Insegnamento
STORIA DELL'UNIVERSITA'
LE03119588, A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE STORICHE (Ord. 2017)
LE0607, ordinamento 2017/18, A.A. 2017/18
1159330
Crediti formativi 9.0
Denominazione inglese HISTORY OF UNIVERSITY
Sito della struttura didattica http://www.dissgea.unipd.it/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Storiche Geografiche e dell'Antichità (DISSGeA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile DONATO GALLO M-STO/01

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso
LE02119588 STORIA DELL'UNIVERSITA' DONATO GALLO LE0611

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Storia generale ed europea M-STO/01 9.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 9.0 63 162.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 03/10/2017
Fine attività didattiche 19/01/2018

Syllabus
Prerequisiti: Non vi sono prerequisiti specifici sul piano disciplinare; dato il suo carattere di approfondimento specialistico, il corso dà per presupposta una conoscenza generale della storia dal medioevo all'età contemporanea.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Conoscenza aggiornata, storiograficamente e problematicamente, del processo di nascita e sviluppo delle università nell’Europa del medioevo (sec. XII-XV), tra universalità dei 'saperi alti' e avvio di esperienze istituzionali in contesti politici e istituzionali assai differenti. Conoscenza di alcune linee della storia istituzionale delle università europee nell'Ancien Régime (sec. XVI-XVIII), delle trasformazioni del sec. XIX, della struttura universitaria italiana dall'Unità al pieno sec. XX. Conoscenza di alcune linee della storia dell'Università di Padova (sec. XIII-XVIII).
Modalita' di esame: Esame orale. Sarà valutato l'impegno in eventuali approfondimenti seminariali.
Criteri di valutazione: Non essendo programmabile una regolare valutazione in itinere, si attuerà una prima valutazione, preliminare al colloquio finale, dalla frequenza alle lezioni e dalla partecipazione con domande o interventi. La pertinenza, la completezza, il livello di approfondimento, la capacità personale di rielaborazione e di collegamento degli argomenti trattati con altri aspetti storici e culturali fungerà da griglia di valutazione ascendente.
Contenuti: 1) "Studium” e "universitas": per una semantica storica dei termini. Storia della università o storia delle università? Intellettuali o uomini di cultura? 2) Dalla crisi della scuola antica alle scuole nell'alto medioevo. Scuole del mondo bizantino. Scuole del mondo islamico. 3) La disponibilità di nuovi testi e le traduzioni. Le nuove proposte e laristrutturazione dei saperi, la 'rinascita del XII secolo'. Nuove scuole, nuovi maestri; i "clerici vagantes". 4) Le scuole francesi e l'emergere di Parigi; le vicende iniziali della 'licentia docendi'. Il "modello parigino". 5) Bologna, la rinascita giuridica e la scuola dei glossatori. Federico Barbarossa e la legge (Autentica) "Habita". Il "modello bolognese". 6) 1190-1231: quattro decenni cruciali nella storia degli Studia in Europa. 7) Esperienze universitarie in ambito italiano dal XIII al XV secolo: la diffusione delle "universitates" studentesche e le iniziative dei poteri pubblici. 8) Prospettive di storia sociale delle popolazioni studentesche nel medioevo.
9) Materie e curricula formativi: campi disciplinari; “atti scolastici” e metodi didattici; generi letterari. 10)
L'università medievale all’apogeo e i suoi contestatori: le critiche alle "strutture", alle discipline ed al "sistema dei saperi" in età umanistica. 11) Le fonti storiche per la conoscenza di studenti e dottori. 12) Linee di storia dello Studio di Padova dalle origini al Settecento. 13) L'università medievale all’apogeo e i suoi contestatori: le critiche alle "strutture", alle discipline ed al "sistema dei saperi" in età umanistica. La "geografia universitaria" dell’Europa del tardo medioevo. 14) Aspetti di storia istituzionale delle università europee nell'Ancien Régime (sec. XVI-XVIII). 15) Il tornante dell'età napoleonica e l'idee di Università nel sec. XIX. 16) Aspetti dell'università italiana dall'Unità nazionale al pieno sec. XX.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezione frontale; eventuali attività seminariale. Approfondimenti con lettura e discussione di fonti (in originale e in traduzione italiana) e di saggi specifici. La struttura seminariale sarà adottata nello svolgimento del n. 12 dei contenuti e nella parte finale del corso da 9 CFU (ore 43-63 di lezione).
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Gli studenti impossibilitati alla regolare frequenza SONO TENUTI a concordare un programma dettagliato con il docente (anche via mail). Saranno messi a disposizione su moodle documenti letti e commentati a lezione. Gli studenti che devono sostenere l'esame da 6CFU usufruiranno di una riduzione di programma punti 11, 14-15-16 dei Contenuti e nelle letture a scelta (vedi indicazioni nelle note dei testi di riferimento).
Si avverte che il libro di Pellegrini (n. 1) risulta già fuori commercio, ma è reperibile in varie biblioteche di ateneo. Il testo al n. 2, che non lo sostituisce completamente, sarà utilizzato per discuterne alcune tesi di fondo. Gli studenti che frequentano con regolarità seguiranno gli appunti dalle lezioni.
Al n. 8 dei Contenuti) pertiene lo studio del saggio di Bortolami (vedi Testi di riferimento, n. 3), che sarà messo a disposizione dal docente, e di altri saggi nei volumi al n. 4 e al n. 5 dei Testi di riferimento. Il titolo n. 4, fuori commercio, è legalmente accessibile nel sito di "Reti Medievali: http://rm.univr.it/biblioteca/scaffale/volumi.htm#Roberto Greci). I saggi indicati al n. 6 sarano resi disponibili dal docente. La lettura dei tre capitoli/saggi indicati al n. 7 dei contenuti (volume disponibile anche on-line con accesso dalla rete d'Ateneo) è caldamente consigliata almeno agli studenti di Scienze storiche.
Altri materiali (articoli e saggi anche in lingue diverse dall'italiano) saranno indicati per le aventuali attività di taglio seminariale.
Testi di riferimento:
  • PELLEGRINI Luigi, L'incontro tra due "invenzioni" medievali: Università e Ordini mendicanti. Napoli: Liguori, 2005. Capitoli 1-2-3, 5. A scelta in alternativa al n. 2. Cerca nel catalogo
  • WITT Ronald G., L'eccezione italiana: l'intellettuale laico nel Medioevo e l'origine del Rinascimento (800-1300). Roma: Viella, 2017. I capitoli che saranno discussi a lezione. Cerca nel catalogo
  • BRIZZI Gian Piero, DEL NEGRO Piero, ROMANO Andrea (eds.), Storia delle università in Italia. Messina: Sicania, 2007. vol. I, pp. 65-115, BORTOLAMI Sante, Gli studenti delle università italiane.
  • GRECI Roberto (ed.),, Il pragmatismo degli intellettuali. Origini e primi sviluppi dell’istituzione universitaria. Torino: Scriptorium-Paravia, 1996. Studio dei saggi indicati a lezione ed altri a scelta (3 saggi per il corso da 6CFU, 6 per il corso da 9CFU). Cerca nel catalogo
  • PINI Anton Ivan, Studio, università e città nel medioevo bolognese. Bologna: CLUEB, 2005. I saggi indicati a lezione ed altri a scelta (totale 4 saggi per il corso da 6CFU; 6 saggi per il corso da 9CFU)
  • DEL NEGRO Piero (ed.), L’Università di Padova. Otto secoli di storia. Padova: Signum editrice, 2002. Saggio pp. 15-33. GALLO D. (studio per tutti); pp. 35-71 saggio DEL NEGRO P. (lettura obbligatoria per gli studenti del corso da 9CFU)) Cerca nel catalogo
  • PRODI Paolo, Università dentro e fuori. Bologna: Il Mulino, 2013. cap. 1-3: lettura vivamente consigliata per il corso da 9 CFU Cerca nel catalogo