Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
SCIENZE DELLA FORMAZIONE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Insegnamento
DIDATTICA GENERALE E PEDAGOGIA SPERIMENTALE (C.I.)
SFN1036262, A.A. 2011/12

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2011/12

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE (Ord. 2011)
SF1333, ordinamento 2011/12, A.A. 2011/12
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum SCIENZE DELL'EDUCAZIONE [002PD]
Crediti formativi
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese GENERAL DIDACTICS AND EXPERIMENTAL PEDAGOGY
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile BIANCA MARIA VARISCO

Moduli che appartengono al corso integrato
Codice Insegnamento Responsabile
SFN1036264 DIDATTICA GENERALE (MOD.A) MARINA SANTI
SFN1036263 PEDAGOGIA SPERIMENTALE (MOD. B) BIANCA MARIA VARISCO

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione  
Anno di corso  

Calendario
Inizio attività didattiche 05/03/2012
Fine attività didattiche 16/06/2012
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2011

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
12 2017/18 01/10/2017 30/11/2018 ZANATO ORIETTA (Presidente)
AQUARIO DEBORA (Membro Effettivo)
BIASUTTI MICHELE (Membro Effettivo)
TOFFANO EMANUELA (Membro Effettivo)
11 2017/18 01/10/2017 30/11/2018 SANTI MARINA (Presidente)
AQUARIO DEBORA (Membro Effettivo)
GRION VALENTINA (Membro Effettivo)
10 2016/17 01/10/2016 30/11/2017 ZANATO ORIETTA (Presidente)
AQUARIO DEBORA (Membro Effettivo)
BIASUTTI MICHELE (Membro Effettivo)
TOFFANO EMANUELA (Membro Effettivo)
9 2016/17 01/10/2016 30/11/2017 SANTI MARINA (Presidente)
AQUARIO DEBORA (Membro Effettivo)
GHEDIN ELISABETTA (Membro Effettivo)
GRION VALENTINA (Membro Effettivo)
VISENTIN SIMONE (Membro Effettivo)
8 2015/16 01/10/2015 30/11/2016 ZANATO ORIETTA (Presidente)
AQUARIO DEBORA (Membro Effettivo)
BIASUTTI MICHELE (Membro Effettivo)
TOFFANO EMANUELA (Membro Effettivo)
7 2015/16 01/10/2015 30/11/2016 SANTI MARINA (Presidente)
AQUARIO DEBORA (Membro Effettivo)
GHEDIN ELISABETTA (Membro Effettivo)
GRION VALENTINA (Membro Effettivo)
VISENTIN SIMONE (Membro Effettivo)
6 2013/14 01/10/2013 30/09/2014 SANTI MARINA (Presidente)
AQUARIO DEBORA (Membro Effettivo)
GHEDIN ELISABETTA (Membro Effettivo)
GRION VALENTINA (Membro Effettivo)
VISENTIN SIMONE (Membro Effettivo)
5 2012/13 01/10/2012 30/09/2013 SANTI MARINA (Presidente)
AQUARIO DEBORA (Membro Effettivo)
GHEDIN ELISABETTA (Membro Effettivo)
GRION VALENTINA (Membro Effettivo)
VISENTIN SIMONE (Membro Effettivo)
4 2014/15 01/10/2014 30/09/2015 ZANATO ORIETTA (Presidente)
AQUARIO DEBORA (Membro Effettivo)
BIASUTTI MICHELE (Membro Effettivo)
LIBRALATO GIOVANNI (Membro Effettivo)
TOFFANO EMANUELA (Membro Effettivo)
3 2014/15 01/10/2014 30/09/2015 SANTI MARINA (Presidente)
AQUARIO DEBORA (Membro Effettivo)
GHEDIN ELISABETTA (Membro Effettivo)
GRION VALENTINA (Membro Effettivo)
VISENTIN SIMONE (Membro Effettivo)
2 Commissione 2013/2014 - Curricolo SED 01/10/2013 30/09/2014 SANTI MARINA (Presidente)
GRION VALENTINA (Membro Effettivo)
AQUARIO DEBORA (Supplente)
1 Commissione 2013/2014 - Curricolo FSRU 01/10/2013 30/09/2014 AMPLATZ CRISTINA (Presidente)
VARISCO BIANCA MARIA (Membro Effettivo)
GREGIANIN ALESSANDRA (Supplente)
LUCHI FRANCESCO (Supplente)

Syllabus: DIDATTICA GENERALE (MOD.A)
Prerequisiti: Abilità di studio e orientamento alla riflessione sul curricolo. Uso elementare di strumenti multimediali.
Risultati di apprendimento previsti: La parte istituzionale del corso si propone di far acquisire i fondamenti della didattica e gli elementi di base della progettazione curricolare. Si introdurranno gli studenti alla natura della disciplina, ai suoi diversi significati, al suo lessico, ai suoi strumenti concettuali e metodologici fondamentali, a partire da una essenziale ricostruzione storica. Verranno inoltre forniti gli elementi basilari della progettazione didattica e le sue coordinate generali, con particolare riferimento all’ambito scolastico. Nella parte monografica si evidenzieranno le problematiche connesse alla creazione di una scuola “a misura di alunno”, precisandone gli aspetti psicopedagogici e didattici, le metodologie e pratiche d’aula, nonché le competenze necessarie ai docenti in questa prospettiva. E’ previsto un laboratorio integrato sul lessico e sugli strumenti concettuali fondamentali della didattica curricolare.
Contenuti: Parte istituzionale: La Didattica generale: significati e fondamenti.
a. cenni storici; dibattito attuale; approcci, ambiti di ricerca e di intervento; azione didattica e teorie dell’apprendimento: modelli a confronto.
b. Lessico fondamentale della disciplina.
c. Didattica generale, speciale, disciplinare: peculiarità e rapporti.
d. Elementi del disegno progettuale per l’intervento didattico.
Parte monografica: Verso una scuola a misura di alunno.
a. Oltre le concezioni didattiche di senso comune: dall’intelligenza come capacità generale alla pluralità delle intelligenze; ereditarietà, immutabilità e predeterminazione dei livelli di apprendimento.
b. Fondamenti psicopedagogici e didattici di una scuola a misura di alunno: intelligenza come forma di adattamento all’ambiente naturale e culturale; intelligenza come forma di abilità in un medium; interdipendenza tra apprendimento e sviluppo.
c. Prospettive metodologiche per una scuola a misura di alunno: didattica individualizzata e didattica personalizzata.
Programma: Vedi campi precedenti
Testi di riferimento: NIGRIS ELISABETTA (a cura di), Edizione breve, Didattica generale. Milano: Guerini Scientifica, 2005. edizione breve. altre edizioni controllare vi siano presenti i capitoli di questa edizione.
SEMERARO RAFFAELLA, Progettazione Didattica. Padova: Domeneghini, 2009. Tutte le edizioni precedenti e successive vanno bene. Controllare titolo capitoli previsti per l'esame. Cerca nel catalogo
BALDACCI MASSIMO, Una scuola a misura di alunno. Torino: Utet, 2002. Anche edizione de Agostini, Novara, 2008 Cerca nel catalogo
Note ai testi di riferimento: capitoli previsti volume E. NIGRIS: G. Seveso, La storia della didattica; E. Nigris, Quale didattica per quale apprendimento; E. Nigris, Quali metodologie per quale apprendimento; E. Nigris, Dalla val
Metodi didattici: Si alterneranno lezioni frontali guidate da supporti multimediali, lezioni interattive e partecipate, momenti di approfondimento su argomenti scelti, discussioni in aula, attività seminariali facoltative. Sono inoltre possibili esercitazioni in itinere.
Metodi di valutazione: Sono possibili modalità diverse di verifica, attraverso prove scritte e colloquio orale.
Descrizione verifica di profitto:
Le prove d'esame consistono in una prova in forma strutturata (risposta chiusa), e una prova integrativa in forma di colloquio orale finale, obbligatorie per tutti. Le prove presentano domande mirate a verificare il livello di appropriazione della materia raggiunto dallo studente, tenendo in considerazione i seguenti criteri: uso appropriato e rigoroso del lessico specifico; chiarezza concettuale; modalità espositiva; approccio critico/problematico; rielaborazione personale; riferimenti teorici. Sono previste anche relazioni integrative sui seminari/laboratori svolti.
Attenzione: il voto finale è unico ed è dato dalla media ottenuta tra il voto di Didattica e quello di Pedagogia Sperimentale. I voti parziali verranno mantenuti non oltre la fine dell’anno accademico in cui la parte di esame è stata sostenuta.
Altro: letture di approfondimento non obbligatorie:

GARDNER H., Formae Mentis. Saggio sulla pluralità dell’intelligenza, Feltrinelli, Milano, 1987.
GARDNER H., Educazione e sviluppo della mente, Erickson, Trento, 2005.
BRUNER J., La cultura dell’educazione, Feltrinelli, Milano, 1997.

Gli studenti frequentanti e non frequentanti devono prendere visione di tutti i materiali (power point, dispense, articoli, ecc.) messi a disposizione nell’area aperta del sito di Facoltà relativa al corso e che costituiscono per tutti parte integrante dell’esame.


Syllabus: PEDAGOGIA SPERIMENTALE (MOD. B)
Prerequisiti: Abilità di studio e scrittura dei testi, corso di Didattica
Risultati di apprendimento previsti: Gli/le studenti/esse dovranno essere in grado di apprezzare pienamente l'evoluzione di metodi e strumenti valutativi applicati/bili alla valutazione di apprendimento e competenza in ambiti di istruzione-formazione.
In particolare dovranno essere in grado di scegliere e orchestrare momenti, strumenti e metodi valutativi (etero-co-auto-valutativi)all'interno della progettazione didattica, al suo sviluppo e continuo monitoraggio, in ottica costruzionista.
Contenuti: Il corso, strettamente collegato a quello di Didattica, si propone di presentare l’evoluzione storica, concettuale e metodologica delle ricerche e delle pratiche valutative in ambito scolastico e formativo. Partendo dalle reali esperienze vissute dagli studenti a riguardo, verranno introdotti i concetti chiave, declinandoli con i diversi approcci o paradigmi educativi e approfondendo la dominante prospettiva costruzionista che considera la valutazione un’attività co-auto-gestita da chi apprende, oltrecché etero-gestita da insegnanti e formatori, e fortemente “situata".
Programma: Contenuto dell’attività formativa:
- cambiamento di paradigmi in educativi;
- dalla progettazione per UD (Unità Didattica) alla progettazione per UdA (Unità di Apprendimento): la questione valutativa;
- dall’individualizzazione alla personalizzazione dei processi d’apprendimento: implicazioni valutative;
- valutazione di apprendimento e competenze e valutazione di sistema: distinzioni e sinergie;
- cosa sono, come si sviluppano e come si valutano le competenze;
- i motori dell’apprendimento e del successo scolastico: motivazione, metacognizione e orientamento attribuzionale;
- valutazione e standard: standard normativi, criteriali e self standard;
- tipi e fasi della valutazione: valutazione diagnostica e prognostica, valutazione formativa e sommativa; etero-co-auto-valutazione;
- nuovi strumenti valutativi, politiche scolastiche europee e orientamenti nazionali.
Testi di riferimento: L. MERCADANTE (a cura di), Co-progettare l’apprendimento. Modelli, esperienze, casi,. Roma: Carocci, 2007. cap. 2 - approfonditamente dal paragrafo 2.3 - e tutto il cap. 3
B.M. VARISCO, Il portfolio. Valutare gli apprendimenti e le competenze. Roma: Carocci, 2004. Della I parte saltare Popper e Bereiter; della II § 10.5; saltare inoltre §§ 23.1; 23.3 Cerca nel catalogo
Metodi didattici: Le lezioni interattive saranno supportate dalla presentazione e analisi di casi videoregistrati.
Struttura della verifica di profitto. Gli/le studenti/esse frequentanti dovranno:
1) ad inizio corso, esprimere le loro concezioni ingenue e testimoniare le loro esperienze di valutazione –come studenti o insegnanti/educatori - attraverso mappa concettuale e compilazione di questionari predisposti dalla docente;
2) rispondere a prove formative intermedie (quesiti a risposte multiple, semiaperte e aperte).
3) Gli/le studenti/esse infine potranno (o dovranno, se la media delle prove scritte sarà insufficiente) affrontare una prova integrativa secondo la modalità sotto esposta.
Per i non frequentanti vedi punto successivo.
4) Gli/le studenti/esse non frequentanti sosterranno l’esame scritto in un’unica sessione. Se non sufficienti, dovranno affrontare una prova integrativa secondo la modalità sotto esposta.
Metodi di valutazione: Descrizione verifica di profitto:
A frequentanti e non frequentanti saranno somministrate prove scritte (con quesiti a risposte multiple, semiaperte e aperte) e sarà consigliato loro di elaborare una mappa concettuale. Durante la prova integrativa (obbligatoria in caso di scritto insufficiente, opzionale in caso contrario) gli/le studenti/esse dovranno affrontare nuovamente le questioni inevase o risolte in modo non adeguato o scorretto nella precedente prova scritta. I personali protocolli scritti già valutati saranno sempre visionabili dagli/dalle studenti/esse durante l’orario di ricevimento della docente, previa iscrizione alla lista ricevimento in Infostudent.
A tutti/e gli studenti/esse si raccomanda comunque di PRESENTARSI ALLE PROVE scritte e a quelle integrative SOLO SE SERIAMENTE PREPARATI/E!!!
Altro: La FREQUENZA del corso è comunque CALDAMENTE CONSIGLIATA!
La FREQENZA della PRIMA lezione (presentazione corso) è OBBLIGATORIA!
Durante la prima settimana di lezione, sarà aperta una lista per iscriversi come effettivi/e frequentanti. Se iscritti/e in tale lista e dimostrata un’assidua frequenza del corso (e parallelo studio dei testi), gli/le studenti/esse potranno sostenere le prove in itinere.
E-mail docente: bianca.varisco@unipd.it
Sede di ricevimento: via B. Pellegrino, 28, I piano, stanza 122
Tel. 049-8271727 (telefonare esclusivamente durante l’orario di ricevimento che verrà specificato, semestre per semestre in Infostudent).
LEGGERE ATTENTAMENTE quanto sopra scritto PRIMA DI TELEFONARE ALLA DOCENTE per informazioni sul corso, sulla bibliografia e sulle modalità d’esame!