Insegnamento
STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE
LE11108368, A.A. 2010/11

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
FILOSOFIA
LE0599, ordinamento 2008/09, A.A. 2010/11
1030760
Crediti formativi 9.0
Denominazione inglese HISTORY OF MEDIAEVAL PHILOSOPHY
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile GIOVANNI CATAPANO M-FIL/08

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso
LE09108368 STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE GIOVANNI CATAPANO LE0598

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline filosofiche M-FIL/08 9.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso A scelta dello studente

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 9.0 63 162.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 07/03/2011
Fine attività didattiche 18/06/2011

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE 2016/2017 01/10/2016 30/11/2017 CATAPANO GIOVANNI (Presidente)
MARTINI CECILIA (Membro Effettivo)
CREPALDI MARIA GRAZIA (Supplente)
MORO ENRICO (Supplente)
SALIS RITA MARIA GAVINA (Supplente)
5 STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE 2014/2015 01/10/2014 30/09/2015 CATAPANO GIOVANNI (Presidente)
CREPALDI MARIA GRAZIA (Membro Effettivo)
MARTINI CECILIA (Supplente)
3 STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE 2015/2016 01/10/2015 30/11/2016 CATAPANO GIOVANNI (Presidente)
CREPALDI MARIA GRAZIA (Membro Effettivo)
D'ALESSANDRO MASSIMILIANO (Supplente)
MARTINI CECILIA (Supplente)
MORO ENRICO (Supplente)
2 STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE 2013/2014 01/10/2013 07/11/2014 CATAPANO GIOVANNI (Presidente)
BOTTIN FRANCESCO (Membro Effettivo)
MARTINI CECILIA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Nessun prerequisito particolare è richiesto. È utile la conoscenza della lingua latina.
Risultati di apprendimento previsti: Obiettivo principale del corso è introdurre alla conoscenza del pensiero e dell’opera di Agostino d’Ippona (354-430 d.C.) quale presupposto indispensabile dello studio della filosofia medievale. Infatti, come scrisse É. Gilson, «lo storico del pensiero medievale incontra ad ogni passo s. Agostino. La sua autorità, analogamente a quella di Aristotele, è invocata da ogni dottrina per acquisire stabilità o conferma». L’esame diretto di testi scelti di questo autore servirà anche ad acquisire strumenti metodologici utili all’analisi e all’interpretazione di classici della filosofia. Si prevede che lo studente, al termine del corso, possieda una conoscenza adeguata della vita, degli scritti principali e del pensiero di Agostino, e conosca in maniera approfondita alcune sue opere o parti di opere analizzate a lezione.
Contenuti: Il corso offrirà una panoramica della produzione scritta di Agostino, con speciale attenzione alle tematiche di maggior rilievo teoretico. Saranno presi in considerazione sia i Dialoghi giovanili sia i grandi capolavori della maturità (“Confessiones”, “De trinitate”, “De ciuitate dei”). Saranno fornite informazioni essenziali anche sui trattati di natura polemica (contro manicheismo, donatismo e pelagianesimo), nonché sugli scritti di ermeneutica ed esegesi biblica e su altri opuscoli.
Programma: In particolare, verranno analizzati a lezione i seguenti testi: “De magistro” (sul linguaggio e l’illuminazione); “Confessiones”, libri VII e XI (sul male e il tempo); “De trinitate”, libro X (sull’autoconoscenza della mente); “De ciuitate dei”, libro XIX (sul fine ultimo dell’uomo).
Le opere di Agostino sono gratuitamente consultabili e scaricabili in traduzione italiana presso il sito www.augustinus.it. Di alcune opere si consigliano tuttavia le edizioni indicate nel punto successivo. Gli studenti non frequentanti prepareranno lo studio dei testi agostiniani utilizzando precisamente tali edizioni.
Testi di riferimento: G. CATAPANO, Agostino. Roma: Carocci editore, 2010. Cerca nel catalogo
AGOSTINO, Il Maestro e la parola. Introduzione, traduzione, note e apparati di M. Bettetini. Milano: Bompiani, 2004. pp. 73-169, 279-311 (oppure in AGOSTINO, “Tutti i dialoghi”, a cura di G. Catapano, Bompiani, Milano 2006, pp. 1653-1759). Cerca nel catalogo
AGOSTINO, “Confessiones”, libro VII, in SANT’AGOSTINO, “Confessioni”, Vol. III, trad. di G. Chiarini, commento a cura di G. Madec. Milano: Fondazione Lorenzo Valla – Arnoldo Mondadori, 1994. pp. 6-55, 163-227 (oppure in AGOSTINO, “Le confessioni”, a cura di M. Bettetini, Einaudi tascabili, Torino 2002, pp. 202-243, 674-688).
AGOSTINO, “Confessiones”, libro XI, in SANT’AGOSTINO, “Il tempo”, a cura di G. Catapano (Piccola Biblioteca Agostiniana, 43). Roma: Nuova Biblioteca Agostiniana – Città Nuova, 2007. pp. 5-99 (oppure in AGOSTINO, “Le confessioni”, a cura di M. Bettetini, Einaudi tascabili, Torino 2002, pp. 412-459, 722-739).
AGOSTINO, “De trinitate”, libro X, in SANT’AGOSTINO, “La Trinità”, trad. di G. Beschin (Nuova Biblioteca Agostiniana, IV). Roma: Città Nuova editrice, 1987. seconda edizione, pp. 391-423 (scaricabile dal sito http://www.augustinus.it/italiano/trinita/index2.htm).
AGOSTINO, “De ciuitate dei”, libro XIX, in AURELIO AGOSTINO, “La città di Dio”. Introduzione, note e appendici di L. Alici. Milano: Rusconi (poi Bompiani), 1992. terza edizione (o altre), pp. 937-988.
Metodi didattici: Il metodo didattico prevalente sarà la lezione frontale.
Metodi di valutazione: La verifica dell'apprendimento avverrà con l'esame finale, il quale consisterà in un colloquio individuale della durata di circa 30 (trenta) minuti.
Altro: Ulteriori indicazioni bibliografiche potranno essere fornite dal docente durante lo svolgimento del corso. Gli studenti non frequentanti troveranno gli eventuali aggiornamenti nella pagina del docente sul sito della Facoltà.
Il programma per gli studenti di Lettere, i quali mutuano l'insegnamento per soli 6 crediti, è ridotto rispetto a quello degli studenti di Filosofia. Più precisamente, per gli studenti di Lettere frequentanti, il programma è identico a quello degli studenti di Filosofia sino alle "Confessiones" comprese (con l'esclusione dunque del "De trinitate" e del "De ciuitate dei", i cui testi saranno affrontati a lezione nel terzo e ultimo modulo del corso), mentre gli studenti di Lettere non frequentanti porteranno all'esame il libro di G. Catapano, "Agostino", Carocci, Roma 2010, e, di Agostino, il "De magistro" e le "Confessiones" (queste ultime integrali, in traduzione italiana a scelta).