Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
LETTERE E FILOSOFIA
STRATEGIE DI COMUNICAZIONE
Insegnamento
CULTURE, DIFFERENZE, IDENTITA'
LE01122493, A.A. 2011/12

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2011/12

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
STRATEGIE DI COMUNICAZIONE
IF0315, ordinamento 2008/09, A.A. 2011/12
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese CULTURES, DIFFERENCES, IDENTITIES
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile FRANCA BIMBI

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative SPS/08 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso A scelta dello studente

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 26/09/2011
Fine attività didattiche 28/01/2012
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2015

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
4 1213 01/10/2012 30/11/2013 BIMBI FRANCA (Presidente)
PAVAN ANNALISA (Membro Effettivo)
GRIGENTI FABIO (Supplente)
MOCELLIN SILVIA (Supplente)
3 1112 01/10/2011 30/11/2012 BIMBI FRANCA (Presidente)
PAVAN ANNALISA (Membro Effettivo)
GRIGENTI FABIO (Supplente)
MOCELLIN SILVIA (Supplente)
2 1011 01/10/2010 30/11/2011 BIMBI FRANCA (Presidente)
PAVAN ANNALISA (Membro Effettivo)
GRIGENTI FABIO (Supplente)
MOCELLIN SILVIA (Supplente)
1 1415 01/10/2014 30/11/2015 MOCELLIN SILVIA (Presidente)
GRIGENTI FABIO (Membro Effettivo)
PAVAN ANNALISA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Per seguire il Corso in maniera proficua gli studenti devono avere una buona conoscenza dei fondamenti della Sociologia generale e delle comunicazioni di massa. E’ utile anche una preparazione in Psicologia sociale ed in Antropologia culturale. E’ rilevante sapersi orientare nella costruzione di una bibliografia ragionata su tematiche sociali. E’ necessaria una conoscenza della lingua inglese che permetta di consultare con profitto la letteratura internazionale assegnata durante le lezioni. Chi conosce francese e spagnolo può lavorare anche su testi in queste lingue. Si richiede un’attitudine critico-riflessiva sui temi del genere e delle migrazioni ed un impegno a sviluppare le proprie capacità espositive in forma orale e scritta perseguendo la padronanza del linguaggio delle scienze sociali.
Risultati di apprendimento previsti: Alla fine del Corso gli studenti dovranno aver sviluppato le loro capacità di conoscenza e comprensione delle dinamiche sociali delle società multiculturali da un punto di vista degli studi di genere e del pluralismo delle identità; potranno quindi diventar capaci di tener conto della rilevanza delle connessioni tra genere, orientamento sessuale, classe sociale e differenze linguistico-culturali per l’interpretazione del dibattito pubblico, anche dei media, e per analizzare i processi di costruzione sociale delle identità contemporanee. L’attenzione metodologica alla dimensione sessuata della realtà sociale dovrà far parte del loro bagaglio scientifico nell’analisi del discorso, pubblico.
Per quel che riguarda le conoscenze teoriche e la ricerca empirica gli studenti del Corso potranno diventar capaci di orientarsi tra le teorie sociologiche contemporanee relative alle diverse interpretazioni delle culture, dell’intercultura, dei processi di transculturazione, come pure nei dibattiti relativi all’uso di categorie quali alterità, identità, mixité, diaspore e nomadismi, memoria e memorie condivise.
Per quel che riguarda l’analisi dei media, in particolare della stampa, le capacità degli studenti verranno orientate a ripercorrere la ricerca sull’analisi degli stereotipi di genere nella pubblicità a partire dalla teoria e dalla ricerca di Erving Goffman, considerando anche il contributo di Pierre Bourdieu, ed i dibattiti che ne sono seguiti.
Sul piano dello sviluppo della pratica di ricerca il Corso offre agli studenti l’opportunità di svolgere due tipi di esercitazioni: presentazione e discussione pubblica di articoli relativi ai temi del Corso; presentazione scritta di analisi di testi pubblicitari che utilizzano il corpo femminile e/o maschile seguendo o meno gli stereotipi di genere con particolare riferimento alla violenza simbolica ed al confronto tra culture. Questa parte del Corso ha l’obiettivo di formare praticamente gli studenti ad analizzare le diverse dimensioni del conflitto sociale attorno al corpo femminile in una società multiculturale e della comunicazione globalizzata, tenendo particolarmente conto dei rapporti tra violenza simbolica e libertà individuale, tra rappresentazioni dell’erotismo e funzioni di mercato.
Alla fine del Corso gli studenti dovranno essere in grado di presentare il percorso delle loro acquisizioni teoriche e pratiche producendo lo schema di un progetto di ricerca originale sul tema delle rappresentazioni mediatizzate del corpo femminile.
Contenuti: Il Corso declina i tre concetti di base –culture, differenze, identità- presentando le principali linee del dibattito sociologico sul rapporto tra multiculturalismo e studi delle donne, studi di genere. Il Corso si avvale di un approccio sociologico interpretativo al multiculturalismo, utilizzando una prospettiva degli studi di genere orientata dall’attenzione alle diversità costruite all’interno delle culture egemoni, al pluralismo delle identità, alle tensioni tra differenze culturali costruite ed autodefinite. Verranno analizzati criticamente i processi sociali e comunicativi che costruiscono donne, migranti e persone di diverso orientamento sessuale, tenendo conto della sessuazione del discorso, considerandone gli effetti sull’accesso dei soggetti alla sfera pubblica ed ai diritti di cittadinanza. I rapporti di genere vengono utilizzati come modello paradigmatico delle dinamiche e dei conflitti relativi alla costruzione e decostruzione dei significati attribuiti alle identità nelle diverse configurazioni della sfera pubblica. L’analisi delle dinamiche intra e transculturali offrirà chiavi di lettura per interpretare le definizioni egemoni del mondo sociale, le declinazioni del rapporto tra identità ed alterità, la violenza simbolica e la costruzione degli stereotipi, i conflitti per il riconoscimento delle differenze, i processi di trasculturazione e mixité.
L’attenzione del Corso è volta a contestualizzare le trasformazioni della sfera pubblica europea, osservando il rilievo che acquistano i conflitti simbolici per il riconoscimento di modelli d’azione sociale differenti in relazione al genere, alle origini migratorie, agli orientamenti sessuali. Queste trasformazioni in atto verranno contestualizzate in una cornice comune di costrutti interpretativi, relativi a “campi” circoscritti di dinamiche sociali, in cui attori con capitali sociali asimmetrici si confrontano attorno alle definizioni di appartenenza, confini, identità, diversità e differenze, memoria e memorie condivise,esplicitando le trasposizioni di senso, la coesistenza di elaborazioni differenti delle esperienze migratorie, delle diaspore, dei nomadismi. Seguendo un’ottica metodologica intersezionale, le differenze di genere e classe sociale, come le differenze linguistico-culturali, vengono considerate strutture strutturanti coesistenti e necessarie all’interpretazione delle culture, delle rappresentazioni sociali dei soggetti, delle esperienze sociali orientate normativamente.
Sul piano applicativo il Corso introduce all’analisi critica del discorso dei media, attraverso l’analisi della pubblicità e della comunicazione pubblica relativa alle costruzioni del corpo della donna utilizzando l’approccio di Goffman sullo studio delle pubblicità e quello di Bourdieu relativo all’analisi delle rappresentazioni del corpo ed alla violenza simbolica che tende a resta invisibile anche a chi la subisce.
Programma: 1 settimana
Introduzione all’approccio interpretativo allo studio delle culture ed alla rappresentazione dell’esperienza (Clifford Geertz, Ann Swindler, Joan Scott. Indicazione delle letture per gli studenti, organizzazione delle loro relazioni e del timing del lavoro complessivo del Corso.

2 settimana
Gli studi di genere (Bourdieu, Goffman, Young, Bimbi, Di Cori, Trappolin, Yip, Connel). Introduzione della docente, presentazioni di ricerche di giovani studiosi e dottorandi.

3 settimana
Analisi dei processi migratori secondo l’approccio di engenderin migration (Donato et aliae, Morokvasic, Hondagneu-Sotelo, Friedman Stanford, F.A. Vianello). Introduzione della docente, presentazioni di ricerche di giovani studiosi e dottorandi. Relazioni di studenti.

4 settimana
L’approccio dell’intersezionalità (Andersen, Crenshaw, Hill Collins, Yuval‐Davis, Kapur, Anthias). Introduzione della docente, presentazioni di ricerche di giovani studiosi e dottorandi. Relazioni di studenti.

5 settimana
“Gender Advertisements” rivisitato. Il dibattito sulla libertà femminile e la “violenza” mediatica. Confrontando Goffman e Bourdieu: riflessioni su Le couturier et sa griffe e sulle possibili declinazioni della teoria di P.B. sulla violenza simbolica. Organizzazione del lavoro degli studenti: il corpo della donna nella pubblicità e nelle campagne istituzionali contro la violenza sulle donne.

6 settimana
Esemplificazioni sulle costruzioni sociali del corpo femminile. Esempi della docente e da ricerche di giovani studiosi e dottorandi. Relazioni di studenti sugli aspetti teorici della settimana precedente e loro proposte di applicazioni empiriche

7 settimana
Seminario con rappresentanti di Centri Antivolenza e di Associazioni migranti. Tema: La violenza sulle donne nelle diverse costruzioni culturali e il dibattito sull’efficacia delle “campagne” istituzionali contro la violenza.
Presentazioni lavori studenti sull’analisi dei testi pubblicitari prescelti o delle affiches delle “campagne”.

8 settimana
Un caso emblematico: la “campagna” istituzionale del Parlamento francese contro il burqa. Introduzione della docente, presentazione di ricerche di giovani studiosi. Presentazioni lavori studenti sull’analisi dei testi pubblicitari prescelti

9 settimana
Presentazioni lavori studenti sull’analisi dei testi pubblicitari prescelti. Presentazione di un progetto individuale di ricerca sull’analisi dei testi pubblicitari.
Testi di riferimento: Pierre BOURDIEU, IL DOMINIO MASCHILE.. Milano: Feltrinelli, 1998. Cerca nel catalogo
Erving GOFFMAN, LA RITUALIZZAZIONE DELLA FEMMINILITA', a cura di Roberta Sassatelli. Bologna: Il Mulino, Rivista STUDI CULTURALI, pp. 37-70, 2010.
Erving GOFFMAN, IL RAPPORTO TRA I SESSI, a cura di Riccardo Prandini, pp.19-77. Roma: Armando, 2009.
Franca BIMBI, PAROLA CHIAVE "GENERE, DONNA/DONNE" Un approccio eurocentrico e transculturale. Roma: EDS, La Rivista delle Politiche Social, pp.261-297, 2009.
Franca BIMBI, Alberta BASAGLIA (a cura di), VIOLENZA CONTRO LE DONNE. Formazione di genere e migrazioni globalizzate. Milano: Guerini Studio, 2010. OBBLIGATORIO
Erving GOFFMAN, GENDER ADVERTISEMENTS. New York: Harper and Row, 1979.
Francesca Alice VIANELLO, MIGRANDO SOLE. Milano: Franco Angeli, 2009. Cerca nel catalogo
Pierre BOURDIEU, Sul concetto di campo in sociologia, a cura di Massimo Cerulo. Roma: Armando, 2010. Cerca nel catalogo
Metodi didattici: La docente introduce le diverse unità didattiche, presenta strumenti di analisi e modelli di esercitazioni pratiche sul materiale iconografico prescelto. Intervengono nel Corso giovani studiosi e dottorandi che presentano le loro ricerche empiriche tematizzandone gli approcci teorici. Gli studenti frequentanti sono invitati a partecipare ad ogni unità producendo individualmente la presentazione critica su una lettura, ed esempi di ricerca originale sul materiale iconografico individuato. Le presentazioni –che riguardano saggi o capitoli di volumi letti da tutti- introducono la discussione della classe attraverso gli interrogativi teorici e di ricerca messi in luce esplicitamente dai relatori alla fine della loro esposizione. Le presentazioni utilizzano la grafica del power point per sollecitare una presentazione breve, non riassuntiva, che metta in luce i nodi concettuali. Ogni presentazione termina con tre quesiti rivolti sia alla classe che alla docente, che rappresentano gli interrogativi critici sollevati dalla lettura dei testi, a giudizio del presentatore. Il percorso di lavoro di ciascun studente ha l’obiettivo di giungere a definire un’ipotesi per un possibile progetto di tesi di Laurea, dalle ipotesi teorico-interpretative alla ricerca empirica.
Metodi di valutazione: STUDENTI FREQUENTANTI E NON FREQUENTANTI. TRE LETTURE OBBLIGATORIE: UNO DEI TESTI DI BOURDIEU, UNO DEI TESTI DI GOFFMAN, ED INOLTRE BIMBI- BASAGLIA.

STUDENTI FREQUENTANTI: la verifica è fatta sul lavoro svolto durante il Corso e su l'approfondimento di uno dei testi/articoli presentati in classe e scelti anche tra quelli indicati in bibliografia. La verifica riguarda: la qualità della partecipazione alla discussione in classe; la qualità delle presentazioni individuali con power point; la qualità dell'analisi dei "gender advertisements", la qualità del progetto di ricerca. Il risultato insufficiente delle verifiche durante il corso richiede un supplemento di verifica concordato con la docente.

STUDENTI NON FREQUENTANTI: la verifica consiste in un esame orale sui due testi obbligatori e su due testi a scelta tra quelli indicati in bibliografia
Altro: ORARIO E SEDI
INIZIO DEL CORSO: PRIMO SEMESTRE 24 Ottobre
Lunedì ore 8.30-10.30 Aula Geografia
Martedì ore 8.30-10.30 Aula Geografia
Mercoledì ore 8.30-9.30 Aula Geografia


RICEVIMENTO
Lunedì e Martedì: Primo semestre dalle 11 alle 13.30; Secondo Semestre dalle 12.30 alle 14 e su appuntamento previo messaggio e-mail (franca.bimbi@unipd.it)