Insegnamento
PSICOFISICA DELLA VISIONE
SCP3049653, A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
OTTICA E OPTOMETRIA (Ord. 2013)
SC1168, ordinamento 2013/14, A.A. 2016/17
1118015
Crediti formativi 6.0
Denominazione inglese VISION PSYCHOPHYSICS
Sito della struttura didattica http://otticaeoptometria.scienze.unipd.it/2016/laurea_2013
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Fisica e Astronomia "Galileo Galilei"
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dfa/course/view.php?idnumber=2016-SC1168-000ZZ-2014-SCP3049653-N0
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile CLARA CASCO M-PSI/01
Altri docenti MICHELE BAROLLO 000000000000

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative M-PSI/01 3.0
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative M-PSI/02 3.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
ESERCITAZIONE 1.0 12 13.0 Nessun turno
LEZIONE 5.0 40 85.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2016
Fine attività didattiche 20/01/2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
4 Psicofisica della visione 01/10/2016 30/09/2017 CASCO CLARA (Presidente)
BAROLLO MICHELE (Membro Effettivo)
GRASSI MASSIMO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: nessuno in particolare
Conoscenze e abilita' da acquisire: 1. Apprendere gli aspetti funzionali della visione
2. Utilizzare i metodi psicofisici per fare misurazioni sull'integrità dei processi visivi centrali
3. apprendere la relazione tra valutazione e trattamento dei disturbi del sistema visio centrale
4. apprendere ad apprezzare l'importanza di appropriate valutazioni psicofisiche
Modalita' di esame: scritto
Criteri di valutazione: la valutazione ha lo scopo di verificare in modo comparativo se lo studente ha acquisito la teoria e i metodi e se è in grado di utilizzarli in ambito clinico
Contenuti: Il corso consiste di una prima parte metodologica nella quale saranno illustrati i principali metodi psicofisici e la Teoria della detezione del segnale. Verranno poi introdotti i meccanismi sottocorticali e corticali della visione umana alla base dell'acuità visiva, della visione del contrasto, dell'affollamento visivo, della risposta di adattamento, dell'attenzione visiva. Una parte centrale del corso verrà dedicata all'applicazione dei metodo psicofisici alla fase valutativa e al trattamento del disturbo neurovisivo in soggetti con disturbo visivo.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso consiste di lezioni frontali coadiuvate da attività di laboratorio
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Le slides saranno disponibili alla fine del corso
Testi di riferimento:
  • Casco C., Processi Sensoriali. Milano: Guerrini Associati www.ebookitalianacademy.it/Proc, 2014.