Insegnamento
PSICOLOGIA DEI PROCESSI SENSORIALI
PSN1032132, A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE PSICOLOGICHE COGNITIVE E PSICOBIOLOGICHE
PS1082, ordinamento 2015/16, A.A. 2017/18
1132561
Crediti formativi 6.0
Denominazione inglese PSYCHOLOGY OF SENSORY PROCESSES
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Psicologia Generale
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/scuolapsicologia/course/view.php?idnumber=2017-PS1082-000ZZ-2015-PSN1032132-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile CLARA CASCO M-PSI/01

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Psicologia generale e fisiologica M-PSI/01 6.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 6.0 42 108.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 02/10/2017
Fine attività didattiche 12/01/2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
5 2018 01/10/2017 30/09/2018 CASCO CLARA (Presidente)
BATTAGLINI LUCA (Membro Effettivo)
BRESSAN PAOLA (Membro Effettivo)
RONCATO SERGIO (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Nessuno
Conoscenze e abilita' da acquisire: 1. Apprendere gli aspetti funzionali dei processi sensoriali
2. Utilizzare la psicofica per fare misurazioni sull'integrità dei processi sensoriali:metodi psicofisici per la misurazione della soglia assoluta e differenziale, le leggi psicofisiche, la teoria della detezione del segnale.
3. Apprendere ad apprezzare l'importanza di una appropriata valutazione psicofisica per distinguere le componenti sensoriali da quelle cognitive nella risposta comportamentale.
4. Apprendere la relazione tra valutazione e trattamento dei disturbi sensoriali: il concetto di validazione in psicologia
Modalita' di esame: L’esame sarà scritto e si svolgerà negli appelli istituzionali. Dura circa 90 minuti e si suddivide in due parti. La prima parte consiste di 15-20 domande aperte a risposta breve (2-3 righe) atte a valutare le conoscenze teoriche sui metodi psicofisici e sui meccanismi sensoriali. La seconda parte consiste in 10 esercizi scelti dall’insieme degli esercizi che gli studenti avranno imparato a svolgere in aula.
Criteri di valutazione: La valutazione ha lo scopo di verificare in modo comparativo se lo studente ha acquisito le conoscenze teoriche e metodologiche. Ciascuna delle due parti dell’esame è valutata in trentesimi. Il voto finale corrisponde alla media delle due valutazioni parziali.
Contenuti: Il corso consiste di una parte metodologica introduttiva nella quale saranno illustrati: i) i principali metodi psicofisici per la misurazione della soglia assoluta e differenziale e della funzione psicometrica, 2) le leggi psicofisiche 3) la Teoria della detezione del segnale. Verranno poi introdotti i meccanismi sottocorticali e corticali della visione umana, i meccanismi alla base della visione spaziale, della visione binoculare, della visione del movimento, dell'attenzione visiva, dei movimenti oculari e dei meccanismi visivi del processo di lettura. Il corso comprenderà una breve analisi dei principali meccanismi di codifica nella altre modalità sensoriali.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso consiste di lezioni frontali coadiuvate da esercitazioni pratiche. Le esercitazioni saranno svolte in aula, saltuariamente durante le lezioni teoriche e continuativamente nelle ultime sei lezioni del martedì. Lo svolgimento delle esercitazioni avviene in gruppi di tre studenti con l’aiuto dell’insegnante e/o dell’esercitatore. Gli esercizi riguardano:
- L’uso della funzione psicometrica per misurare soglie assolute e differenziali nei compiti di detezione e discriminazione visiva e uditiva
- L’uso della teoria della detezione del Segnale per misurare sensazione, criterio di decisione e bias di risposta nei compiti di visivi elementari, di attenzione visiva, di ricerca visiva e di memoria visiva
- L’analisi dei movimenti oculari tipici e atipici con particolare riferimento al processo di lettura
- L’analisi dei meccanismi visivi nel processo di lettura
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Alla fine di ogni parte del corso le dispense e le slides relative saranno rese disponibili agli studenti. Il contenuto delle slides sarà ripreso e sviluppato nel testo di riferimento.
Testi di riferimento:
  • Casco C., Processi Sensoriali. Milano: Guerrini Editore www.ebookitalianacademy.it, 2014. Il testo sarà anche disponibile su Moodle, accessibile gratuitamente agli studenti.