Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
LETTERE E FILOSOFIA
MEDIAZIONE LINGUISTICA E CULTURALE
Insegnamento
MEDIAZIONE LINGUISTICA DI FRANCESE 2
LEM0017006, A.A. 2011/12

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2009/10

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
MEDIAZIONE LINGUISTICA E CULTURALE
IF0312, ordinamento 2008/09, A.A. 2011/12
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 12.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese MEDIATION 2 (FRENCH)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione FRANCESE
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile GENEVIEVE MARIE HENROT L-LIN/04
Altri docenti LUCIANA TIZIANA SOLIMAN L-LIN/04

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LEM0017009 LINGUA FRANCESE 3 GENEVIEVE MARIE HENROT LE0603

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Linguaggi settoriali, competenze linguistiche avanzate e mediazione linguistica da/verso le lingue di studio L-LIN/04 12.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Annuale
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
ESERCITAZIONE 3.0 21 54.0
LEZIONE 9.0 42 183.0

Calendario
Inizio attività didattiche 26/09/2011
Fine attività didattiche 16/06/2012
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2017/18 Ord.2008

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
5 1213 01/10/2012 30/11/2013 HENROT GENEVIEVE MARIE (Presidente)
SOLIMAN LUCIANA TIZIANA (Membro Effettivo)
BETTONI ANNA (Supplente)
PIACENTINI MIRELLA (Supplente)
4 1011 01/10/2010 30/11/2011 PIVA MARIKA (Presidente)
HENROT GENEVIEVE MARIE (Membro Effettivo)
BETTONI ANNA (Supplente)
3 1415 01/10/2014 30/11/2015 HENROT GENEVIEVE MARIE (Presidente)
SOLIMAN LUCIANA TIZIANA (Membro Effettivo)
BETTONI ANNA (Supplente)
PIACENTINI MIRELLA (Supplente)
2 1314 01/10/2013 30/11/2014 HENROT GENEVIEVE MARIE (Presidente)
SOLIMAN LUCIANA TIZIANA (Membro Effettivo)
BETTONI ANNA (Supplente)
PIACENTINI MIRELLA (Supplente)
1 1112 01/10/2011 30/11/2012 HENROT GENEVIEVE MARIE (Presidente)
SOLIMAN LUCIANA TIZIANA (Membro Effettivo)
BETTONI ANNA (Supplente)
PIACENTINI MIRELLA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: INSEGNAMENTO A SVOLGIMENTO ANNUALE, da inizio ottobre a metà giugno.
L'insegnamento di Lingua francese 3° livello per i corsi in Mediazione Linguistica e Culturale II e Lingue e Culture Moderne III (3° anno della laurea triennale) richiede il superamento propedeutico degli insegnamenti di Lingua Francese 1 (1st anno della laurea triennale) e di Mediazione Linguistica e Culturale I - Lingua francese II (2° anno della laurea triennale). Richiede di conseguenza l'acquisizione di un buon livello B1 nelle sue quattro competenze di comprensione/produzione scritta/orale. Presuppone inoltre l'approfondimento delle strutture microsintattiche della lingua francese, sia a livello teorico linguistico che pratico. Per il corso in Mediazione linguistica e Culturale, l'approccio teorico-pratico di traduttologia iscritto al programma del secondo anno è anch'esso propedeutico al modulo di terminologia per la traduzione programmato per il terzo anno.
Risultati di apprendimento previsti: Al termine dell'insegnamento, gli studenti di entrambi i Corsi di Studio (LCM, MZL) avranno acquisito una conoscenza approfondita e scientificamente aggiornata di tutte le articolazioni sintattiche (semplici e complesse) della lingua francese. Saranno in grado di produrre un'analisi affinata di testi scritti, necessaria alla padronanza dell'attività traduttiva. Avranno acquisito buone competenze nell'ambito della "traduction de veille". Le loro competenze orali avranno acquisito maggiore scioltezza e proprietà professionale mediante la partecipazione alle simulazione globale. Nel complesso, si attende il raggiungimento di un buon livello B2 nelle sue quattro abilità (comprension/produzione scritta/orale).

Per il corso di Mediazione Linguistica e Culturale, la ricerca terminologica sarà diventata familiare; lo studente sarà in grado di costruire e analizzare corpora testuali specialistici digitali ai fini terminologici.
Contenuti: 1) MACROSINTASSI (I semestre - Prof. Henrot): stato dell'arte delle conoscenze teorico-linguistiche concernenti i tipi di frase e i costrutti semplici e complessi (paratassi, ipotassi) della lingua francese; ad un livello superiore di composizione testuale, si studiano approfonditamente la classe dei connettivi e la progressione tematica del testo. Esercitazioni applicative in presenza e in rete saranno proposte secondo un percorso progressivo durante tutta la durata del modulo.

2) DIDATTICA ASSISTITA (I e II semestre) : ESPRESSIONE ORALE (Dott. Montfort): simulazione globale, con frequenza assidua obbligatoria e valutazione in itinere. ESPRESSIONE SCRITTA (Dott. Baldacci): mira al consolidamento delle tecniche apprese durante il 2° anno, l’affinamento della capacità traslatoria e l’approfondimento dei linguaggi giornalistici. Il corpus testuale su cui viene concentrata l'attenzione è costituito da articoli tratti dalla stampa francese; saranno privilegiati argomenti di vario contenuto informativo (cronaca, politica, cultura, musica, sport, divulgazione economica, scientifica e tecnica, ecc.) in modo da rafforzare la competenza nello scrivere in questa lingua, e acquisire padronanza nei lavori di traduzione. L'insegnante corregge durante l'anno una decina degli elaborati scritti da ognuno degli studenti nell'ambito delle esercitazioni. Il materiale didattico specifico viene distribuito durante le lezioni.

3) TERMINOLOGIA PER LA TRADUZIONE teoria e metodologia (per MZL, II semestre - Prof. Soliman): il modulo esamina la morfologia e la sintassi delle unità lessicali francesi (formazione del lessico) e si focalizza sull'attività terminologica (analisi di testi specialistici ed estrazione terminologica, schedatura dei dati in chiave comparata francese-italiano). Modalità di valutazione: orale.
Programma:
Testi di riferimento: Martin Riegel, Jean-Christophe Pellat, René Rioul, Grammaire méthodique du français. Paris: PUF, --. (già in uso dal 1° anno). Cerca nel catalogo
L’Homme, Marie-Claude, La terminologie, principes et techniques. Montréal: Presses Universitaires de Montréal, 2004. Cerca nel catalogo
Charnet, C. et Robin-Nipi, J., Rédiger un résumé, un compte-rendu, une synthèse. Paris: Hachette, --. Cerca nel catalogo
Sarà fornito, durante le lezioni. altro materiale bibliografico: (in formato digitale), --.
Metodi didattici: 1) MACROSINTASSI: esposizione ex-cattedra con supporto multimediale, completate con interazioni collettive in aula ed esercitazioni individuali interattive predisposte in rete.
2) TERMINOLOGIA: esposizione ex-cattedra alternata ad esercitazioni interattive in aula e individuali.
3) ESERCITAZIONI: ORALI: pratica interattiva intensiva in presenza, a gruppi, previa preparazione lessico-terminologica dell'argomento in gioco. SCRITTE: prestazioni di traduzione-sintesi personali, corrette, verificate e commentate in sedute collettive.
Metodi di valutazione: L'acquisizione delle conoscenze e competenze in programma viene verificata tramite prove teoriche e pratiche.
1) Le PROVE PRATICHE prevedono una prova scritta e una prova orale. La prova scritta richiede una traduzione-sintesi dal francese in italiano di 5 documenti monotematici a carattere tecnico-scientifico. La prova orale consiste in una presa di posizione personale, sotto forma di interazione argomentativa sul tema trattato in traduzione.
2) Le PROVE TEORICHE consistono in una prova scritta a domande multiple, vertenti sulla Macrosintassi, e in una prova orale, di carattere applicativo: analisi macrosintattica di un breve testo in lingua francese. Il modulo di terminologia dà luogo ad una prova orale specifica.

NOTA BENE: non è consentito iscriversi ad una sessione d'esami finché l'esame dell'anno precedente non è stato completato e registrato sul libretto personale. Sono invece accessibili le prove in itinere previste durante lo svolgimento delle attività o ad immediato seguito della loro conclusione (appelli post-modulo).
Altro: La frequenza delle lezioni è caldamente raccomandata, essendo la lezione di lingua una palestra difficilmente sostituibile. Gli studenti che, per gravi motivi documentati, non possano frequentare le lezioni, sono invitati ad informarsi all'inizio del corso sui contenuti e sulle modalità delle prove: verrà dato loro accesso alla piattaforma virtuale che contiene materiale ed esercizi.

Per qualsiasi ulteriore chiarimento o complemento, pregasi rivolgersi alla responsabile del Corso: Prof. Geneviève Henrot (genevieve.henrot@unipd.it)