Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
SCIENZE POLITICHE
SOCIOLOGIA
Insegnamento
POLITICHE FAMILIARI DELL'UNIONE EUROPEA
SP01122650, A.A. 2011/12

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2011/12

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SOCIOLOGIA (Ord. 2011)
SP1423, ordinamento 2011/12, A.A. 2011/12
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese FAMILY POLICIES OF THE EUROPEAN UNION
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile FRANCA BIMBI 000000000000

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative SPS/07 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 45 105.0

Calendario
Inizio attività didattiche 05/03/2012
Fine attività didattiche 16/06/2012

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
5 2015/16 01/10/2015 30/11/2016 BIMBI FRANCA (Presidente)
DELLA PUPPA FRANCESCO (Membro Effettivo)
TOFFANIN ANGELA MARIA (Membro Effettivo)
VIANELLO FRANCESCA (Membro Effettivo)
4 2014/15 01/10/2014 30/09/2015 BIMBI FRANCA (Presidente)
CAVATORTA GIOVANNA (Membro Effettivo)
DELLA PUPPA FRANCESCO (Membro Effettivo)
GUSMEROLI PAOLO (Membro Effettivo)
PELLEGRINI GIUSEPPE (Membro Effettivo)
TOFFANIN ANGELA MARIA (Membro Effettivo)
VIANELLO FRANCESCA (Membro Effettivo)
3 Commissione 2013/2014 01/10/2013 30/09/2014 BIMBI FRANCA (Presidente)
GUOLO RENZO (Membro Effettivo)
DELLA PUPPA FRANCESCO (Supplente)
TRAPPOLIN LUCA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Il Corso richiede una conoscenza adeguata della Sociologia generale, della Sociologia dei processi culturali e delle discipline relative alla Politica sociale, delle Metodologie della ricerca (in particolare interviste biografiche).
E' richiesta capacità di comprensione dell'inglese nei testi delle discipline sociologiche.
E' richiesta attitudine e passione per la ricerca sul campo.
Risultati di apprendimento previsti: Il Corso mira a introdurre gli studenti alla conoscenza del dibattito europeo sulle forme di famiglia e sulle politiche familiari nel contesto delle modificazioni dei modelli europei di Welfare e nel contesto della formazione della cittadinanza sociale europea in presenza di movimenti migratori e delle fenomenologie di transculturalismo.
Il Corso mira inoltre ad approfondire in particolare le tematiche relative alle famiglie transnazionali, alle trasformazioni dei modelli di genere della femminilità e della maschilità, ai differenti vocabolari culturali sulle definizioni di famiglia e della violenza di genere.
In Corso intende sviluppare negli studenti la capacità di condurre interviste biografiche sulle tematiche delle famiglie transnazionali; la capacità di produrre un proprio progetto di ricerca su “Le condizioni del riconoscimento.Città, migrazioni, rapporti di genere, cittadinanza sociale” attraverso l'uso di interviste biografiche.
Alla fine del Corso gli studenti verranno orientati a produrre un loro progetto di ricerca su "Le condizioni del riconoscimento. Città, migrazioni, rapporti di genere, cittadinanza sociale" con l'utilizzo di interviste biografiche.
Contenuti: Il Corso affronta:
- il dibattito internazionale sulle trasformazioni delle forme di famiglia nella tarda modernità e nella globalizzazione;
- i modelli europei di welfare e delle trasformazioni degli "european gender regimes" nell’Unione Europea a 27;
- il dibattito europeo su modelli di welfare, culture del lavoro di cura e dinamiche della “cittadinanza intima” tra persone di culture diverse;
- il dibattito internazionale sulle famiglie transnazionali; sulle strasformazioni dei modelli di genere della femminilità e della maschilità nei contesti migratori, sui differenti vocabolari culturali relativi alle definizioni di famiglia ed alla violenza di genere.
Programma: TEMATICHE DEL CORSO ED UNITA' DIDATTICHE
1. Forme familiari, rapporti di genere, pluralismo delle identità. Migrazioni e demografia europea: conflitti simbolici e tensioni sociali attorno al lavoro di cura e al corpo femminile.
2. Genere, regimi europei di welfare, dinamiche migratorie. Famiglie, cittadinanza europea e politiche familiari. Genitori soli in Europa. Lavoro di cura e lavori: migrazioni ed invecchiamento. Cura dei figli e nuovi modelli di genitorialità: le politiche dei congedi parentali.
3. Le città come contesti della formazione della cittadinanza sociale europea in presenza di movimenti migratori e delle fenomenologie di transculturalismo. L'approccio di studio della intersezionalità applicato alle dinamiche di cittadinanza multidimensonale e di cittadinanza stratificata.
4.Famiglie transnazionali, trasformazioni dei modelli di genere della femminilità e della maschilità.
5. Differenti vocabolari culturali sulle definizioni di famiglia e della violenza di genere.
Testi di riferimento: Tognetti Bordogna Maria (a cura di), Famiglie ricongiunte. Torino: UTET, 2011.
Vianello Alice Francesca, Migrando sole. Milano: Angeli, 2010. Cerca nel catalogo
Bimbi Franca, Basaglia Alberta, Violenza contro le donne. Formazione di genere e migrazioni globali. Milano: Guerini Studio, 2010. Cerca nel catalogo
Ehrenreich Barbara, Hochschild Arlie Russel, Donne globali. Tate, colf e badanti. Milano: Feltrinelli, 2004. Cerca nel catalogo
Pascall Gillian & Lewis Jane, Emerging Gender Regimes and Policies for Gender Equality in a Wider Europe. Journal of Social Policy: vol. 33, n. 3, pp. 373-394, 2004.
Balbo Laura, Questioni di Sociologia(Ma non solo).OMISSIONI, SILENZI, VUOTI. Napoli: ScriptaWeb, 2011.
Gabriella Paolucci (a cura di), Bourdieu dopo Bourdieu. Torino: Utet, 2010.
Metodi didattici: Le unità didattiche (vedi PROGRAMMA ESTESO) sono introdotte da lezioni frontali della docente cui seguono in parallelo presentazioni di letture da parte degli studenti frequentanti. Le presentazioni –che riguardano saggi o capitoli di volumi letti da tutti- introducono la discussione della classe orientata verso l’individuazione di esempi relativi al contesto italiano ed europeo. Le presentazioni utilizzano la grafica del power point per sollecitare una presentazione sintetica dei nodi concettuali finalizzata a proporre alla discussione collettiva due-tre quesiti sollevati dalla lettura dei testi in relazione alla loro comprensione, alle diverse interpretazioni, alle possibili applicazioni a casi concreti.
Le esercitazioni sui testi saranno affiancate dalla conduzione di alcune interviste biografiche, da utilizzare per produrre da parte di ciascun studente l'ipotesi di un proprio progetto di ricerca su "Le condizioni del riconoscimento. Città, migrazioni, rapporti di genere, cittadinanza sociale". Nel complesso le esercitazioni hanno lo scopo di mettere ciascun studente in grado di definire un’ipotesi per un possibile progetto di ricerca, da applicare per la tesi di Laurea, ma anche in un possibile contesto di stage o professionale.
Metodi di valutazione: STUDENTI FREQUENTANTI E NON FREQUENTANTI: LETTURE OBBLIGATORIE: IL VOLUME A CURA DI MARA TOGNETTI BORDOGNA, IL VOLUME A CURA DI BIMBI-BASAGLIA, I CAPITOLI 2-5-7 DEL VOLUME A CURA DI GABRIELLA PAOLUCCI ("BOURDIEU DOPO BOURDIEU").

STUDENTI FREQUENTANTI: la verifica è fatta sul lavoro svolto durante il Corso e sull'approfondimento di un testo/articolo concordato con la docente.La verifica riguarda: la qualità della partecipazione alla discussione in classe; la qualità delle presentazioni individuali con power point; la qualità delle interviste biografiche condotte (una o due), la qualità del progetto di ricerca. Il risultato insufficiente delle verifiche durante il corso richiede un supplemento di verifica concordato con la docente.

STUDENTI NON FREQUENTANTI: La verifica consiste in un esame orale sulla lettura obbligatoria per tutti, sul testo di Tognetti Bordogna e su un altro a scelta.
Altro: ORARIO
SECONDO PERIODO DEL SECONDO SEMESTRE
LUNEDI, MARTEDI, MERCOLEDI 10.30-12.15
AULA 3 PALAZZO CESAROTTI, via Cesarotti 10/12

RICEVIMENTO
Lunedì e Martedì: Primo semestre dalle 11 alle 13.30; Secondo Semestre dalle 12.30 alle 14 e su appuntamento previo messaggio e-mail (franca.bimbi@unipd.it)