Insegnamento
HUMAN RIGHTS AND INTERNATIONAL JUSTICE
EPP3050087, A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
HUMAN RIGHTS AND MULTI-LEVEL GOVERNANCE
EP1980, ordinamento 2013/14, A.A. 2016/17
1137522
Crediti formativi 6.0
Denominazione inglese HUMAN RIGHTS AND INTERNATIONAL JUSTICE
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione INGLESE
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile COSTANZA MARGIOTTA BROGLIO MASSUCCI IUS/20

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative IUS/20 6.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 6.0 45 105.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 27/02/2017
Fine attività didattiche 10/06/2017
Orario della didattica Visualizza calendario delle lezioni
Giorno Ora Aula Edificio
Orari_chiudi Martedi' 14.30-16.30 B1 CA BORIN
  28/02/2017 14.30-16.30 B1 CA BORIN
07/03/2017 14.30-16.30 B1 CA BORIN
14/03/2017 14.30-16.30 B1 CA BORIN
21/03/2017 14.30-16.30 B1 CA BORIN
28/03/2017 14.30-16.30 B1 CA BORIN
04/04/2017 14.30-16.30 B1 CA BORIN
11/04/2017 14.30-16.30 B1 CA BORIN
18/04/2017 14.30-16.30 B1 CA BORIN
Orari_chiudi Mercoledi' 10.30-12.30 AULA N WOLLEMBORG
  01/03/2017 10.30-12.30 AULA N WOLLEMBORG
08/03/2017 10.30-12.30 AULA N WOLLEMBORG
15/03/2017 10.30-12.30 AULA N WOLLEMBORG
22/03/2017 10.30-12.30 AULA N WOLLEMBORG
29/03/2017 10.30-12.30 AULA N WOLLEMBORG
05/04/2017 10.30-12.30 AULA N WOLLEMBORG
12/04/2017 10.30-12.30 AULA N WOLLEMBORG
19/04/2017 10.30-12.30 AULA N WOLLEMBORG
Orari_chiudi Giovedi' 10.30-12.30 AULA N WOLLEMBORG
  02/03/2017 10.30-12.30 AULA N WOLLEMBORG
09/03/2017 10.30-12.30 AULA N WOLLEMBORG
16/03/2017 10.30-12.30 AULA N WOLLEMBORG
23/03/2017 10.30-12.30 AULA N WOLLEMBORG
30/03/2017 10.30-12.30 AULA N WOLLEMBORG
06/04/2017 10.30-12.30 AULA N WOLLEMBORG
13/04/2017 10.30-12.30 AULA N WOLLEMBORG
20/04/2017 10.30-12.30 AULA N WOLLEMBORG

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: Una conoscenza di base della filosofia politica e del diritto è consigliata
Conoscenze e abilita' da acquisire: Obiettivo del corso “Diritti umani e giustizia internazionale” è fornire un orientamento nelle questioni teorico-giuridiche che ineriscono il concetto di cittadinanza e in particolare di cittadinanza europea. Al termine del corso lo studente è in grado di valutare criticamente lo status dei diritti sociali in Europa, conoscere gli sviluppi della cittadinanza europea, i diritti fondamentali che costituiscono il contenuto della cittadinanza europea e la loro tutela giurisdizionale a livello comunitario e avrà approfondito i più rilevanti dibattiti contemporanei sulle trasformazioni della cittadinanza nel contesto del nascente ordine costituzionale europeo.
Modalita' di esame: L'esame finale è scritto per gli studenti frequentanti.
Per gli studenti non frequentanti il programma è diverso e va concordato via mail con il docente (costanza.margiotta@unipd.it). Per gli studenti non frequentanti l'esame è orale.
Criteri di valutazione: Partecipazione in classe e valutazione dell'esame scritto finale e dell'eventuale presentazione del paper in classe.
Contenuti: Lo scopo generale del corso sarà interrogarsi su quale significato e quale contenuto abbia il termine di cittadinanza transnazionale e che relazione esista fra quest’ultima e la cittadinanza nazionale.
Discuteremo le trasformazioni della cittadinanza in un contesto di migrazione e di integrazione europea. Nella prima parte del corso introdurremo le principali teorie della cittadinanza e analizzeremo i mutamenti del relativo concetto. Tradizionalmente la cittadinanza è stata concepita come un insieme di diritti e dovei dei membri di uno Stato nazione, mostreremo come la cittadinanza europea obbliga a muovere lo sguardo verso la cittadinanza come appartenenza multipla. Rivisiteremo l’architettura della cittadinanza in Europa, con particolare attenzione alle sue due maggiori caratteristiche: il suo non essere una cittadinanza autonoma e l’assenza di coordinazione e armonizzazione dei criteri di acquisizione della cittadinanza negli Stati membri.
Successivamente, guarderemo alle regole di acquisizione e perdita della cittadinanza e esamineremo come la cittadinanza nazionale venga arricchita da quella europea. Cercheremo di rispondere alle seguenti domande: quali sono gli effetti esterni che la cittadinanza dell’UE ha sui paesi vicini? Quali sono le conseguenze della reciproca apertura degli Stati dell’UE, del loro reciproco impegno all’interno di un quadro giuridico sulle singole cittadinanze nazionali e sulle legislazioni nazionali? Data l’assenza di coordinamento fra le legislazioni nazionali, può questa diversità influire sulla cittadinanza europea e imporre definitivamente la sua autonomia?
Esamineremo la architettura di base della cittadinanza europea: la sua evoluzione, le sue principali caratteristiche nei trattati europei, la sua derivazione dalle cittadinanze nazionali e la giurisprudenza della Corte di giustizia europea in materia di cittadinanza e di diritti fondamentali, soffermandosi sul ruolo che ha avuto la Corte di giustizia europea nel far progredire la cittadinanza europea. Un’altra questione che verrà analizzata è che cosa significhi cittadinanza transnazionale prendendo ad esempio proprio quella europea. Infine prenderemo in considerazione come la libertà di movimento all’interno dell’Unione europea sia in contrasto con il controllo sull’immigrazione e con le politiche di integrazione dei migranti dei paese terzi.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso sarà condotto nella forma seminariale per incoraggiare la discussione in classe e la partecipazione degli studenti. Il corso ha anche come scopo quello di aiutare gli studenti a formulare le proprie opinioni sui temi affrontati, per questo motivo la discussione forma una parte integrante del corso e il voto sarà basato anche sulla partecipazione degli studenti alla discussione in classe.
E' prevista la partecipazione di professori stranieri.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Per la legislazione e la giurisprudenza: P. Craig and G. de Búrca, EU Law: Text, Cases and Materials. Ch 23 Citizenship of the European Union, 819-853 (OUP, 2011);
the best web site to use is http://eudo-citizenship.eu/eu-citizenship.
I materiali di discussioni saranno forniti a lezione.
Testi di riferimento:
  • Ulrich Beck, German Europe. --: Polity, 2013. for non attending students only Cerca nel catalogo
  • Margiotta Costanza, Cittadinanza europea. Istruzioni per l'uso. Roma-bari: Laterza, 2014. for students reading in italian Cerca nel catalogo
  • Francesco Rossi dal Pozzo, CITIZENSHIP RIGHTS AND FREEDOM OF MOVEMENT IN THE EUROPEAN UNION. --: Kluwer, 2013. for students not reading in italian Cerca nel catalogo
  • Margiotta C. , Vonk. O., Nationality Law and European Citizenship: The Role of Dual Nationality. --: EUI working papers: RSC, 2010. available at: http://cadmus.eui.eu/bitstream/handle/1814/14623/RSCAS_2010_66.corr.pdf?sequence=3
  • Edited by Jo Shaw, Has The European Court Of Justice challenged Member State sovereignty in nationality law?. Florence: EUI working paper, --. http://eudo-citizenship.eu/docs/RSCAS_2011_62.pdf
  • A. Geddes and L. Hadj-Abdou, An Unstable Equilibrium: Freedom of Movement and the Welfare State in the European Union. --: Elgaronline, 2016. https://www.researchgate.net/publication/286926260_An_unstable_equilibrium_freedom_of_movement_and_the_welfare_state_in_the_European_Union