Insegnamento
SOCIOLOGIA DEL DIRITTO
SPM0014434, A.A. 2011/12

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE POLITICHE, RELAZIONI INTERNAZIONALI, DIRITTI UMANI
SP1421, ordinamento 2008/09, A.A. 2011/12
1057244
Crediti formativi 9.0
Denominazione inglese SOCIOLOGY OF LAW
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile GIUSEPPE MOSCONI SPS/12

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso
SPM0014434 SOCIOLOGIA DEL DIRITTO GIUSEPPE MOSCONI SP1419

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
A SCELTA DELLO STUDENTE A scelta dello studente SPS/12 9.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso A scelta dello studente

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 9.0 65 160.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 26/09/2011
Fine attività didattiche 28/01/2012

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 2016/17 01/10/2016 30/11/2017 MOSCONI GIUSEPPE (Presidente)
MANTOVAN CLAUDIA (Membro Effettivo)
VIANELLO FRANCESCA (Membro Effettivo)
5 2016/2017 01/10/2016 30/11/2016 SACCHETTO DEVI (Presidente)
MEROTTO GRAZIANO (Membro Effettivo)
4 2015/16 01/10/2015 30/11/2016 MOSCONI GIUSEPPE (Presidente)
MANTOVAN CLAUDIA (Membro Effettivo)
VIANELLO FRANCESCA (Membro Effettivo)
3 2014/15 01/10/2014 30/09/2015 MOSCONI GIUSEPPE (Presidente)
MANTOVAN CLAUDIA (Membro Effettivo)
VIANELLO FRANCESCA (Membro Effettivo)
2 Commissione 2013/2014 01/10/2013 30/09/2014 MOSCONI GIUSEPPE (Presidente)
VIANELLO FRANCESCA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Il corso non richiede propedeuticità vincolanti. Tuttavia, oltre al possesso di una buona cultura di base e di un'attitudine a porre attenzione all'attualità della situazione socio-politica si consiglia il superamento almeno dell'esame di Sociologia generale e di almeno un esame di diritto.
Risultati di apprendimento previsti: - capacità di cogliere l'importanza di acquisire un adeguato modello interpretativo del rapporto tra diritto e società, al fine di analizzare aspetti concreti della presenza del diritto nei rapporti sociali.
- capacità di elaborare tale modello con riferimento alle principali correnti teoriche in campo sociogiuridico e ai limiti dalle stesse rivelati nel concepire natura e funzioni del fenomeno giuridico e del suo rapporto con la società
- capacità di applicare tale modello all'evolversi del diritto contemporaneo, in particolare nel passaggio dallo stato liberale allo stato assistenziale.
- capacità di analizzare e interpretare l'attuale crisi del diritto e le prospettive che si aprono in relazione alla stessa.
- capacità di utilizzare modelli e paradigmi più avanzati nell'analisi dei fenomeni normativi, quali il modello dell'ambivalenza, le teorie sistemiche, le scienze della complessità, il processo di globalizzazione, il diritto mite.
- capacità di applicare tali modelli e di valutarne l'adeguatezza interpretativa con riferimento a fenomeni specifici della vita del diritto, tratti dall'attualità degli accadimenti in corso.
- Acquisizione di un'attitudine critica nell'analisi dei fenomeni giuridici, così da poterne decostruire retoriche, idealizzazioni, rappresentazioni deformate e strumentali
Contenuti: - Lezioni frontali.
- Presentazione slides in power point
- Spazi e fasi di discussione.
- lavori seminariali, con relazioni individuali e di gruppo.
- Proiezione di materiale audiovisivo.
- conferenze con invitati esterni
- Esercitazioni scritte, valide come prove intermedie
Programma: L'attività formativa mira ad illustrare i paradigmi teorici fondamentali per l'analisi del rapporto tra diritto e società.Viene in particolare proposto un modello interpretativo incentrato sulla indipendenza e coesistenza dei due termini, come riferimento dell'analisi sociologica del contesto sociale in cui il diritto si colloca e delle sue effettive relazioni con lo stesso Viene successivamente analizzato l'evolversi della natura e delle funzioni del diritto dall'età moderna ai nostri giorni, in relazione ai processi di mutamento sociale.Particolare attenzione viene riservata al passaggio tra lo Stato Liberale e lo Stato Assistenziale, nonché ai processi di complessificazione e frammentazione del diritto nella società post-moderna. In questa prospettiva verranno in particolare approfonditi gli aspetti del rapporto tra norme e soggetti, come termini dei caratteri della legittimazione,dell'ambivalenza interna ed esterna al diritto, nonchè del rapporto tra diritto e conflitto,come fattore di trasformazione del rapporto tra diritto e società.
Nella parte finale verranno tracciate alcune ipotesi relative all'evolversi della struttura del diritto, al suo ruolo e alle sue funzioni, anche con riferimento a fenomeni e materie particolari.
Successivamente verranno affrontati i seguenti temi: i fondamenti e le espressioni dell'ambivalenza nel mondo del diritto e del rapporto tra diritto e società; il rapporto tra diritto e complessità sociale, nella dimensione del confronto tra approccio sistemico e teorie del caos, quindi della dialettica tra ordine e disordine; il rapporto tra diritto e potere dentro e fuori dai modelli sistemici, nel quadro delle teorie della complessità;
- le tendenze di trasformazione verso un diritto mite, debole, fraterno; il confronto tra diritto e diritti in ambito internazionale; il diritto e i processi di globalizzazione.
Il corso prevede inoltre nella fase finale, l’approfondimenti di specifiche tematiche di particolare attualità. Tra i possibili temi: il carcere e le misure alternative alla pena; criminalità, sentimenti di
insicurezza e opinione pubblica; marginalità e devianza; immigrazione e razzismo; modifiche legislative in atto ( es. giustizia, istruzione, federalismo); diritti delle donne; nuova prevenzione e mediazione penale; le politiche legislative e di controllo sociale in materia di sicurezza; diritto, privacy e informatica; diritto e bioetica; sistemi di potere e produzione legislativa; difesa civica e tutela dei diritti di cittadinanza.
Testi di riferimento: - G.A. Mosconi, "La norma, il senso, il controllo",. Milano,: F. Angeli,, 1992. Introduzione e capitolo 1°, pp. 1 - 73 Cerca nel catalogo
G.A. Mosconi, "Complessità del diritto e ambivalenza del controllo". Padova,: Imprimitur, 1992. Cerca nel catalogo
F. Vianello, “Diritto e Mediazione”. , Milano,: Franco Angeli, 2004. I° capitolo, (Diritto e complessità) Cerca nel catalogo
G.A. Mosconi,, Criminalità, sicurezza e opinione pubblica nel Veneto,. Padova,: Cleup,, 2000. a scelta, tra il presente e i seguenti due
A. Sbraccia, C. Scivoletto (a cura di),, Minori migranti: diritti e devianza,. Torino: L’Harmattan Italia,, 2004. a scelta, tra il presente, il precedente e il successivo
Strazzeri M.,, Il teatro della legge, (dall’Inquisizione ai Centri di permanenza temporanea),. Bari: Palomar, 2007.
Note ai testi di riferimento: Verrà indicato dal docente un breve testo in inglese, obbligatorio per tutti
Metodi didattici: - Lezioni frontali.
- Presentazione slides in power point
- Spazi e fasi di discussione.
- lavori seminariali, con relazioni individuali e di gruppo.
- Proiezione di materiale audiovisivo.
- conferenze con invitati esterni
- Esercitazioni scritte, valide come prove intermedie
Metodi di valutazione: I frequentanti sosterranno verso metà corso una prima prova in forma scritta ( tre quesiti), salvo eventuale colloquio integrativo, in caso di risultato insoddisfacente.Per il superamento di questa prova scritta sarà necessario uno studio dei testi contemporaneo al procedere delle lezioni.
Per quanto riguarda la seconda parte del corso, per i frequentanti non verrà proposto il libro a scelta, indicato in bibliografia mentre potranno venire assegnati brevi materiali sui temi del corso preparatori ai seminari. Verrà invece valutato il contributo all'attività seminariale e alla redazione di una relazione conclusiva, a completamento della stessa. E’ prevista comunque la possibilità di un eventuale colloquio integrativo.
Per i non frequentanti l'esame avverrà in forma orale,sull'intero programma sulla base della bibliografia sopraindicata.
Tale modalità, benché non consigliata, potrà essere scelta anche dai frequentanti.
Per gli studenti che mutuano solo 6 cfu se frequentanti non sarà necessaria la parte seminariale; se non frequentanti non si porta all'esame il libro a scelta, tra gli ultimi tre indicati in bibliografia.
Altro: