TESSARI PAOLO

Recapiti
2991c6ab5d4febca7555d6f3b97d0d9f Posta elettronica 2991c6ab5d4febca7555d6f3b97d0d9f
Struttura Dipartimento di Medicina (DIMED)
Telefono 0498211748
Qualifica Professore ordinario
Settore scientifico MED/50 - SCIENZE TECNICHE MEDICHE APPLICATE
Rubrica di Ateneo  Visualizza
 

Orario di ricevimento
Studio presso il Dip. di Medicina, Laboratori, piano rialzato del Policlinico, stanza n. 8 Da concordare con il Docente a seconda del tipo di corso seguito
(aggiornato il 14/05/2014 18:39)

Proposte di tesi
1. Prevenzione della sarcopenia nell'anziano.

2. Rapporti tra fabbisogni nutrizionali di aminoacidi essenziali ed impatto ambientale nella produzione di nutrienti.

3. Incretine ed effetti sulla funzione cognitiva.

4. Il latte come alimento polifunzionale: studi in vivo.

5. Turnover proteico nelle nefropatie, nelle epatopatie e nel diabete mellito.

6. Meccanismi fisiopatologici di iperomocisteinemia nell'ipertensione arteriosa.

Curriculum Vitae
CV del Prof. Paolo Tessari
Il Prof. PAOLO TESSARI è nato a Padova il 16/4/1952. Si è laureato in Medicina e Chirurgia a Padova nel 1977 con il massimo dei voti e la lode, si è specializzato in Endocrinologia e Malattie Metaboliche nel 1984, ed in Cardiologia nel 1991. E’ sposato, ha due figli.
Nel 1988-1992 è stato Ricercatore Universitario Confermato; nel 1992-2006 è stato Professore Associato in Medicina Interna; dal 2006 è Professore Ordinario di Scienze Tecniche Mediche Applicate. Ha svolto la maggior parte della sua attività scientifica e clinica presso le Cattedre di Malattie del Metabolismo e Diabetologia, e di Gerontologia e Medicina Interna, dell’Università di Padova, dirette rispettivamente dai Proff. Antonio Tiengo e Gaetano Crepaldi.
I suoi interessi di ricerca si sono inizialmente diretti allo studio della regolazione dei substrati energetici, in particolare lipidici, sia nell'uomo che nell'animale sperimentale. Nel 1981-1982 è stato Research-Fellow presso la “Endocrine Research Unit” della Mayo Clinic, Rochester, USA, sotto la direzione dei Proff. M.W. Haymond e J.E. Gerich, applicando metodologie di studio del metabolismo degli aminoacidi in vivo mediante infusioni isotopiche sia nell’uomo che nell’animale, ed occupandosi del metabolismo del glucosio nel diabete di tipo 1. Dal 1993 si è dedicato allo studio del turnover proteico ed aminoacidico nell'uomo mediante l'uso di isotopi stabili. Si è in particolare occupato dello studio degli effetti anabolici di substrati ed ormoni in condizioni fisiologiche, e delle alterazioni del metabolismo proteico in condizioni patologiche, quali diabete di tipo 1 e 2, endocrinopatie, cirrosi epatica, nefropatie. Ha sviluppato una tecnica multi-isotopica per lo studio del metabolismo post-prandiale degli aminoacidi. Per i suoi contributi originali in tali ambiti, nel 1990 ha vinto il premio Nazionale della Società Italiana di Diabetologia. In collaborazione con il Prof. Garibotto delll'Università di Genova, ha studiato la cinetica degli aminoacidi a livello d'organo (gamba, distretto splancnico, rene) nell'uomo mediante combinazione di cateterismo d’organo ed infusioni isotopiche, valutando anche gli effetti dell'acidosi metabolica. Più recentemente si è dedicato allo studio della cinetica di aminoacidi e composti coinvolti nella malattia vascolare (metionina, omocisteina, arginina, ossido nitrico) sia nel diabete di tipo 2, che nell'invecchiamento, nell'ipertensione, nell'ipercolesterolemia, valutando anche gli effetti dell'insulina. Dal 2002 di è dedicato anche a studi di proteomica ed espressione genica in fibroblasti cutanei in coltura da pazienti con diabete di tipo 1, anche in relazione alla presenza di complicanze microvascolari renali. E' autore di oltre 120 pubblicazioni su riviste internazionali con referee.