico, assunzione del comportamento professionale;
Attività di apprendimento previste e metodologie di insegnamento Il tirocinio di 1°anno, 16 CFU, pari a 480 ore si articola in:
 attività cliniche: esperienza in servizi, unità operative, ambulatori, strutture sanitarie (almeno 1560 ore nel triennio)
 attività pre-cliniche: esercitazioni, sessioni tutoriali, studio guidato (fino ad un massimo di 180 ore nel triennio)
 attività extra-cliniche: visite guidate, partecipazioni a convegni, congressi, eventi formativi pertinenti con obiettivi formativi (fino ad un massimo di 60 ore nel triennio).


Testi di riferimento Materiali di approfondimento forniti durante il tirocinio.
Testi di riferimento utilizzati negli insegnamenti di infermieristica.

Modalità di esame Vengono ammessi all’esame di tirocinio gli studenti che abbiano frequentato almeno il 90% delle ore previste:
1° anno, almeno 432 ore (debito 48 ore da recuperare entro la fine dell’A.A. successivo)
Le competenze sviluppate in tirocinio per gli obiettivi previsti verranno verificate con approccio multimodale, con due appelli annuali.
In caso di valutazione negativa da parte della Commissione di valutazione del tirocinio, lo studente dovrà ripetere l’intero tirocinio l’anno successivo.
Criteri di valutazione La valutazione del tirocinio consiste in:
a) Valutazione del livello di competenze raggiunto mediante prove standardizzate e appositamente strutturate, secondo un approccio multi metodo, anche a tappe, in relazione agli obiettivi di apprendimento previsti (peso della valutazione pari a 60% del voto complessivo);
b) Valutazione di livello di performance raggiunto dallo studente a conclusione dell’esperienza di tirocinio nei contesti clinici utilizzando elementi informativi forniti dalle guide di tirocinio e proposti in un profilo di apprendimento da parte del tutor didattico (40% del voto complessivo)