Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
SCIENZE DELLA FORMAZIONE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Insegnamento
STORIA DELLA FILOSOFIA
SFN1027627, A.A. 2011/12

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2011/12

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE (Ord. 2011)
SF1334, ordinamento 2011/12, A.A. 2011/12
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum Percorso Comune
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF PHILOSOPHY
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede ROVIGO
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile RICCARDO QUINTO

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Discipline filosofiche, psicologiche, sociologiche e antropologiche M-FIL/03 3.0
BASE Discipline filosofiche, psicologiche, sociologiche e antropologiche M-FIL/06 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 05/03/2012
Fine attività didattiche 16/06/2012
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 2018/19 01/10/2018 30/09/2019 GRIGENTI FABIO (Presidente)
SANO' LAURA (Membro Effettivo)
5 2017/18 01/10/2017 30/09/2018 GRIGENTI FABIO (Presidente)
SANO' LAURA (Membro Effettivo)
4 2016/17 01/10/2016 30/09/2017 GRIGENTI FABIO (Presidente)
SANO' LAURA (Membro Effettivo)
3 2015/16 01/10/2015 30/09/2016 DALLA VALLE MARTINO (Presidente)
SCILIRONI CARLO (Membro Effettivo)
2 2014/15 01/10/2014 30/09/2015 GILARDI ROBERTO (Presidente)
ZAGO GIUSEPPE (Membro Effettivo)
1 2013/14 01/10/2013 30/09/2014 FURLANI SIMONE (Presidente)
ZAGO GIUSEPPE (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Nessuno
Risultati di apprendimento previsti: Il corso si propone tre obiettivi fondamentali:
1. Condurre gli studenti a cogliere la coerenza interna (e le eventuali aporie) delle principali prospettive sviluppate nel corso della filosofia occidentale, comprendendo e articolando sistemi concettuali complessi;
2. Educare all’uso di un linguaggio specifico, cogliendo anche le mutazioni di significato di alcuni termini filosofici nel corso del tempo.
3. Sviluppare la capacità di decodificare un testo filosofico, enucleandone le articolazioni e i guadagni, e riesponendone con linguaggio appropriato i punti principali.
Contenuti: RICERCA FILOSOFICA DEL DIVINO E CRITICA DELLA CONOSCENZA NELLA FILOSOFIA ANTICA, MEDIEVALE E MODERNA

Il corso presenterà le principali figure del pensiero occidentale, mettendo in luce come la ricerca di un ordine razionale della realtà sia approdata a costruire “prove dell’esistenza di Dio” secondo modalità differenti (classificabili come prove “a priori” e prove “a posteriori”) e come la filosofia stessa abbia contrapposto a queste dimostrazioni una serie di critiche. Si metteranno inoltre in luce i presupposti gnoseologici di tali prove e delle critiche ad esse, come pure i risultati delle diverse posizioni in campo morale, ossia sulla possibilità o meno – per la filosofia – di indicare all’uomo una condotta di vita.
In particolare, verranno affrontati i seguenti temi:
a) La nascita della filosofia in Grecia
b) Socrate come modello del filosofo
c) Platone e la scoperta del mondo intelligibile (Lettura del Simposio)
d) Aristotele: il mondo fisico e la risalita a una causa trascendente del moto
e) Concezione della realtà e proposta di vita nelle filosofie ellenistiche
f) Cosmologia e “religione filosofica” nel Neoplatonismo
g) L’incontro tra la filosofia greca e le religioni monoteistiche
g.1) forme del “platonismo cristiano”: Agostino d’Ippona e Anselmo d’Aosta
g.2) ricezione e trasformazione della filosofia greca nell’Islam e nel cristianesimo: Avicenna e Tommaso d’Aquino.
h) Nascita della filosofia moderna
h.1) La “razionalità scientifica” si distacca dalla filosofia: Galileo Galilei
h.2) Conoscenza, metafisica e morale in Descartes
i) Empirismo e razionalismo
l) La filosofia critica di Kant
Programma: • Per i punti a-g si devono leggere le parti corrispondenti di C. Esposito-P. Porro, Filosofia antica e medievale, Laterza, Bari 2009; per i punti h-l è consigliata la lettura delle parti corrispondenti in C. Esposito-P. Porro, Filosofia moderna, Laterza, Bari 2009 (le sezioni del testo saranno precisate nella pagina docente).
• Classici della filosofia letti e commentati a lezione, con la partecipazione diretta degli studenti:
• Platone, Il Simposio, trad. di C. Diano, introduzione e commento di D. Susanetti, Marsilio, Venezia 1992 (e successive ristampe);
• Aristotele, Metafisica Libro XII, capp. 6-9 (il testo sarà disponibile nella pagina-docente);
• Agostino d’Ippona, De libero arbitrio, II, 12, 33 – 15, 39.
• Avicenna, Metafisica, I, 6 (testo in Esposito-Porro, Filosofia antica e medievale, pp. 501-502)
• Anselmo d’Aosta, Proslogion, proemio e capp. 1-4; Gaunilone, Liber pro insipiente e risposta di Anselmo (il testo sarà fornito dal docente)
• Tommaso d’Aquino, Summa theologiae, Ia pars, q. 2, artt. 1-3 (il testo sarà fornito dal docente);
• René Descartes, Meditazioni metafisiche, meditazioni III e V, in Cartesio, Meditazioni metafisiche, a c. di L. Urbani Ulivi, Bompiani, Milano 2002 (il testo sarà fornito dal docente);
• Kant, Critica della ragion pura, Dialettica trascendentale, cap. III (L’ideale della ragion pura), sezioni 3 e 4 (il testo sarà fornito dal docente).
Testi di riferimento: C. Esposito-P. Porro Laterza, Bari 2009, Filosofia antica e medievale,. Bari: Laterza, 2009. Le parti da studiare verranno indicate durante il corso e comunque prima delle singole prove
Platone, Il Simposio, trad. di C. Diano, introduzione e commento di D. Susanetti. Venezia: Marsilio, 1992.
Aristotele, Metafisica Libro XII, capp. 6-9. --: --, --. Il testo sarà messo a disposizione degli studenti dal docente
Agostino d’Ippona,, De libero arbitrio, II, 12, 33 – 15, 39, trad. di G. Catapano, pp. 1029-1041. Milano: Bompiani, 2006. Il testo sarà messo a disposizione degli studenti dal docente
Avicenna, Metafisica, I, 6. --: --, --. (testo in Esposito-Porro, Filosofia antica e medievale, pp. 501-502) Cerca nel catalogo
Anselmo d’Aosta, Proslogion, proemio e capp. 1-4; tr. S. Vanni Rovighi, pp. 71-77. Roma-Bari: Laterza, 2008. Il testo sarà messo a disposizione degli studenti dal docente
Gaunilone, Liber pro insipiente e risposta di Anselmo, tr. di S. Vanni Rovighi, pp. 92-106. Roma-Bari: Laterza, 2008. Il testo sarà messo a disposizione degli studenti dal docente
Tommaso d’Aquino, Summa theologiae, Prima pars, q. 2, artt. 1-3, tr. della redazione ESD, pp. 45-50. Bologna: Ed. Studio Domenicano, 1996. Il testo sarà messo a disposizione degli studenti dal docente Cerca nel catalogo
René Descartes, Meditazioni metafisiche, meditazioni III e V, in Cartesio, Meditazioni metafisiche, a c. di L. Urbani Ulivi, pp. 180-216; 239-255. Milano: Bompiani, 2002. Il testo sarà messo a disposizione degli studenti dal docente
Immanuel Kant, Critica della ragion pura, Dialettica trascendentale, cap. III (L’ideale della ragion pura), sezioni 3 e 4, tr. P. Chiodi, pp. 472-483. Torino: Utet, 1977. Il testo sarà messo a disposizione degli studenti dal docente
C. Esposito-P. Porro, Filosofia moderna. Bari: Laterza, 2009. Il testo è consigliato, ma gli studenti possono studiare gli autori della Filosofia moderma anche in un manuale a propria scelta
Metodi didattici: Metodi didattici:
Le lezioni frontali saranno corredate dalla presentazione di diapositive (slides) che gli studenti potranno trovare preventivamente nella pagina-docente.
La lettura dei classici filosofici richiederà la partecipazione attiva degli studenti, con modalità seminariale

Struttura della verifica di profitto:
Gli studenti potranno scegliere tra una doppia prova scritta (al termine del primo e del secondo periodo di lezione) e una prova orale sull’intero programma.
Metodi di valutazione:
Altro: