Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
LETTERE E FILOSOFIA
LINGUE E LETTERATURE EUROPEE E AMERICANE
Insegnamento
STORIA DELLA LETTERATURA TEATRALE MEDIEVALE E RINASCIMENTALE
LE04121592, A.A. 2011/12

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2011/12

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
LINGUE E LETTERATURE EUROPEE E AMERICANE
LE0613, ordinamento 2008/09, A.A. 2011/12
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF MEDIAEVAL AND RENAISSANCE THEATRICAL LITERATURE
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ELISABETTA SELMI L-FIL-LET/10

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE04121592 STORIA DELLA LETTERATURA TEATRALE MEDIEVALE E RINASCIMENTALE ELISABETTA SELMI LE0615

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Lingua e letteratura italiana L-FIL-LET/10 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso A scelta dello studente

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 26/09/2011
Fine attività didattiche 28/01/2012
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
5 2015/17 01/10/2016 30/11/2017 SELMI ELISABETTA (Presidente)
PIANTONI LUCA (Supplente)
RASI DONATELLA (Supplente)
SCANNAPIECO ANNA (Supplente)
4 2015/16 01/10/2015 30/09/2016 SELMI ELISABETTA (Presidente)
PIANTONI LUCA (Supplente)
RASI DONATELLA (Supplente)
SCANNAPIECO ANNA (Supplente)
3 2014/15 01/10/2014 30/09/2015 SELMI ELISABETTA (Presidente)
PIANTONI LUCA (Supplente)
RASI DONATELLA (Supplente)
SCANNAPIECO ANNA (Supplente)
2 2013/14 01/10/2013 30/09/2014 SELMI ELISABETTA (Presidente)
CHEMELLO ADRIANA (Membro Effettivo)
1 2010/11 01/06/2010 30/09/2013 SELMI ELISABETTA (Presidente)

Syllabus
Prerequisiti: Il corso di Storia della letteratura teatrale medievale e rinascimentale richiede alcuni prerequisiti indispensabili per un adeguato approccio ai testi oggetto dell'insegnamento e del lavoro individuale di studio. In primo luogo, è necessaria una buona conoscenza della storia della Origini romanze delle letterature europee e, nello specifico, della letteratura italiana medievale e rinascimentale, così da poter correttamente inquadrare il contesto culturale e genetico in cui si formarono e a cui fanno riferimento le opere che verranno considerate. Si richiede altresì una discreta conoscenza degli strumenti di analisi e interpretazione dei testi letterari.
Per il corso di Scienze dello spettacolo si richiedono adeguate competenze del linguaggio scenico e delle forme della rappresentazione; per i due curricula del corso di Filologia Moderna e di Lingue e Letterature Europee e Americane si richiedano conoscenze di base di Lingua e Letteratura Latina (per Filogia Moderna in particolare) e di Filologia.
Risultati di apprendimento previsti: L'insegnamento di Storia della letteratura teatrale medievale e rinascimentale ha come obiettivo primario l'apprendimento delle competenze metodologiche e critiche necessarie all'analisi del testo letterario considerato nelle sue declinazioni drammatiche e manifestazioni sceniche e spettacolari, nelle sue forme retoriche e nella codificazione dei generi teatrali che meglio hanno saputo esprimere ed interpretare, attraverso i secoli e il variare delle forme, le istanze e lo spirito della "comunicazione" e della scrittura teatrali, dalla fase religiosa e "giullaresca" delle Origini della nostra Letteratura alla rinascita umaninistica di un teatro d'imitazione classica al trionfante classicismo "moderno" dell'età cinquecentesca.
Si prevede di sviluppare competenze didattiche e critiche adeguate a un'ermeneutica del testo letterario drammatico di età medievale e rinascimentale, indagato negli sviluppi storici della trasmissione dei modelli classici e rispetto al costituirsi di una sua tradizione moderna, nonché riguardo alle tipologie e ai generi teatrali più caratteristici delle singole stagioni culturali.
Contenuti: Il percorso didattico si articolerà in tre distinti momenti. 1) In un corpus di lezioni preliminari sulle fonti del teatro medievale, ossia su quella documentazione di scritti, discorsi, trattati, didascalie, testi drammatici superstiti (con particolare riferimento, per la fase altomedievale delle Origini, al genere della "commedia elegiaca" e al modello dei "dialoghi drammatici") che permetterà di illustrare il progressivo affermarsi e "codificarsi", nel passaggio dalla oralità alla scrittura, dei suoi istituti letterari e recitativi/rappresentativi rispetto alle due maggiori diramazioni in cui si articola la scena medievale: "un teatro liturgico da predicare" e "un teatro festivo da recitare". 2) Il corso poi verterà sulla analisi storiografica e letteraria (con un'attenzione, per alcuni casi esemplari documentabili, anche ai contesti culturali della messainscena) delle forme retoriche e dei generi più rappresentativi della rinascita quattrocentesca del teatro umanistico e delle nuove tipologie còlte della Sacra Rappresentazione. 3) L'ultima parte del corso sarà dedicata alla drammaturgia classicistica cinquecentesca, con particolare riferimento alla Tragedia, e al nuovo genere emergente della scena rinascimentale e barocca italiana ed europea, la favola pastorale. Rispetto a tale sezione si cercherà di illustrare i caratteri e modelli più significativi per il costituirsi di una tradizione moderna del teatro europeo.
Programma:
Testi di riferimento: F: Doglio, "Il Teatro scomparso: Testi e spettacoli fra il X e il XVIII sec.", Roma, Bulzoni, 1990, Il Teatro scomparso: Testi e spettacoli fra il X e il XVIII sec.. Roma: Bulzoni, 1990.
M. Oldoni, La 'scena' del Medioevo, in "Lo spazio letterario del Medioevo. Il Medioevo Latino. II vol.. Roma: Salerno, 1994.
S. Carandini, "Teatro e Spettacolo nel Medioevo", in "Letteratura Italiana. Teatro, Musica, Tradizio, Teatro e Spettacolo nel Medioevo, in "Letteratura Italiana. Teatro, Musica e Tradizione dei classici. Torino: Einaudi, 1986.
S. Pittaluga, La scena interdetta: Teatro e Letteratura fra Medioevo e Umanesimo. Napoli: Liguori, 2002. Cerca nel catalogo
Rosvita di Gandersheim, Pafnuntius, in "Dialoghi drammatici", a c. di F. Bertini. Milano: Garzanti, 2000.
Arnolfo di Orléans, Lidia, in "Commedie latine del XII e XIII secolo", a c. di I. Gualandri e G. Orlandi. Genova: Erredi, 1998.
Feo Belcari e Antonia Pulci, San Pafnunzio; La Rappresentazione di Santa Guglielma, in "Sacre Rappresentazioni fiorentine del Quattrocento", a cura di G. Ponte. Firenze: Marzorati, 1974.
Torquato Tasso, Aminta, a c. di B.T. Sozzi. Torino: UTET, 1964. Cerca nel catalogo
Muzio Manfredi, Il contrasto amoroso pastorale. Venezia: G.A. Somasco, --.
Battista Guarini, Il Pastor Fido, a c. di E. Selmi. Venezia: Marsilio, 1999. Cerca nel catalogo
Pietro Benedetti, Il magico legato. Venezia: Alberti, --.
Torquato Tasso, Il Re Torrismondo, a c. di V. Martignone. Parma: Guanda, 1993. Cerca nel catalogo
Prospero Bonarelli, Il Solimano, in "Il Teatro Italiano". Tomo Terzo. Verona: Vallarsi, --.
Note ai testi di riferimento: La Bibliografia critica specifica per i singoli testi e autori verrà fornita durante le lezioni e l'elenco comparirà sulla Pagina docente
Metodi didattici: Il corso si svolgerà con lezioni di tipo frontale, ma si darà anche spazio a qualche intervento seminariale di interesse interdisciplinare, soprattutto riguardo alla ricezione e al riuso contemporanei di testi del teatro medievale.
Metodi di valutazione: La verifica dell'apprendimento si svolgerà con colloqui orali che dovranno tastare le capacità di comprensione e di lettura critica (e in taluni casi filologica) dei testi oggetto del corso. Si richiederà inoltre anche un'adeguata conoscenza generale degli sviluppi storici e dei contesti culturali di riferimento delle tipologie e dei generi drammatici analizzati.
Altro: Gli studenti non frequentanti sono pregati di prendere contatto con la docente per la preparazione del colloquio d'esame. I testi e la documentazione di difficile reperimento del teatro medievale verranno messi a disposizione in fotocopia dalla docente, mentre i testi cinquecenteschi che ancora non sono fruibili in edizioni moderne attestate, possono venire scaricati dal sito informatico della Biblioteca Braidense di Milano (collezione Algarotti) o dal Fondo drammatico dell'Università di Torino (www.opal.unito.it).