Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
GIURISPRUDENZA
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
DIRITTO REGIONALE
GI02102061, A.A. 2011/12

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2011/12

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA (Ord. 2008)
GI0270, ordinamento 2008/09, A.A. 2011/12
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum GENERICO - SEDE DI TREVISO [999TV]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese REGIONAL LAW
Sito della struttura didattica http://www.giuri.unipd.it/~giurisprudenza/FOV2-0001AD60/FOV2-0001BC46/FOV2-0001AD6B/
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile FRANCESCA MIGLIARESE CAPUTI

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
GI02102061 DIRITTO REGIONALE FRANCESCA MIGLIARESE CAPUTI GI0270

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINI O INTEGRATIVE D.M.270/04 Attività formative in ambiti disciplinari affini o integrativi a quelli di base e caratterizzanti, anche con riguardo alle culture di contesto e alla formazione interdisciplinare IUS/09 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso A scelta dello studente

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 26/09/2011
Fine attività didattiche 14/01/2012
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
1 A.A. 2013/14 sede Padova 24/10/2013 30/09/2014 MIGLIARESE CAPUTI FRANCESCA (Presidente)
BARDINO NICOLA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: È propedeutico l'esame di Istituzioni di diritto pubblico.
È richiesta inoltre la conoscenza di elementi attinenti al diritto privato e al diritto costituzionale.
Risultati di apprendimento previsti: Scopo del corso è quello di fornire le coordinate di Diritto costituzionale e amministrativo per la comprensione dei problemi del Governo locale nel rapporto tra enti e tra i diversi livelli di Governo.
Contenuti:
Programma: La formazione del modello italiano di amministrazione locale nell'Italia prerepubblicana.
Profili storico-dogmatici. In particolare: dal decentramento come valore costituzionale al decentramento autarchico nella giuspubblicistica italiana di fine Ottocento.
Il comune autarchico nella municipalizzazione dei pubblici servizi.
Autonomia locale, decentramento amministrativo e ordinamento regionale nella visione della Costituzione repubblicana (dal monismo dello Stato-persona al pluralismo sociale e istituzionale).
Il difficile intreccio tra esigenze di riforma del sistema amministrativo, regionalizzazione dello Stato e modalità di raccordo tra autonomia regionale e autonomia di Comuni e Province.
Dalla legge n.142/1990 al T. U. n. 267/2000: un decennio di riforme tra obiettivi di decentramento e obiettivi di modernizzazione dell'amministrazione. In particolare: sussidiarietà, differenziazione, adeguatezza nella distribuzione delle funzioni amministrative secondo la legge delega n.59/1997.
Il nuovo disegno dei rapporti Stato-Regioni-Enti territoriali minori nella legge costituzionale di riforma del titolo V parte II Cost. Problemi di attuazione delle innovazioni costituzionali.
L'ordinamento degli enti locali nel T.U. 267/2000 e nelle prospettive di adeguamento al nuovo quadro costituzionale.
L'autonomia locale come autonomia organizzatoria (statutaria regolamentare). L'organizzazione di Comuni e Province fra indirizzo e gestione.
Autonomia locale e controlli amministrativi.
Forme di cooperazione.
I servizi pubblici locali.
L'autonomia locale come autonomia finanziaria.
Testi di riferimento:
Metodi didattici: Ogni cfu corrisponde a un carico didattico di 8 ore di attività frontale (lezione o seminario) da svolgersi in aula.
Eventuali esercitazioni potranno essere offerte previa valutazione del docente.
Oltre all'attività di tutorato di Facoltà, non sono previste altre specifiche attività di supporto alla didattica.
Non è prevista alcuna attività formativa a distanza.
Le lezioni fanno particolare riferimento alla problematica amministrativistica. Viene sollecitato l'intervento attivo degli studenti.
Metodi di valutazione: La prova di accertamento è in forma orale.
Altro: Testi di riferimento:
F. Migliarese Caputi, Diritto regionale e degli enti locali, Torino 2008.

Altre informazioni:
È prevista la possibilità di seminari.

QUESTO INSEGNAMENTO E' IMPARTITO SOLO PRESSO LA SEDE DI PADOVA