Insegnamento
BANKING LAW
GIM0013134, A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA (Ord. 2014)
GI0270, ordinamento 2014/15, A.A. 2016/17
1143343
Curriculum GENERICO - SEDE DI TREVISO [999TV]
Crediti formativi 6.0
Denominazione inglese BANKING LAW
Sito della struttura didattica http://www.giurisprudenza.unipd.it
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/giurisprudenza/course/view.php?idnumber=2016-GI0270-999TV-2016-GIM0013134-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione INGLESE
Sede TREVISO

Docenti
Responsabile MATTEO DE POLI IUS/05

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso
GIM0013134 BANKING LAW MATTEO DE POLI GI0270

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINI O INTEGRATIVE D.M.270/04 Attività formative in ambiti disciplinari affini o integrativi a quelli di base e caratterizzanti, anche con riguardo alle culture di contesto e alla formazione interdisciplinare IUS/05 6.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 6.0 48 102.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 26/09/2016
Fine attività didattiche 14/01/2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
8 A.A. 2016/17 sede di Treviso 03/10/2016 30/09/2017 DE POLI MATTEO (Presidente)
DELLA VEDOVA ILARIA (Membro Effettivo)
LEGGIERI ROSSANA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: È propedeutico l'esame di Diritto commerciale.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire agli studenti le conoscenze fondamentali dell’impresa bancaria e della vigilanza sulla stessa - a livello europeo e nazionale - funzionali alla formazione di un giurista della finanza di taglio internazionale ed utili, in particolar modo, a chi prenderà in considerazione sbocchi lavorativi come quelli nelle imprese finanziarie (banche, imprese di investimento, assicurazioni), nelle Autorità di Vigilanza, nelle Law Firms internazionali.
Modalita' di esame: Per gli studenti frequentanti: è data loro la possibilità di sostenere due prove intermedie, che consistono in due compiti scritti con domande a risposta multipla e domande aperte, entrambe in lingua inglese; chi avrà superato con successo le due prove intermedie potrà considerare superato l’esame di profitto, per il quale verrà quindi attribuito quale voto finale la media dei due risultati ottenuti. L’attribuzione del voto avverrà esclusivamente nel corso delle sessioni ufficiali di esame.

“Prova orale facoltativa per studenti frequentanti”. Lo studente che avrà superato con successo le due prove scritte avrà comunque la possibilità di modificare il proprio punteggio con una prova orale, da sostenere durante la sessione di esame e che verterà, a sua scelta, su a) ECB, Guide to banking supervision, November 2014 (prova da tenersi in lingua inglese); oppure, su b) DE POLI, La contrattazione bancaria. Tra tutela della liquidità e obblighi di trasparenza, Padova 2012, da p. 189 a p. 263 (prova da tenersi in lingua italiana). In tal caso la media dei voti conseguiti nelle prove scritte fungerà da base di partenza per il voto finale, senza garanzia che esso possa essere migliorato o mantenuto a seguito della prova orale facoltativa.
“Prova integrativa per studenti frequentanti”. Lo studente frequentante che non avrà sostenuto e/o superato (con voto pari a almeno 18/30) una delle due prove intermedie dovrà integrare la sua verifica con una discussione orale in lingua inglese durante la sessione di esame (prova orale obbligatoria) che verterà sia sugli argomenti della prova non superata sia su quelli della prova superata.

Per gli studenti non frequentanti: prova orale, in lingua inglese o in parte in lingua inglese in parte in lingua italiana, da preparare sui testi di riferimento indicati infra.
Saranno considerati frequentanti solo coloro che avranno partecipato ad un numero di lezioni pari ad almeno 3/4 del corso.
Si precisa, in particolare agli studenti Erasmus, che le prove scritte verranno svolte solo nelle date comunicate all’inizio del corso.
Criteri di valutazione: Lo studente verrà valutato per la sua conoscenza della materia e la sua capacità di impostare adeguatamente la soluzione di questioni articolate e complesse.
Il conseguimento dello status di “frequentante” è requisito indispensabile per l’assegnazione della tesi (anche di quella in Diritto dei Mercati Finanziari) e per la partecipazione alle iniziative collaterali alla didattica (quali, a titolo meramente esemplificativo, partecipazione a Master internazionali riguardo ai quali è necessario la c.d. letter of recommendation del Docente della materia – che verrà rilasciata solo a coloro che avranno completato l’intero corso - , frequentazione di stages presso studi professionali secondo una programmazione organizzata dalla Cattedra, ecc.).
Contenuti: Nella prima parte del corso verranno presi in esame i concetti di banca, attività bancaria, vigilanza sull’attività bancaria.
La seconda parte del corso sarà invece dedicata all’approfondimento della materia, della vigilanza bancaria e di quella dei contratti e delle forme di tutela del contraente debole nei rapporti con l’impresa bancaria, confrontando la disciplina italiana con quella UK.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Ogni cfu corrisponde a un carico didattico di 6 ore di attività frontale (lezione o seminario) da svolgersi in aula.
Eventuali esercitazioni potranno essere offerte previa valutazione del docente.
Oltre all'attività di tutorato di Facoltà, non sono previste altre specifiche attività di supporto alla didattica.
Non è prevista alcuna attività formativa a distanza.
La comprensione delle materie illustrate a lezione sarà resa più agevole dall’utilizzo di slides e dalla messa a disposizione degli studenti di un accurato glossario dei termini finanziari inglesi.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Per gli studenti frequentanti: DE POLI, European Banking Law, student version, Padova 2016 (disponibile presso il front-desk a partire dal 25 settembre) + eventualmente (vedi “Prova orale facoltativa per studenti frequentanti) ECB, Guide to banking supervision, November 2014 (prova da tenersi in lingua inglese); oppure, su b) DE POLI, La contrattazione bancaria. Tra tutela della liquidità e obblighi di trasparenza, Padova 2012, da p. 189 a p. 263 (prova da tenersi in lingua italiana)
Per gli studenti non frequentanti: DE POLI, European Banking Law, student version, Padova 2016 (disponibile presso il front-desk a partire dal 25 settembre) + ECB, Guide to banking supervision, November 2014 (prova da tenersi esclusivamente in lingua inglese); oppure, su DE POLI, European Banking Law, student version, Padova 2016 (disponibile presso il front-desk a partire dal 25 settembre) + DE POLI, La contrattazione bancaria. Tra tutela della liquidità e obblighi di trasparenza, Padova 2012, da p. 189 a p. 263 (prova da tenersi in parte in lingua inglese in parte lingua italiana)
Ulteriori precisazioni, chiarimenti e suggerimenti, anche riguardo ai testi di riferimento, verranno forniti dal Docente nel corso delle lezioni o via email in risposta alle richieste inviate all'indirizzo matteo.depoli@unipd.it.
Assistant Professor: Ilaria Della Vedova (dellavedova@giuri.unipd.it), che sarà altresì a disposizione degli studenti previo contatto via email.
La cattedra dispone di area web aperta accessibile dal link “materiali didattici” del sito della Scuola (nella cartella corrispondente al nome del Docente); in essa confluiscono materiale.
Testi di riferimento:
  • De Poli, European Banking Law. Padova: --, 2016. student version
  • ECB, Guide to banking supervision. --: --, 2014.
  • DE POLI, La contrattazione bancaria. Tra tutela della liquidità e obblighi di trasparenza. Padova: --, 2012. da p. 189 a p. 263 Cerca nel catalogo