Insegnamento
ELEMENTI DI GEOLOGIA E SISMOLOGIA
IN01123598, A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
INGEGNERIA CIVILE
IN0505, ordinamento 2011/12, A.A. 2017/18
1131283
Crediti formativi 6.0
Denominazione inglese BASIC GEOLOGY AND SEISMOLOGY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale (ICEA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile SILVANA MARTIN GEO/03

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative GEO/03 6.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 6.0 48 102.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 26/02/2018
Fine attività didattiche 01/06/2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
7 2017 01/10/2017 15/03/2019 MARTIN SILVANA (Presidente)
COLA SIMONETTA (Membro Effettivo)
GALGARO ANTONIO (Supplente)
6 2016 01/10/2016 15/03/2018 MARTIN SILVANA (Presidente)
COLA SIMONETTA (Membro Effettivo)
GALGARO ANTONIO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Corsi di matematica, chimica e fisica
Conoscenze e abilita' da acquisire: Conoscenze di base di geologia, geologia strutturale e sismologia; capacità di comprendere e realizzare carte geologiche/ geomorfologiche e profili geologici; analisi della sismicità nelle aree italiane, delle strutture e dei fenomeni ad essa correlati (faglie, meccanismi focali, risposta dei suoli etc); conoscenza dei metodi geologici/geofisici di analisi del sottosulo; analisi della pericolosità e del rischio sismico, loro parametrizzazione; conoscenza della normativa nazionale.
Modalita' di esame: un test di 60 minuti; una relazione tecnica su argomento geologico a scelta; valutazione degli elaborati prodotti durante il corso e perfezionati a casa (profili geologici, proiezioni; proiezione di dati sismici).
Criteri di valutazione: La valutazione del livello di conoscenza acquisito verrà fatta tramite esercizi settimanali riguardanti i diversi argomenti del corso che verranno raccolti e corretti di volta in volta, dal docente.
Contenuti: Elementi di tettonica, geomorfologia e stratimetria. Nozioni di rilevamento geologico-tecnico. Caratterizzazione dei materiali rocciosi e dei materiali sciolti (chimismo, mineralogia e proprietà fisiche). Genesi ed evoluzione dei materiali sciolti (terre). Pedogenesi. Misura del radon. Cenni sulla reologia della litosfera terrestre in regime fragile (faglie, sismicità) e duttile (creep). Faglie sismogeniche. Tipi di faglie (criterio di Anderson) e geometrie. Classificazione dei materiali di faglia. Faglie e movimenti gravitativi. Ruolo delle faglie nella formazione di “gas, oil reservoirs”. Rappresentazione e interpretazione delle faglie nelle carte geologiche. Riconoscimento delle faglie con metodi geofisici. Caratterizzazione dell’ammasso roccioso in zona di faglia (Q, RQD, RMR, GSI etc). Terremoti (origine, localizzazione e processi). Bilancio energetico e stima della magnitudo degli eventi sismici. Indicatori di sismicità (morfostrutture, liquefazioni etc., chimismo delle acque, radon). Meccanismi focali. Ciclicità degli eventi sismici. Sismotettonica. Analisi di grandi eventi (Turchia, Sumatra, Umbria etc). Zonazione sismica (macro e micro). Analisi della pericolosità e del rischio sismico. Elementi di sismica a riflessione e rifrazione. Esercitazioni. Cartografia. Parametrizzazione delle legende geologiche a fini geotecnici. Profili geologici. Analisi del dissesto idrogeologico, pericolosità e rischio. Normative.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lettura di carte topografiche, esecuzione di sezioni topografiche; lettura di carte geologiche; esecuzione di profili geologici, analisi di carte strutturali; osservazioni di campioni di roccia; raccolta di misure strutturali in campagna, proiezione di dati; raccolta di dati di geomeccanica; analisi di aree sismiche e costruzione di meccanismi focali.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Carte topografiche, carte geologiche e geomorfologiche, campioni di roccia, raccolta dati in campagna, visita a laboratorio sismico, materiale riguardante siti di interesse geologico (deposito di frana, frane incipienti), relazioni di prospezione sismica.
Testi di riferimento:
  • L.G. de Vallejo, Geoingegneria. --: Pearson Prentice Hal,, 2005. Cerca nel catalogo
  • C. Scholz, The mechanics of earthquakes and faulting. --: Cambridge,, 2003. Cerca nel catalogo
  • A. Rampolla, La pericolosità sismica. --: Liguori editore, 2008. Cerca nel catalogo
  • C.M.R. Fowler, The solid Earth. An introduction to Global Geophysics.. --: Cambridge, 2004. Cerca nel catalogo
  • L. Scesi, M. Papini M., P.Gattinoni, Geologia applicata per ingegneri. Milano: Ambrosiana, 2006.