Insegnamento
DESIGN OF STRUCTURES FOR ENVIRONMENTAL PROTECTION / TECNICA DELLE COSTRUZIONI PER LA DIFESA DEL TERRITORIO
IN01122777, A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
ENVIRONMENTAL ENGINEERING
IN1825, ordinamento 2010/11, A.A. 2016/17
1146458
Crediti formativi 9.0
Denominazione inglese DESIGN OF STRUCTURES FOR ENVIRONMENTAL PROTECTION
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale (ICEA)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dicea/course/view.php?idnumber=2016-IN1825-000ZZ-2016-IN01122777-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione INGLESE
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile PAOLO FRANCHETTI
Altri docenti MARIANO ANGELO ZANINI 000000000000

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Ingegneria per l'ambiente e territorio ICAR/09 9.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 9.0 72 153.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 27/02/2017
Fine attività didattiche 09/06/2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 2016 01/10/2016 15/03/2018 FRANCHETTI PAOLO (Presidente)
ZANINI MARIANO ANGELO (Membro Effettivo)
FALESCHINI FLORA (Supplente)
PELLEGRINO CARLO (Supplente)
ZAMPIERI PAOLO (Supplente)
5 2015 30/10/2015 15/03/2017 FRANCHETTI PAOLO (Presidente)
FALESCHINI FLORA (Membro Effettivo)
MORBIN RICCARDO (Supplente)
PELLEGRINO CARLO (Supplente)
ZANINI MARIANO ANGELO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Lo studente deve possedere le conoscenze relative a matematica e fisica, con particolare riferimento al calcolo differenziale e integrale, all’analisi matriciale, alla geometria delle masse, alla meccanica dei solidi, dei corpi rigidi e all’analisi dinamica.
Lo studente deve inoltre conoscere la scienza delle costruzioni, con particolare riferimento ad analisi del continuo, teoria delle travi, problema di De Saint Venant, criteri di resistenza, legami costitutivi e instabilità dell'equilibrio.
Lo studente deve quindi saper risolvere esercizi relativi agli argomenti succitati: calcolo di derivate e integrali, calcolo matriciale, studio di sistemi di equazioni lineari, studio e calcolo della cinematica e della dinamica di sistemi di masse puntiformi e di corpi rigidi, calcolo di travi isostatiche e iperstatiche.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Al termine del corso lo studente conoscerà i fondamenti della tecnica delle costruzioni con particolare riferimento a: sicurezza strutturale, stati limite, comportamento strutturale di elementi in calcestruzzo armato, verifiche allo stato limite ultimo e allo stato limite di esercizio, primi elementi di dinamica delle strutture e progettazione sismica, progetto di strutture in acciaio.
Lo studente sarà in grado di calcolare semplici schemi statici di strutture bidimensionali (tipicamente sistemi di travi nel piano) e di eseguire le principali verifiche di sicurezza imposte dalla normativa.
Lo studente sarà inoltre in grado di condurre un’analisi sismica semplificata.
Modalita' di esame:
Criteri di valutazione:
Contenuti: I contenuti includeranno:
1) Sicurezza strutturale e metodo agli stati limite;
2) Azioni sugli elementi strutturali;
3) Materiali da costuzione; esposizione dei materiali agli agenti aggressivi;
4) Comportamento strutturale di elementi in calcestruzzo armato; aderenza e ancoraggio;
5) Verifiche di sicurezza per elementi in calcestruzzo: verifiche allo stato limite ultimo per presso-flessione, taglio e torsione, instabilità;
6) Verifiche di sicurezza per elementi in calcestruzzo: stati limite di esercizio per deformazione, apertura delle fessure, limitazione delle tensioni;
7) Elementi di dinamica e progettazione sismica: analisi dinamica di un sistema a un grado di libertà; analisi dinamica di un sistema a più gradi di libertà; problema agli autovalori; risposta spettrale; principi di progettazione sismica;
8) Primi elementi di Metodi agli Elementi Finiti;
9) Elementi di progetto di strutture in acciaio: stati limite ultimi per flessione, presso-flessione, taglio, instabilità;
10) Elementi di progetto di strutture in acciaio: stati limite di esercizio;
11) Elementi di progetto di strutture in acciaio: verifica di unioni bullonate e di unioni saldate;
12) Verifiche degli elementi strutturali con gli Eurocodici e la normativa italiana. Esempi numerici.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento:
Eventuali indicazioni sui materiali di studio:
Testi di riferimento: