Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
PSICOLOGIA
SCIENZE PSICOLOGICHE COGNITIVE E PSICOBIOLOGICHE
Insegnamento
TEORIE E TECNICHE DEL COLLOQUIO CLINICO-DIAGNOSTICO
PSP3049823, A.A. 2013/14

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2011/12

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE PSICOLOGICHE COGNITIVE E PSICOBIOLOGICHE
PS1082, ordinamento 2011/12, A.A. 2013/14
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese THEORY AND PRACTICE OF CLINICAL DIAGNOSTIC INTERVIEW
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Psicologia Generale
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile PAOLO MICHIELIN 000000000000

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Psicologia dinamica e clinica M-PSI/08 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 03/03/2014
Fine attività didattiche 14/06/2014
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2015

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
7 2019 01/10/2019 30/09/2020 GENTILI CLAUDIO (Presidente)
MICHIELIN PAOLO (Membro Effettivo)
PATRON ELISABETTA (Membro Effettivo)
6 2018-1 01/10/2018 30/09/2019 GENTILI CLAUDIO (Presidente)
MICHIELIN PAOLO (Membro Effettivo)
PATRON ELISABETTA (Membro Effettivo)
5 2017-1 01/10/2017 30/09/2018 GENTILI CLAUDIO (Presidente)
MICHIELIN PAOLO (Membro Effettivo)
PATRON ELISABETTA (Membro Effettivo)
4 2017 01/10/2016 30/09/2017 GENTILI CLAUDIO (Presidente)
MICHIELIN PAOLO (Membro Effettivo)
PATRON ELISABETTA (Membro Effettivo)
3 2016 01/10/2015 30/09/2016 GENTILI CLAUDIO (Presidente)
MICHIELIN PAOLO (Membro Effettivo)
2 2015 01/10/2014 30/09/2015 MICHIELIN PAOLO (Presidente)
GHISI MARTA (Membro Effettivo)
TONETTO LAURA (Membro Effettivo)
01/10/2013 30/09/2014 MICHIELIN PAOLO (Presidente)
TESSARI ANNALISA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenza di base dei modelli teorici di sviluppo normale della personalità e delle principali psicopatologie.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Conoscenze relative alle fasi principali del processo diagnostico, alle funzioni specifiche e agli obiettivi del colloquio clinico-diagnostico.
Conoscenza delle potenzialità e dei limiti del colloquio clinico rispetto agli altri strumenti psicodiagnostici
Conoscenze relative all'individuazione del problema clinico, della sua genesi e mantenimento. Strutturazione dell'anamnesi psicologica. Strumenti psicodiagnostici integrativi del colloquio clinico.
Conoscenze relative alle tecniche di facilitazione, di chiarificazione e di modificazione nella conduzione del colloquio clinico e alle modalità per affrontare le difficoltà e i problemi.
Capacità di organizzare e di svolgere il colloquio clinico-diagnostico in relazione al contesto professionale e ai bisogni del paziente e di costruire con lui un rapporto efficace e un'alleanza.
Capacità di indagare la sintomatologia del paziente, i fattori che la influenzano e le conseguenze sul funzionamento psico.-sociale.
Capacità di studiare i processi di organizzazione cognitiva, affettiva e comportamentale del paziente.
Capacità di organizzare le informazioni raccolte, di integrarle con quelle desunte da altri strumenti (interviste, test, osservazione strutturata, rilevazioni psicofisiologiche), di operare un corretto ragionamento clinico per giungere ad una sintesi psicodiagnostica, di esporre i risultati.
Modalita' di esame: L'esame comprende una prova scritta e un'integrazione orale.
La prova scritta ha una parte con domande a scelta multipla sui contenuti del corso e una seconda parte in cui viene presentato un caso clinico, con le principali informazioni desunte dal primo colloquio e relative al problema/ disturbo e all'anamnesi e la specificazione di difficoltà incontrate.
Allo studente è richiesto di individuare le modalità e i contenuti per gli approfondimenti (sia attraverso gli ulteriori colloqui che, eventualmente, attraverso altri strumenti psicodiagnostici) e di indicare soluzioni per le difficoltà incontrate.
Criteri di valutazione: Oltre alle conoscenze valutate con le domande a scelta multipla dello scritto e con l'eventuale integrazione orale, allo studente è richiesto di mostrare competenze nella conduzione del colloquio e nell'analisi del caso clinico. Viene valorizzata la capacità di prestare contemporaneamente attenzione agli aspetti informativi e a quelli relazionali del colloquio, di individuare le informazioni mancanti e/o da approfondire, di operare un corretto ragionamento clinico, di trovare soluzioni alle difficoltà incontrate.
Contenuti: Fondamenti teorici del colloquio clinico
Il processo e il ragionamento diagnostico
Adattamento del colloquio al contesto professionale e ai bisogni del paziente
Analisi del problema/ disturbo, dei sintomi, delle limitazioni nel funzionamento personale in relazione ai sistemi diagnostici
Le diverse fasi del colloquio clinico (l'invio e la richiesta di appuntamento, il primo colloquio, l'anamnesi psicologica, i colloqui di approfondimento, la restituzione)
Aspetti relazionali del colloquio, la costruzione del rapporto e dell'alleanza
Altri strumenti psicodiagnostici (interviste, test, osservazioni strutturate, misurazioni psicofisiologiche)
Modelli e tecniche del colloquio
Tecniche di facilitazione, di chiarificazione e di modificazione
Gestione del colloquio e soluzione delle difficoltà e dei problemi che si presentano
Integrazione delle informazioni desunte dal colloquio con quelle ricavate dagli altri strumenti ai fini della sintesi psicodiagnostica
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Nelle lezioni gli argomenti sono trattati nei loro aspetti generali, con esposizione di temi esemplificativi, che lo studente dovrà poi approfondire utilizzando le letture suggerite. Sono, inoltre, presentati casi clinici con le informazioni sul problema/ disturbo e l'anamnesi psicologica ricavate nel primo colloquio allo scopo di poter discutere le modalità e i temi dei colloqui successivi.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Le lezioni saranno affiancate da esercitazioni in aula relative a casi clinici esemplificativi. Per chi non potesse frequentare regolarmente, i casi saranno disponibili tra il materiale didattico del corso.
Testi di riferimento:
  • Del Corno F., Lang M., Modelli di colloquio in psicologia clinica. Milano: Franco Angeli, 2002. escluso il capitolo 4 della parte II - Alternative al colloquio clinico Cerca nel catalogo
  • Anchisi R., Gambotto Dessy M., Manuale per il colloquio psicologico. Milano: Franco Angeli, 2009. escluso il capitolo di Palumbo, Scarpuzzi - Il colloquio nella selezione del personale Cerca nel catalogo