Insegnamento
ANATOMIA PATOLOGICA (MOD. SMC 3) (Logistica Padova)
MEP4068200, A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 6 anni in
MEDICINA E CHIRURGIA (Ord. 2009)
ME1726, ordinamento 2009/10, A.A. 2017/18
1111357
Crediti formativi 1.0
Denominazione inglese PATHOLOGY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Medicina (DIMED)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede --

Docenti
Responsabile MASSIMO RUGGE MED/08

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
MEP4067776 SPECIALITA' MEDICO-CHIRURGICHE 3 (PERCORSO BIOMEDICO E UMANISTICO) (C.I.) FRANCESCO PAOLO RUSSO

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso
MEP4068208 ANATOMIA PATOLOGICA (MOD. SMC 3) (Logistica Padova) MASSIMO RUGGE ME1726

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Formazione clinica interdisciplinare e medicina basata sulle evidenze MED/08 1.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso IV Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
ATTIVITÀ DIDATTICHE A PICCOLI GRUPPI 0.0 4 0.0 Nessun turno
LEZIONE 1.0 8 17.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 26/02/2018
Fine attività didattiche 01/06/2018

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti: Conoscenza della fisiopatologia e della semeiotica dell'apparato digerente
Conoscenze e abilita' da acquisire: Conoscenze cognitive: conoscenze teoriche, capacità decisionali cliniche, capacità pratiche (raccolta anamnesi per problemi, esame obiettivo), capacità relazionali (riconoscere segni e sintomi delle malattie, comunicazione con il paziente) per affrontare problemi medico diagnostici e di gestione di pazienti con malattie epatogastroenterologiche ed infettive.
Capacità di porre la corretta indicazione all’esecuzione e di interpretare l’esito di esami bioumorali, radiologici, endoscopico ed istologici.
Core curriculum
1. Conoscere i problemi epatogastroenterologici ed infettivi e trasferirli nella pratica clinica.
2. Processo diagnostico e di follow up ed interpretazione di segni clinici, esami bioumorali e strumentali endoscopici, radiologici e anatomopatologici.
3. Valutare le indicazioni chirurgiche nelle patologie prese in esame.
Modalita' di esame: L’esame si compone di tre parti che devono essere sostenute contestualmente:
1. Prova scritta composta da un questionario (50 domande in 50 minuti) a risposta multipla. La valutazione della prova scritta di quesiti a risposta multipla, determina l’attribuzione di un punteggio di:
+1 per ogni risposta esatta,
0 per ogni risposta non data
-0,25 per ogni risposta errata.
Gli studenti che supereranno la prova a riportando un punteggio di almeno di 30 punti, saranno ammessi alla prova
2. Prova pratica al letto del paziente (anamnesi, esame obiettivo) a cui accedono gli studenti che hanno superato la prova scritta.
3. Prova orale a cui accedono gli studenti che hanno superato sia la prova scritta costituita dal questionario che la prova pratica al letto del paziente.
c. rifiuta il voto conseguito alla prova orale
Lo studente che pur avendo superato le prove precedenti:
a. non si presenta all’orale
b. non supera la prova pratica al letto del paziente
c. rifiuta il voto conseguito alla prova orale
deve sostenere nuovamente l’intero esame (prova scritta, prova pratica, orale) all’appello successivo o comunque quando decide di sostenere l’esame.
E' consentito allo studente tenere in sospeso la prova scritta o eventualmente la prova scritta e la prova pratica solo in caso di:
1- malattia debitamente certificata mediante presentazione di certificato medico rilasciato dal proprio medico di base
2 - lutto in famiglia.
Criteri di valutazione: Verrà valutata la prova scritta e le conoscenze secondo il secondo il punteggio stabilito.
Verrà valutata la capacità dello studente di raccogliere:
1. l'anamnesi di pazienti
2. effettuare un esame obiettivo
Verranno valutate inoltre le capacità cognitive dello studente.

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: E' richiesta la conoscenza della patologia malformativa, dismetablica (congenita e acquisita), circolatoria, infiammatoria e neoplastica (incluse le lesioni preneoplastiche) di ciascuno degli organi/apparati sotto riportati:
• apparato tegumentario
• apparato scheletrico e dei tessuti molli
• apparato cardio-vascolare
• sistema nervoso centrale e periferico
• sistema linfoemopoietico
• sistema endocrino
• apparato respiratorio e pleura
• apparato genitale femminile e mammella
• rene e delle vie urinarie
• apparato genitale maschile
• apparato digerente e strutture ghiandolari ad esso annesse

Le conoscenze richieste includono:
reperti macroscopici,
reperti istologicici,
correlazioni clinico-patologiche,
storia naturale delle patologie a più elevato impatto epidemiologico.

Sono richieste conoscenze generali sulle procedure tecniche e organizzative della attività diagnostica propria della Anatomo-patologica:
- Riscontro autoptico;
- Tecniche diagnostiche: istologia, istochimica, immunoistochimica, morfometria, microscopia elettronica e indagini molecolari.
- Indicazioni e limiti dell’esame istologico al congelatore (intraoperatorio).
- Tecniche, applicazioni e limiti della diagnostica citologica (esfoliativa, per apposizione, per aspirazione con ago sottile).
- Richiesta di esame istologico e interpretazione del referto.
- Indicazioni e limiti dell’esame istologico al congelatore (intraoperatorio).
- Procedure e interazione clinico-patologica nelle procedure legate al trapianto d'organo.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: La attività didattica comprende:
- Lezioni frontali;
- Lezioni teorico-pratiche con frequenza di gruppi ristretti/programmati di studenti. Tale attività sarà dedicata all'insegnamento della anatomia patologica macroscopica (autopsia e materiale operatorio) e microscopica (valutazione di preparati citologici/istologici).
E' prevista la organizzazione di attività seminariali e di conferenze clinico-patologiche.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: - R. Rubin, D.S. Strayer, "Anatomia patologica - Patologia d'organo e molecolare". Padova: Piccin Editore, 2014. Cerca nel catalogo

- P. Gallo, G. D'Amati, "Anatomia Patologica La sistematica" vol. 1-2. Torino: UTET, 2007.
Testi di riferimento: