Insegnamento
STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE
LE11108368, A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
FILOSOFIA
LE0599, ordinamento 2008/09, A.A. 2017/18
1142104
Crediti formativi 9.0
Denominazione inglese HISTORY OF MEDIAEVAL PHILOSOPHY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/scienzeumane/course/view.php?idnumber=2017-LE0599-000ZZ-2016-LE11108368-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile GIOVANNI CATAPANO M-FIL/08

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso
LE09108368 STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE GIOVANNI CATAPANO LE0598

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline filosofiche M-FIL/08 9.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 9.0 63 162.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 26/02/2018
Fine attività didattiche 01/06/2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE 2016/2017 01/10/2016 30/11/2017 CATAPANO GIOVANNI (Presidente)
MARTINI CECILIA (Membro Effettivo)
CREPALDI MARIA GRAZIA (Supplente)
MORO ENRICO (Supplente)
SALIS RITA MARIA GAVINA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Lo studio della storia della filosofia medievale presuppone una conoscenza di base della storia della filosofia antica, specialmente di Aristotele e del neoplatonismo.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Gli obiettivi di questo insegnamento sono tre:
(1) conoscere le fasi, le caratteristiche, gli autori, i testi e i temi principali del pensiero filosofico sviluppatosi nei secoli V-XIV nell’Occidente latino;
(2) saper riconoscere e collocare in modo storicamente corretto l’apporto dell’epoca medievale all’evoluzione delle dottrine e delle pratiche filosofiche;
(3) saper analizzare e comprendere brevi testi filosofici medievali in traduzione italiana.
«Having a false image of medieval philosophy not only obscures a fascinating area of intellectual enquiry but also [...] distorts our whole understanding of philosophy and its history» (J. MARENBON, Medieval Philosophy. A Very Short Introduction, Oxford: Oxford University Press, 2016, p. 3).
Modalita' di esame: L'esame sarà orale e consisterà in un colloquio individuale della durata di circa 30 (trenta) minuti.
Criteri di valutazione: La valutazione esprimerà, nel voto, il livello di raggiungimento degli obiettivi prefissati (si veda la sezione “Conoscenze e abilità da acquisire”). Completezza di informazione, precisione di analisi concettuale e correttezza terminologica saranno considerate condizioni indispensabili per una valutazione alta.
Contenuti: A lezione saranno svolte le seguenti unità didattiche:
(1) Agostino di Ippona;
(2) il pensiero latino da Boezio ad Anselmo d’Aosta;
(3) maestri e scuole in Francia nel XII secolo;
(4) filosofia e teologia nel XIII secolo;
(5) Tommaso d’Aquino;
(6) la filosofia dei teologi da Duns Scoto a Wyclif.
Riferimenti alla teologia bizantina e alla filosofia in lingua araba saranno fatti in funzione del loro influsso sul pensiero latino.
Gli studenti che sostengono l’esame per 6 (sei) crediti (42 ore) porteranno all’esame solo 4 (quattro) di queste unità didattiche, a loro scelta.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il metodo didattico prevalente sarà la lezione frontale. Le lezioni includeranno la lettura e l'analisi di brevi testi medievali in traduzione italiana. La frequenza è vivamente consigliata.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Il manuale diretto da U. Curi indicato nella sezione "Testi di riferimento" sarà pubblicato all'inizio del 2018. I capitoli in programma, di cui è autore G. Catapano, sono quelli corrispondenti alle unità didattiche elencate nella sezione "Contenuti". Gli studenti frequentanti saranno interrogati solo sulle parti spiegate a lezione. Gli studenti non frequentanti porteranno all'esame il capitolo su Agostino e tutti i capitoli delle sezioni intitolate "La filosofia medievale al di fuori delle università" e "La filosofia scolastica nei secoli XIII e XIV".
Ulteriori indicazioni bibliografiche potranno essere fornite durante lo svolgimento del corso. Gli studenti non frequentanti troveranno gli eventuali aggiornamenti on-line nella webpage del docente.
Testi di riferimento:
  • M. BETTETINI, L. BIANCHI, C. MARMO, P. PORRO, Filosofia medievale, con la collaborazione di F. Paparella. Milano: Raffaello Cortina Editore, 2004. Gli studenti frequentanti saranno interrogati solo sui brani letti a lezione Cerca nel catalogo
  • U. CURI (a cura di), Sapere aude [titolo provvisorio], vol. I. Torino: Loescher (codice 9788858304204), 2018. Per le parti da studiare, si vedano le "Eventuali indicazioni sui materiali di studio"