Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
SCIENZE POLITICHE
STUDI EUROPEI
Insegnamento
RELIGIONE E POLITICA NELLA STORIA DELL'OCCIDENTE
SPM0021534, A.A. 2012/13

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2011/12

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
STUDI EUROPEI
SP1866, ordinamento 2011/12, A.A. 2012/13
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum CULTURA POLITICA NELLA SOCIETÀ GLOBALE [003PD]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese RELIGION AND POLITICS IN WESTERN HISTORY
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile PIERLUIGI GIOVANNUCCI M-STO/07

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
SPM0021534 RELIGIONE E POLITICA NELLA STORIA DELL'OCCIDENTE PIERLUIGI GIOVANNUCCI SP1866
SPM0021534 RELIGIONE E POLITICA NELLA STORIA DELL'OCCIDENTE PIERLUIGI GIOVANNUCCI SP1866

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE storico M-STO/04 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 45 105.0

Calendario
Inizio attività didattiche 04/03/2013
Fine attività didattiche 15/06/2013
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2018/19 Ord.2013

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti:
Risultati di apprendimento previsti: Addestrare alla lettura storicizzata del rapporto tra religione e politica nella storia della civiltà occidentale, dall'età antica all'epoca contemporanea, con particolare attenzione alla storia del rapporto tra cristianesimo e sfera politica; fornire categorie e conoscenze storiche di base per acquisire consapevolezza critica del ruolo delle confessioni cristiane nella società moderna e contemporanea.
Contenuti: Parte istituzionale. Storia dei rapporti tra cristianesimo e politica in Occidente fino all'età contemporanea, con particolare attenzione alle modalità con le quali tale rapporto si è originariamente configurato nel mondo tardo-antico; focalizzazione della svolta determinatasi nell'età moderna con la progressiva autonomizzazione del politico; delineazione dei rapporti tra chiese cristiane e istituzioni politiche nell'età moderna e contemporanea.

Approfondimento. Aspetti del rapporto tra politica e religione tra '700 e '900: sacralizzazione della politica; politicizzazione della religione; paradigmi di "civil religion".
Programma: I. Parte istituzionale
Appunti dalle lezioni, integrati da Giovanni Filoramo, Il sacro e il potere. Il caso cristiano, Einaudi, Torino 2009.
II. Approfondimenti. Appunti dalle lezioni, integrati dai seguenti saggi:
Robert Bellah, La religione civile in America, a cura di G. Filoramo, Morcelliana, Brescia 2007.
Ernst-Wolfgang Böckenförde, La formazione dello Stato come processo di secolarizzazione, a cura di M. Nicoletti, Morcelliana, Brescia 2006.
III. Gli studenti non frequentanti sostituiranno i testi al punto II con la lettura di E. Gentile, Le religioni della politica. Fra democrazie e totalitarismi, Laterza, Roma-Bari 2001 e succ.
Tutti i testi indicati sono consultabili presso la biblioteca di facoltà.
Testi di riferimento: Filoramo Giovanni, Il sacro e il potere. Torino: Einaudi, 2009. Cerca nel catalogo
Robert Bellah, La religione civile in America. Brescia: Morcelliana, 2007. Cerca nel catalogo
Ernst-Wolfgang Böckenförde, La formazione dello Stato come processo di secolarizzazione. Brescia: Morcelliana, 2006. Cerca nel catalogo
Note ai testi di riferimento: Gli studenti non frequentanti sostituiranno i testi al punto II con la lettura di E. Gentile, Le religioni della politica. Fra democrazie e totalitarismi, Laterza, Roma-Bari 2001 e succ.
Metodi didattici: Si privilegia la tradizionale lezione frontale, con la possibilità, per gli studenti interessati e disponibili ad un attivo coinvolgimento personale, di un lavoro seminariale, (da tenersi orientativamente nel mese di maggio).
Metodi di valutazione: Prova d’esame orale, tramite colloquio individuale svolto al termine del corso; gli eventuali partecipanti all’attività seminariale potranno fruire di una valutazione specifica sulla base della qualità dell’apporto personale.
Altro: L'insegnamento non prevede propedeuticità. Per una sua migliore fruizione, si presuppone una buona conoscenza della storia generale, moderna e contemporanea, e una conoscenza scolastica della storia tardo-antica e medievale.

Agli studenti interessati a laurearsi nella materia si raccomanda vivamente di sostenere preventivamente l'esame, possibilmente da frequentanti.