Insegnamento
SOCIOLOGIA DEL DIRITTO
SPM0014434, A.A. 2014/15

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE SOCIOLOGICHE
SP1419, ordinamento 2010/11, A.A. 2014/15
1108372
Crediti formativi 9.0
Denominazione inglese SOCIOLOGY OF LAW
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile GIUSEPPE MOSCONI SPS/12

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative SPS/12 9.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 9.0 63 162.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2015
Fine attività didattiche 12/06/2015

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 2016/17 01/10/2016 30/11/2017 MOSCONI GIUSEPPE (Presidente)
MANTOVAN CLAUDIA (Membro Effettivo)
VIANELLO FRANCESCA (Membro Effettivo)
5 2016/2017 01/10/2016 30/11/2016 SACCHETTO DEVI (Presidente)
MEROTTO GRAZIANO (Membro Effettivo)
4 2015/16 01/10/2015 30/11/2016 MOSCONI GIUSEPPE (Presidente)
MANTOVAN CLAUDIA (Membro Effettivo)
VIANELLO FRANCESCA (Membro Effettivo)
3 2014/15 01/10/2014 30/09/2015 MOSCONI GIUSEPPE (Presidente)
MANTOVAN CLAUDIA (Membro Effettivo)
VIANELLO FRANCESCA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti:
Conoscenze e abilita' da acquisire: ---------------------------------------------------------------------------------

- capacità di cogliere l'importanza di acquisire un adeguato modello interpretativo del rapporto tra diritto e società, al fine di analizzare aspetti concreti della presenza del diritto nei rapporti sociali.
- capacità di elaborare tale modello con riferimento alle principali correnti teoriche in campo sociogiuridico e ai limiti dalle stesse rivelati nel concepire natura e funzioni del fenomeno giuridico e del suo rapporto con la società
- capacità di applicare tale modello all'evolversi del diritto contemporaneo, in particolare nel passaggio dallo stato liberale allo stato assistenziale.
- capacità di analizzare e interpretare l'attuale crisi del diritto e le prospettive che si aprono in relazione alla stessa.
- capacità di utilizzare modelli e paradigmi più avanzati nell'analisi dei fenomeni normativi, quali il modello dell'ambivalenza, le teorie sistemiche, le scienze della complessità, il processo di globalizzazione, il diritto mite.
- capacità di applicare tali modelli e di valutarne l'adeguatezza interpretativa con riferimento a fenomeni specifici della vita del diritto, tratti dall'attualità degli accadimenti in corso.
- Acquisizione di un'attitudine critica nell'analisi dei fenomeni giuridici, così da poterne decostruire retoriche, idealizzazioni, rappresentazioni deformate e strumentali
Modalita' di esame: ---------------------------------------------------------------------------------

I frequentanti effettueranno verso metà corso un'esercitazione scritta. Per lo svolgimento di tale attività sarà necessario uno studio dei testi contemporaneo al procedere delle lezioni.
Per quanto riguarda la seconda parte del corso, per i frequentanti non verrà proposto il libro a scelta, indicato in bibliografia mentre potranno venire assegnati brevi materiali sui temi del corso preparatori ai seminari. Verrà invece valutato il contributo all'attività seminariale e alla redazione di una relazione conclusiva, a completamento della stessa. E’ prevista comunque la possibilità di un eventuale colloquio integrativo.
Per i non frequentanti l'esame avverrà in forma orale,sull'intero programma sulla base della bibliografia sottoindicata.
Tale modalità, benché non consigliata, potrà essere scelta anche dai frequentanti.
Per gli studenti che mutuano solo 6 cfu se frequentanti non sarà necessaria la parte seminariale; se non frequentanti non si porta all'esame il libro a scelta, tra gli ultimi tre indicati in bibliografia.
Criteri di valutazione: La valutazione del risultato dell'esame terrà conto non solo dell'apprendimento delle conoscenze che i testi propongono, ma soprattutto dell'acquisizione dell' ipotesi di fondo e dei modelli teorici che vengono avanzati nell'interpretazione del rapporto tra diritto e società. Viene inoltre valutata la capacità di collegamento ragionato e logicamente coerente tra tali modelli e gli aspetti particolari analizzati con perticolare riferimento al passaggio tra lo stato liberale e lo stato assistenziale e alla crisi del diritto nella socieà postmoderna.
L'esito del corso presuppone l'acquisizione della valenza critica di tali aspetti e la capacità della loro applicazione nell'elaborazione di prospettive di possibile mutamento.
Contenuti: ---------------------------------------------------------------------------------
- Crisi del concetto di struttura e paradigmi alternativi
- Critica del rapporto tra diritto e società come processo lineare
- Giusnaturalismo, positivismo, realismo: contrasti teorici ed esiti condivisi.
- La distanza tra diritto e società e il diritto come processo strutturale
- L'applicazione del modello ad alcune teorie sociogiuridiche più recenti ( Pasukanis, Santi Romano, Rehbinder, Luhmann e altri)
- l'applicazione del modello ad alcune questioni classiche ( fondamenti del diritto, mutamento, devianza, )
- Il ruolo del sociologo del diritto
- I fondamenti dello stato liberale
- Il passaggio allo stato assistenziale
- Mutamento del diritto tra stato liberale e stato assistenziale
- Il diritto della stato assistenziale.
- La crisi del diritto nello stato postmoderno. Il particolare la crisi di funzionalità e legittimazione.
- Il paradigma dell'ambivalenza come costante riferimento nell'analisi del mutamento del diritto dall'età classica alla postmodernità
- diritto e conflitto
- diritto e comunicazione
- mutamento e prospettive sulla natura e sulle funzioni del diritto in ambito sociogiuridico.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: - Lezioni frontali.
- Presentazione slides in power point
- Spazi e fasi di discussione.
- lavori seminariali, con relazioni individuali e di gruppo.
- Proiezione di materiale audiovisivo.
- conferenze con invitati esterni
- Esercitazioni scritte.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Il primo capitolo de "La norma, il senso, il controllo è reperibile presso il Centro copie della biblioteca di Scienze Politiche-
Presso lo stesso centro sono reperibili anche i materiali per i frequentanti e l'articolo in inglese.
Il testo "Complessità del diritto e ambivalenza del controllo" è reperibile presso la libreria "Rinoceronte" in via del Santo.
Testi di riferimento:
  • - G.A. Mosconi, "La norma, il senso, il controllo",. Milano,: F. Angeli,, 1992. Introduzione e capitolo 1°, pp. 1 - 73 Cerca nel catalogo
  • G.A. Mosconi,, Criminalità, sicurezza e opinione pubblica nel Veneto,. Padova,: Cleup,, 2000. a scelta, tra il presente e i seguenti due Cerca nel catalogo
  • A. Sbraccia, C. Scivoletto (a cura di),, Minori migranti: diritti e devianza,. Torino: L’Harmattan Italia,, 2004. a scelta, tra il presente, il precedente e il successivo Cerca nel catalogo
  • Strazzeri M.,, Il teatro della legge, (dall’Inquisizione ai Centri di permanenza temporanea),. Bari: Palomar, 2007. Cerca nel catalogo
  • G.A. Mosconi, "Complessità del diritto e ambivalenza del controllo". Padova,: Imprimitur, 1992. obbligatorio per intero. Cerca nel catalogo
  • F. Vianello, “Diritto e Mediazione”. , Milano,: Franco Angeli, 2004. I° capitolo, (Diritto e complessità) Cerca nel catalogo