Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE FILOSOFICHE
Insegnamento
BIOETICA
LE01100845, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE FILOSOFICHE
LE0614, ordinamento 2008/09, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese BIOETHICS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ANTONIO DA RE M-FIL/03

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE01100845 BIOETICA ANTONIO DA RE LE0607

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative M-FIL/03 6.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 6.0 42 108.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019

Syllabus
Prerequisiti: Si richiede una conoscenza adeguata di temi e concetti della riflessione morale, sia di quella metaetica che di quella più propriamente normativa. Si richiedono inoltre alcune conoscenze basilari di carattere scientifico.
Conoscenze e abilita' da acquisire: a) Introdurre alla conoscenza del dibattito bioetico contemporaneo e del suo sviluppo storico.
b) Favorire la capacità di comprensione e di valutazione dei problemi bioetici.
c) Sviluppare la capacità argomentativa e fornire strumenti linguistici e concettuali adeguati per affrontare questioni bioetiche particolari.
Modalita' di esame: L’esame sarà orale e comprenderà più momenti: nel primo lo studente sarà chiamato a riferire su alcuni argomenti trattati nel manuale (“A lezione di bioetica”); lo studente dovrà poi riferire sul tema monografico (Bioetica di fine vita).
Criteri di valutazione: La valutazione terrà conto dei seguenti criteri:
a) conoscenza dei temi trattati nel programma;
b) capacità di esporre con linguaggio appropriato i concetti e le metodologie apprese;
c) capacità di elaborazione personale; capacità critica e argomentativa;
d) capacità di esaminare e discutere un caso clinico, individuando le possibili chiavi interpretative di carattere bioetico.
Contenuti: Il contenuto didattico si articola nei seguenti momenti:
1. Introduzione generale alla bioetica - La nascita di una disciplina sui generis; i principi della bioetica; le diverse teorie. Analisi di alcune questioni bioetiche (il rapporto paziente-medico e il consenso informato, l’inizio e la fine della vita, …).
2.1. Bioetica di fine vita - Il corso intende fornire una panoramica su alcune delle posizioni bioetiche più significative del dibattito contemporaneo riguardo alle questioni di fine vita.
In particolare verranno approfonditi i seguenti argomenti:
a) Il problema del suicidio nella storia del pensiero occidentale (con riferimenti a Seneca, Tommaso d’Aquino, Hume e Kant).
b) Il dibattito etico-normativo contemporaneo (il principio di beneficenza; la critica utilitaristica del principio di sacralità della vita; il principio di autonomia e le diverse declinazioni del liberalismo; Jonas e un diverso modo d’intendere il “diritto di morire”).
c) La distinzione concettuale tra uccidere e lasciar morire (killing - letting die distinction) e le differenti forme di responsabilità (causale, morale, …) che caratterizzano le decisioni di fine vita.
d) Il consequenzialismo e l’argomento del pendio scivoloso.
e) Il rapporto tra morale e diritto; la nuova legge italiana sulle Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT).
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le lezioni, per lo più frontali, mireranno a coinvolgere gli studenti attraverso interventi, domande, discussioni. Per alcune lezioni si prevede una struttura seminariale, con la presentazione da parte degli studenti di alcuni saggi.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Alcuni materiali utilizzati durante le lezioni saranno reperibili nello spazio Moodle dedicato al corso.
Alla preparazione del punto 1 (Introduzione generale alla bioetica) è dedicato il manuale di C. VIAFORA – A. GAIANI, A lezione di bioetica (seconda edizione, 2015), limitatamente ai capp. 1-3, 5-11, 13, 16-17; pp. 19-78, 111-235, 271-294, 345-389.

Per la preparazione del punto 2 (Bioetica di fine vita) si deve tener conto della seguente bibliografia:
a) M. REICHLIN, L’etica e la buona morte, Edizioni di Comunità, Torino 2002.
b) F. MARIN, Bioetica di fine vita. La distinzione tra uccidere e lasciar morire, Orthotes, Napoli-Salerno 2017, limitatamente al cap. 1 ("Il fine vita: parole e concetti"; pp. 15-44), al cap. 5 ("Uccidere/lasciar morire: un'altra prospettiva"; pp. 141-177) e a un capitolo a scelta tra i nn. 2, 3 e 4.
c) Dispensa su "Il suicidio nella storia del pensiero occidentale": antologia con testi di Seneca, Tommaso d’Aquino, Hume, Kant (reperibile nello spazio Moodle dedicato al corso).
c) R. RHODES, Futility and the Goals of Medicine, «The Journal of Clinical Ethics», 9 (1998), n. 2, pp. 194-205 (reperibile attraverso il portale AIRE - risorse elettroniche dell’Università di Padova).
d) E. FURBERG, Advance Directives and Personal Identity: What Is the Problem?, «Journal of Medicine and Philosophy», 37 (2012), n.1, pp. 60-73 (reperibile attraverso il portale AIRE - risorse elettroniche dell’Università di Padova).
e) Legge 22.12.2017, n. 219 “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento”.
Testi di riferimento:
  • C. VIAFORA – A. GAIANI (a cura di), A lezione di bioetica. Temi e strumenti. Milano: Franco Angeli, 2015. II edizione
  • Autori vari citati in precedenza., --. --: --, --.

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Salute e Benessere Istruzione di qualita'