Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
SCIENZE POLITICHE
POLITICA INTERNAZIONALE E DIPLOMAZIA
Insegnamento
STORIA DELL'EUROPA
SPM0013261, A.A. 2011/12

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2011/12

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
POLITICA INTERNAZIONALE E DIPLOMAZIA
SP1426, ordinamento 2008/09, A.A. 2011/12
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF EUROPEAN INTEGRATION
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile LORENZO MECHI SPS/06

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
SPM0013261 STORIA DELL'EUROPA LORENZO MECHI SP1427
SPM0013261 STORIA DELL'EUROPA LORENZO MECHI SP1425

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE storico SPS/06 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 45 105.0

Calendario
Inizio attività didattiche 05/03/2012
Fine attività didattiche 16/06/2012
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2018/19 Ord.2008

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: È indispensabile una buona conoscenza della storia generale dell’Europa del XX secolo.
Risultati di apprendimento previsti: Conoscenza delle grandi linee dell’evoluzione economica e sociale europea dalla fine dell’800 a oggi, con particolare riferimento all’evoluzione dei caratteri del conflitto sociale e della sua gestione; conoscenza delle dinamiche legate alla progressiva affermazione dei diritti politici e sociali nei paesi europei; conoscenza sintetica della nascita, delle caratteristiche e dell’evoluzione dei sistemi di welfare; ruolo giocato, nell’evoluzione degli aspetti appena menzionati, dalla Comunità/Unione Europea e dalle principali organizzazioni internazionali.
Contenuti: Il corso ripercorrerà l’evoluzione del conflitto sociale in Europa a partire dagli ultimi decenni del XIX secolo, cercando di illustrarne le radici e le principali caratteristiche. Mantenendo una costante attenzione sulle trasformazioni economiche fondamentali, saranno inoltre esposti i principali tentativi di rispondere e contenere il conflitto sociale stesso, con una particolare attenzione per le iniziative di carattere internazionale.
Programma: Nel quadro degli aspetti menzionati nella sezione precedente, i contenuti del corso saranno riconducibili ai seguenti grandi capitoli:
1. la progressiva affermazione della democrazia politica nei paesi europei fra la metà dell’800 e la metà del 900, col progressivo allargamento del suffragio, la crescita del ruolo dei parlamenti e le loro conseguenze sul funzionamento dello stato;
2. l’estensione e il consolidamento di diritti sociali nei diversi contesti nazionali, dalle prime esperienze di fine XIX secolo fino all’apogeo del welfare state negli anni 60 del XX;
3. le conseguenze dei suddetti sviluppi sulle dinamiche internazionali, di natura economica e politico-istituzionale;
4. la creazione, soprattutto dopo la seconda guerra mondiale, di meccanismi di governance dell'economia europea e internazionale tendenti a smorzare le dinamiche di cui ai punti 1) e 2), imponendo specifici comportamenti alle autorità politiche nazionali e, piu' in generale, riducendo la capacità di manovra sia dei singoli stati che della gran parte degli altri attori.
Testi di riferimento: Meriggi, Marco, L’Europa dall’Otto al Novecento. Roma: Carocci, 2006. biblioteca Ettore Anchieri, ISS-.E.7437, ISI-.E.3163 Cerca nel catalogo
Mazower, Mark, Le ombre dell’Europa. Democrazie e totalitarismi nel XX secolo. Milano: Garzanti, 2005. biblioteca Ettore Anchieri, ISS-.E.5884, ISP-.E.4995 Cerca nel catalogo
Note ai testi di riferimento: Il programma sopra indicato vale solo per gli studenti non frequentanti. Ai frequentanti sarà via via indicata una serie di letture durante il corso.
Metodi didattici: Per circa 2/3 il corso sarà costituito da lezioni frontali, alcune delle quali tenute da docenti ospiti. Le rimanenti ore saranno dedicate alla presentazione e alla discussione di lavori seminariali, su argomenti concordati all’inizio del corso, da parte degli studenti.
Metodi di valutazione: La valutazione si baserà su un esame scritto finale. Per i frequentanti sarà considerata, oltre all’esito dell’esame scritto, anche la qualità del lavoro seminariale eventualmente presentato e discusso in classe durante il corso.
Altro: