Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
LETTERE E FILOSOFIA
FILOSOFIA
Insegnamento
PEDAGOGIA GENERALE
LE05106563, A.A. 2011/12

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2011/12

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
FILOSOFIA
LE0599, ordinamento 2008/09, A.A. 2011/12
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese GENERAL PEDAGOGY
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile GINO DALLE FRATTE

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline demoetnoantropologiche, pedagogiche, psicologiche e economiche M-PED/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso A scelta dello studente

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 05/03/2012
Fine attività didattiche 16/06/2012
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2008

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 Commissioni a.a. 2019-2020 01/10/2019 30/11/2020 CONTE CARMINE MORENO (Presidente)
SIMONI CRISTIAN (Membro Effettivo)
MAGARAGGIA SARA (Supplente)
1 commissioni a.a. 2018-2019 01/10/2018 30/11/2019 CONTE CARMINE MORENO (Presidente)
SIMONI CRISTIAN (Membro Effettivo)
MAGARAGGIA SARA (Supplente)
NOBILE ELENA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Ai fini della migliore fruizione della proposta formativa del corso sono rilevanti un'istanza culturale e un orientamento di pensiero:
> aperti alla sfida epocale dell'Attualità legata alle problematiche, alle emergenze e ai fattori di crisi globale che investono oggi l'uomo nella radicalità delle sue forme di vita personale, comunitaria e sociale;
> disposti a interrogarsi sulla natura, sulle cause e sulle prospettive di tale Attualità, alla ricerca di nuove forme di pensiero e di azione capaci di indicare fondate prospettive di soluzione;
> disponibili a ripensare gli attuali modelli di crescita personale e di sviluppo comunitario e sociale;
> interessati ad approfondire paradigmi teorici e pratici capaci di promozione e realizzazione della persona secondo le istanze della sua intangibile dignità individuale e relazionale;
> aperti, quindi, a nuove prospettive euristiche in grado di rideterminare i campi dei saperi, dei valori e delle azioni a misura dell'uomo, delle sue attuali condizioni di vita, del suo progetto storico e delle sue istanze di trascendenza.
Risultati di apprendimento previsti: Con riferimento ai "Prerequisiti" sopra indicati e ai "Contenuti" e al "Programma" del corso, si attendono, sul piano dell'apprendimento, i seguenti risultati:
> capacità di analisi critica del contesto culturale attuale nelle sue dimensioni attinenti all'educazione e alla formazione;
> capacità di lettura critico-comparativa dei modelli di analisi e intervento adottati in ordine alle problematiche dell'educazione e della formazione;
> conoscenza del quadro antropologico e assiologico giustificativo dell'educazione e della formazione;
> conoscenza dei fondamenti giustificativi e della struttura della pedagogia come scienza nel quadro dell'attuale dibattito sui paradigmi e sui modelli del sapere e dell'agire;
> consapevolezza della specificità e della rilevanza attuale delle professioni educative, formative e pedagogiche in ordine alla realizzazione della persona nelle sue dimensioni individuali, relazionali, comunitarie e sociali.
Contenuti: Le linee di attuazione progressiva degli obiettivi del corso e di conseguimento dei risultati previsti si svolgeranno essenzialmente secondo le seguenti articolazioni:
> Temi, aporie, valenze e prospettive dell'attuale dibattito sull'educabilità della persona.
> Condizioni, possibilità e senso dell'educazione e della formazione tra modernità e postmodernità.
> Fondamenti e prospettive di un'antropologia pedagogica personalista.
> La pedagogia nel panorama scientifico attuale.
> La pedagogia come scienza pratico-prescrittiva.
> Struttura, forme e responsabilità della professionalità educativa, formativa e pedagogica.
Programma: Con riferimento ai "Prerequisiti", ai "Risultati di apprendimento" e ai "Contenuti" sopra indicati, il corso, dedicato ai "TEMI E PROBLEMI ATTUALI DELL'EDUCAZIONE, DELLA FORMAZIONE E DELLA PEDAGOGIA", si propone di introdurre gli studenti alla riflessione critica sui fondamenti e sulle questioni dell'educabilità, dell'educazione e della formazione della persona e sugli aspetti distintivi delle professioni educative, formative e pedagogiche.
La finalizzazione formativa del corso verrà perseguita mediante l'analisi epistemologica delle forme e delle strutture del discorso pedagogico e mirerà ad assicurare un adeguato livello di conoscenza critica delle attuali problematiche, attese, emergenze, teorie e proposte di ordine educativo-formativo nella prospettiva dell'antropologia pedagogica e con attenzione alle istanze giustificative della professionalità educativo-formativa.
Testi di riferimento: Giorgio Chiosso, "I significati dell'educazione. Teorie pedagogiche e della formazione contemporanee". Milano: Mondadori Università, 2009. (i primi cinque capitoli: da pag.1 a pag. 148)
Antonio Da Re, "Le parole dell'etica". Milano: Bruno Mondadori, 2010. (il Capitolo 5 "Naturalismo ed etica", pp. 122-137) Cerca nel catalogo
Gino Dalle Fratte, "Questioni di epistemologia pedagogica e di filosofia dell'educazione". Roma: Armando, 2004. (la Parte seconda) Cerca nel catalogo
Gino Dalle Fratte, "Il 'bene' formazione nella attualità post-moderna", in A. Pavan (a cura di), "La rivoluzione culturale della formazione continua". Napoli: Edizioni Scientifiche Italiane, 2011. (pp. 109-129)
Note ai testi di riferimento: Oltre ai testi sopra indicati lo studio riguarderà gli appunti delle lezioni (a cura dello studente) integrati da fascicoli, passi ed estratti da opere e da materiali didattici forniti dal docente.
Metodi didattici: > Lezione frontale: premessa e/o ricapitolazione; esposizione; verifiche e approfondimenti in termini dialogici e interattivi.
> Esercitazioni seminariali (eventuali): letture e analisi critiche di Autore/i e opera/e.
> Esercitazioni personali: rielaborazione individuale di temi e proposte con discussione collegiale.
Metodi di valutazione: La verifica prevede le seguenti fasi/modalità:
> esercitazioni personali
> eventuali esercitazioni seminariali
> prova orale finale.

Indicatori considerati:
* frequenza regolare e attiva alle lezioni e alle eventuali esercitazioni seminariali (per i frequentanti);
* partecipazione interattiva alla progressiva determinazione dei contenuti del corso e delle parti dei testi oggetto di studio e di preparazione (per i frequentanti);
*organizzazione logica e rielaborazione pertinente e congruente del discorso pedagogico;
* proprietà formale dell'espressione;
* padronanza dei contenuti (livello, estensione, precisione, complementarità).
Altro: > Si provvederà a una adeguata presentazione dei "Testi di riferimento" sopra indicati.
> Eventuali ulteriori indicazioni di studio saranno fornite durante lo svolgimento del corso, in particolare in riferimento all'eventuale attivazione di esercitazioni seminariali integrative per l'analisi di Autore/i e opera/e.
> Gli STUDENTI NON FREQUENTANTI dovranno integrare il programma con lo studio: a) degli ulteriori cinque capitoli della "Antologia di testi" del libro di Giorgio Chiosso, "I significati dell'educazione. Teorie pedagogiche e della formazione contemporanee", sopra indicato (pp.151- 257);
b) del primo capitolo della Parte prima del testo di Gino Dalle Fratte, "Questioni di epistemologia pedagogica e di filosofia dell'educazione", sopra indicato (pp.13-22).