Insegnamento
DELIVERY AND FORMULATION OF BIOTECHNOLOGICAL DRUGS
MEP5070484, A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
PHARMACEUTICAL BIOTECHNOLOGIES - BIOTECNOLOGIE FARMACEUTICHE
ME2193, ordinamento 2015/16, A.A. 2016/17
1127673
Crediti formativi 11.0
Denominazione inglese DELIVERY AND FORMULATION OF BIOTECHNOLOGICAL DRUGS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze del Farmaco (DSF)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dsf/course/view.php?idnumber=2016-ME2193-000ZZ-2015-MEP5070484-N0
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione INGLESE
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile GIANFRANCO PASUT CHIM/09
Altri docenti STEFANO SALMASO CHIM/09

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline farmaceutiche CHIM/09 11.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LABORATORIO 2.0 30 20.0 Nessun turno
LEZIONE 9.0 72 153.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2016
Fine attività didattiche 20/01/2017
Orario della didattica Visualizza calendario delle lezioni
Giorno Ora Aula Edificio

Orario non definito

Note Parte A - Prof. Gianfranco Pasut = Lunedì dalle 8.30 alle 10.15 e Martedì dalle 10.30 alle 12.15 Parte B - Prof. Stefano Salmaso = Lunedì dalle 10.30 alle 12.15 e Martedì dalle 8.30 alle 10.15

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 Commissione a.a.2017/18 01/12/2017 30/09/2018 SALMASO STEFANO (Presidente)
PASUT GIANFRANCO (Membro Effettivo)
SCHIAVON ODDONE (Supplente)
1 Commissione a.a. 2016/2017 01/12/2016 30/09/2017 PASUT GIANFRANCO (Presidente)
SCHIAVON ODDONE (Membro Effettivo)
SALMASO STEFANO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Lo studente deve possedere le conoscenze di base e la terminologia della chimica organica, della biochimica e della tecnologia farmaceutica per seguire in modo proficuo il corso.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Al termine del corso lo studente avrà acquisito le nozioni teoriche e pratiche necessarie alla valutazione e comprensione dei diversi approcci formulativi usati per aumentare l’efficacia e la sicurezza dei farmaci biotecnologici. Lo studente apprende come progettare una formulazione di una proteina in soluzione acquosa iniettabile o come liofilizzato. Lo studente acquisisce inoltre una avanzata conoscenza dei sistemi di drug delivery più utilizzati in campo applicativo per veicolare le proteine terapeutiche. In questa sezione lo studente apprende i sistemi di veicolazione di farmaci classici e il loro eventuale direzionamento al sito target tramite anticorpi. L’esperienza pratica in laboratorio è parte integrante del corso. Lo studente ottiene un immediato riscontro sviluppando dei sistemi di drug delivery, precedentemente studiati nelle lezioni frontali. In particolare nelle esperienze di laboratorio lo studente impara a sviluppare formulazioni basate su liposomi, idrogeli e coniugati polimerici.
Modalita' di esame: Parte A. L’esame scritto e/o orale viene svolto con una preliminare discussione della relazione presentata dallo studente (consegnata una settimana prima dell’esame) sull’esperienze pratiche di laboratorio e sui risultati delle prove sperimentali. L’esame in generale si svolgerà con più domande aperte inerenti gli argomenti presentati a lezione.
L’esame può essere svolto in italiano o in inglese a scelta del candidato.
Gli appelli vengono proposti nell’ambito delle apposite sessioni ufficiali d’esame. Appelli straordinari possono essere fissati a discrezione del docente.
Lo studente che non dovesse superare l’esame può ripresentarsi all’appello successivo trascorso un periodo minimo di tre settimane.


Parte B. L’esame mira a valutare l’acquisizione delle conoscenze previste dagli obiettivi del corso in base ai suoi contenuti:
-conoscenza dei carrier colloidali descritti a lezione
-sensibilità nel saper individuare le criticità nelle formulazioni avanzate di farmaci biotecnologici
-conoscenza dei materiali, eccipienti, e loro impiego per la preparazione di sistemi macro e nanometrici per la veicolazione di farmaci
-conoscenza delle proprietà delle vie di somministrazione alternative e dei requisiti formulativi per sfruttarle nella somministrazione di farmaci.
L’esame è di tipo orale e prevede un’esposizione di una ricerca personale dello studente ricavata dalla letteratura scientifica su una tematica suggerita a lezione dal docente. Lo studente deve mostrare di aver appreso le criticità nella preparazione di sistemi avanzati per il delivery di farmaci. La ricerca in letteratura dovrebbe riguardare lo studio completo di un sistema avanzato fino alla somministrazione in vivo.
L’esame inoltre si compone di almeno altre 3-4 domande aperte riguardanti gli argomenti trattati durante la parte del corso. In particolare, nella valutazione delle risposte, il docente porrà particolare attenzione all’esposizione completa dei contenuti e la capacità nel correlare le informazioni fornite dalla parte B del corso. Il docente si riserva di poter eseguire l’esame in modalità scritta. L’esame può essere svolto in italiano o in inglese a scelta del candidato.
Gli appelli vengono proposti nell’ambito delle apposite sessioni ufficiali d’esame. Appelli straordinari possono essere fissati a discrezione del docente.
Lo studente che non dovesse superare l’esame può ripresentarsi all’appello successivo trascorso un periodo minimo di tre settimane.
Criteri di valutazione: La valutazione terrà conto della conoscenza specifica dello studente in relazione al quesito posto e, in modo più ampio, alla conoscenza generale dell'argomento trattato e della capacità di collegare i diversi temi scientifici trattati durante il corso. La chiarezza espositiva dello studente sarà un ulteriore criterio di valutazione assieme alla dimostrazione di aver approfondito ulteriormente i temi trattati durante il corso.
Contenuti: Il contenuto dell’insegnamento si articola sull’aspetto formulativo dei farmaci biotecnologici. In particolare saranno presentate le problematiche correlate alla stabilità delle proteine e agli accorgimenti che possono attuati per ridurre i processi degradativi di queste entità farmacologiche e ai metodi per caratterizzare le più frequenti degradazioni. Nozioni di base saranno fornite per la definizione dei principali polimeri usati in questo campo mentre maggiore importanza sarà dedicata alla studio di sistemi avanzati di drug delivery per proteine, i quali si propongono come attuali o future applicazioni terapeutiche. La parte pratica del corso fornirà allo studente le nozioni necessarie per allestire alcuni dei più usati sistemi di drug delivery.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso sarà diviso in lezioni frontali nelle quali il docente presenterà gli argomenti previsti tramite slides. Gli studenti durante saranno resi partecipi alla lezioni mediante domande del docente al fine di stimolarne l'attenzione. Nell'esercitazioni pratiche gli studenti affronteranno delle prove sperimentali inerenti agli argomenti trattati durante il corso. Gli studenti saranno incoraggiati a partecipare a seminari di esperti organizzati direttamente dal docente o da colleghi del dipartimento.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Il materiale didattico del corso è costituito dal materiale messo a disposizione dal docente stesso.
Testi di riferimento:
  • G.S. Banker, C.T. Rhodes, Modern Pharmaceutics. --: edizione Marcel Dekker, New York, --. Cerca nel catalogo
  • AT Florence, D Attwood, Le basi chimico-fisiche della tecnologia farmaceutica. --: edizione EdiSES - Napoli, --. Cerca nel catalogo
  • Villiers, Melgardt M. de; Aramwit, Pornanong; Kwon, Glen S., Nanotechnology in Drug Delivery. Series: “Biotechnology: Pharmaceutical Aspects”.. --: --, --. Cerca nel catalogo