Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
LETTERE E FILOSOFIA
LINGUE, LETTERATURE E CULTURE MODERNE
Insegnamento
STORIA DELL'ARTE MODERNA
LE30108211, A.A. 2010/11

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2009/10

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
LINGUE, LETTERATURE E CULTURE MODERNE
LE0603, ordinamento 2008/09, A.A. 2010/11
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF MODERN ART
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ALBERTA DENICOLO'

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE22108211 STORIA DELL'ARTE MODERNA ALBERTA DENICOLO' LE0598

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative L-ART/02 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 07/03/2011
Fine attività didattiche 18/06/2011
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2017/18 Ord.2008

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 1011 01/10/2010 30/11/2011 DENICOLO' ALBERTA (Presidente)
TOMEZZOLI ANDREA (Membro Effettivo)
1 1112 01/10/2011 30/11/2012 DENICOLO' ALBERTA (Presidente)
TOMEZZOLI ANDREA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenza della geografia d'Italia e dell'Europa, indispensabile per la comprensione della geografia artistica nel periodo storico considerato.
Capacità di affrontare, facendo tesoro del metodo appreso nel corso dei propri studi, la lettura ragionata del "manuale" proposto come testo utile per l' orientamento dello studente nel campo vasto e complesso della materia e per la discussione con il docente in sede d'esame.
Risultati di apprendimento previsti: La storia dell'arte, come dichiara la denominazione stessa della disciplina, è un ramo della storia; la storia è cronologia: nel corso delle lezioni il docente intende comunicare allo studente gli strumenti metodologici necessari per sapere inquadrare gli avvenimenti artistici nel periodo temporale nel quale sono stati concepiti e che può giustificarne la realizzazione. Connesse alle questioni del tempo o della periodizzazione, sono quelle del luogo o geografiche con particolare riferimento all'arte in Italia e con qualche significativo confronto con l'arte in altre aree dell' Europa. L'identificazione dell'opera d'arte, la sua lettura e il riconoscimento della qualità di ogni proposta formale e stilistica, attraverso il confronto con altre manifestazioni della produzione artistica coeve, rappresentano l'obiettivo dell'insegnamento e,d'altra parte, l'argomento sostanziale della discussione in sede di esame.
Contenuti: Attraverso l'analisi di casi esemplari, la maggior parte delle lezioni sarà dedicata all'illustrazione delle tappe principali della storia dell'arte moderna in Italia, con qualche sondaggio in altre aree dell' Europa. Seguirà un nucleo di lezioni dedicate allo studio di un tema particolare, quello dei rapporti fra Jacopo, Giovanni Bellini e Andrea Mantegna, a Padova e a Venezia, fra il 1450 e il 1460, ritenuto dagli studiosi come nodale per l'evoluzione dell'arte in Italia e utile, d'altra parte, all'illustrazione del metodo di lavoro dello storico dell'arte.
Programma: Si intende, convenzionalmente, con il termine di "età moderna" il periodo storico e culturale che va dalla fine del Trecento all'inizio dell'Ottocento. In arte si vede il succedersi di stili o maniere espressive che, altrettanto convenzionalmente, si identificano con i termini di Gotico internazionale, Rinascimento, Manierismo, Barocco, Rococò, Neoclassicismo. Per la periodizzazione dell'arte fra il Quattrocento e l'Ottocento, le lezioni saranno in particolare dedicate all'illustrazione dei seguenti temi: Il Gotico internazionale in Italia e in Europa;il problema della rappresentazione dello spazio nel XV secolo; l'arte a Firenze e a Venezia all'inizio del Cinquecento; a Roma nell'epoca di Giulio II e di Leone X; Classicismo, Naturalismo e Barocco; a Venezia nel Settecento.
Per Jacopo, Giovanni Bellini e Andrea Mantegna, spostandosi fra Padova e Venezia negli anni cinquanta e sessanta del Quattrocento, si confronteranno, non sempre comodamente, personalità di scultori (per esempio, Donatello), di pittori verso la fine della loro carriera, come Jacopo Bellini, oppure, viceversa, agli inizi come Andrea Mantegna e Giovanni Bellini, di pittori e miniatori, come i due Bellini, all'interno di una ricca e complicata società di colti committenti, dediti, per credo politico e per mestiere, all'arte della guerra (come, per esempio, Jacopo Antonio Marcello, veneziano, e il re francese Renato d'Angiò), ma altresì orientati a celebrare la propria cultura umanistica attraverso gli artisti e le loro opere, uniche e attraenti per la sperimentalità delle proposte, che contano sul dialogo, continuo ma non sempre di piana comprensione, della pittura con la scultura, per il paragone stringente con la miniatura.
Testi di riferimento: P.L. DE VECCHI, A. CERCHIARI, Arte nel tempo, vol.2, tomi I e II; vol 3, tomo I, parte I. Milano: Bompiani, 1991. o ristampe successive
A. DE NICOLO' SALMAZO, Andrea Mantegna e Padova. 1445-1460, in Mantegna e Padova. 1445-1460, catalogo della mostra, Padova 2006. Milano: Skira, 2006. pp. 2-27
Metodi didattici: Lezioni in aula con prioezione di immagini e, se possibile, presso monumenti e musei.
Metodi di valutazione: Esame orale nelle sessioni accademiche
Altro: L'osservazione diretta delle opere d'arte costituisce un' esperienza insostituibile. Si consiglia, per cominciare, la visita di edifici e raccolte pubbliche, per intendersi, per esempio,le chiese e i musei, del luogo in cui si risiede o si compiono gli studi, e, in genere, dei capoluoghi del Veneto.
Si suggerisce di integrare l'apparato delle illustrazioni del manuale consigliato con le tavole dei volumi delle collane dei "Classici dell'arte" Rizzoli e dei "Maestri del colore" e "della scultura" Fabbri, di solito reperibili facilmente nelle biblioteche pubbliche, oltre che in quella del Dipartimento di Storia delle Arti Visive e della Musica, al Liviano, I°piano.
Sono importanti gli appunti presi a lezione, che diventano fondamentali per la parte riguardante Jacopo,Giovanni Bellini e Andrea Mantegna. Le immagini di quest'ultimo argomento sono consultabili presso la biblioteca del Dipartimento di Storia delle Arti Visive e della Musica, Liviano, I° piano.
Gli studenti del corso di studio in Lettere (6 crediti) sono tenuti ad un'accurata preparazione dell'esame sul manuale indicato.
Il programma d'esame è identico per gli studenti non frequentanti.