Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
SCIENZE DELLA FORMAZIONE
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Insegnamento
PSICOLOGIA DI COMUNITA' E ANTROPOLOGIA CULTURALE (C.I.)
SFO2045597, A.A. 2012/13

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2011/12

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE (Ord. 2011)
SF1334, ordinamento 2011/12, A.A. 2012/13
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum EDUCAZIONE SOCIALE E ANIMAZIONE CULTURALE [002RO]
Crediti formativi
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese COMMUNITY PSYCHOLOGY AND CULTURAL ANTHROPOLOGY (C.I.)
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione Italiano
Sede --
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile FRANCESCO SPAGNA 000000000000

Moduli che appartengono al corso integrato
Codice Insegnamento Responsabile
SFO2045598 ANTROPOLOGIA CULTURALE (MOD. B) FRANCESCO SPAGNA
SFO2045599 PSICOLOGIA DI COMUNITA' (MOD. A) MICHELA LENZI

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione  
Anno di corso  

Calendario
Inizio attività didattiche --
Fine attività didattiche --
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 2014/15 01/10/2014 30/09/2015 SPAGNA FRANCESCO (Presidente)
RAZE' ANNAMARIA (Membro Effettivo)
SCHIAVINATO VALENTINA (Supplente)
1 2013/14 01/10/2013 30/09/2014 SPAGNA FRANCESCO (Presidente)
RAZE' ANNAMARIA (Membro Effettivo)
SCHIAVINATO VALENTINA (Membro Effettivo)

Syllabus: ANTROPOLOGIA CULTURALE (MOD. B)
Prerequisiti:
Risultati di apprendimento previsti: Prerequisiti: nozioni base del pensiero filosofico, storico, psicologico e pedagogico


Acquisizione dei concetti base dell'antropologia culturale, nei suoi aspetti teorici e
metodologici. Comprensione critica dei processi storici e sociali del mondo contemporaneo.
Comprensione della dimensione interpretativa e distributiva della cultura nel contesto
globale. Riflessione sulla complessità e variabilità dei significati e dei valori. Affinamento
delle competenze relazionali in contesti interculturali.


Contenuti: Universalità e differenza. Il concetto di cultura e l'analisi dei processi culturali. La
critica antropologica dell'etnocentrismo e del razzismo. L'antropologia post-coloniale, da
Claude Lèvi-Strauss a James Clifford. Definizione delle società multietniche e multiculturali. Le comunità diasporiche: problematiche dell'integrazione. Etnicità e globalizzazione. Le
rivendicazioni identitarie e la critica antropologica. Organizzazione del significato e
negoziato sui valori. Antropologia dell'educazione. I riti di passaggio. Antropologia della violenza. Metodologia della ricerca etnografica
Programma: Parte generale:
Amalia Signorelli, Antropologia Culturale. Un’introduzione, McGraw-Hill, ultima edizione

Parte monografica:

- WIKAN Unni, “Oltre le parole. Il potere della risonanza”, pp. 97-134 in: CAPPELLETTO Francesca, (a cura di), Vivere l’etnografia, Firenze, Seid, 2009.
- SHEPER-HUGHES Nancy, “Questioni di coscienza. Antropologia e genocidio”, 247-302 in: DEI Fabio (a cura di), Antropologia della violenza, Roma, Meltemi, 2005.
- RIVERA Annamaria, Immaginare gli altri. Etnografia e racconti di vite migranti”, pp.47-62 in: DE LAURI A. – ACHILLI L. (a cura di), Pratiche e politiche dell’etnografia, Roma,Meltemi, 2008.
Testi di riferimento: SIGNORELLI Amalia, Antropologia Culturale. Un’introduzione. Milano: McGraw-Hill, 2011. Cerca nel catalogo
CAPPELLETTO Francesca (a cura di), Vivere l’etnografia. Firenze: Seid, 2009. pp. 97-134: WIKAN Unni, “Oltre le parole. Il potere della risonanza”,
DEI Fabio (a cura di), Antropologia della violenza. Roma: Meltemi, 2005. pp.247-302 SHEPER-HUGHES Nancy, “Questioni di coscienza. Antropologia e genocidio”,
DE LAURI A. – ACHILLI L. (a cura di), Pratiche e politiche dell’etnografia. Roma: Meltemi, 2008. pp.47-62: RIVERA Annamaria, Immaginare gli altri. Etnografia e racconti di vite migranti”,
Note ai testi di riferimento: I testi della casa ed. Meltemi sono disponibili in formato pdf
Metodi didattici: Lezioni frontali, presentazioni power point; discussioni di gruppo, filmati.


Metodi di valutazione: prova orale o scritta

circa 15-20minuti di discussione a partire dai testi d’esame e registrazione del voto.

Domande a tema

Altro:


Syllabus: PSICOLOGIA DI COMUNITA' (MOD. A)
Prerequisiti:
Risultati di apprendimento previsti: - Conoscenza della disciplina, dei suoi principi e dei principali strumenti di intervento di comunità;
- Comprensione ed apprendimento dell'approccio di prevenzione promozione del benessere;
- Acquisizione di un approccio ecologico nell'analisi delle problematiche psicologiche, sanitarie e sociali.
Contenuti: L'insegnamento mira a trasmettere i principali principi della psicologia di comunità, l'approccio di prevenzione e promozione del benessere e l'approccio ecologico ai problemi psicologici, sociali e sanitari. Inoltre, saranno presentati i principali metodi di intervento in Psicologia di Comunità.
Programma: - Definizione della disciplina e della professione “psicologo di comunità”
- I valori della PdC
- La storia della disciplina
- La metafora ecologica e i diversi livelli di intervento sul contesto
- Prevenzione e promozione del benessere
- Ineguaglianze socio-economiche e benessere nelle diverse società
- Capitale sociale, sviluppo civico e partecipazione civica in adolescenza
- Empowerment
- Lavorare con la comunità: la ricerca-azione partecipata
- Esempi di intervento: il Mentoring
- Esempi di intervento: la peer education
- Altri esempi di intervento nella comunità
Testi di riferimento: Santinello, M., Dallago, L., & Vieno, A., Fondamenti di Psicologia di Comunità. Bologna: Il Mulino, 2009. Cerca nel catalogo
Marta, E., & Santinello, M., Mentoring: Un approccio di comunità. Milano: Unicopli, 2010. A scelta (tra il presente testo e "Peer Educator. Istruzioni per l'uso")
Dalle Carbonare, E., Ghittoni, E., & Rosson, S., Peer Educator. Istruzioni per l'uso. Milano: FrancoAngeli, 2004. A scelta (tra il presente testo e "Mentoring: Un approccio di comunità")
Metodi didattici: Le lezioni saranno presentate in maniera frontale, lasciando però ampio spazio alla discussione e alle domande da parte degli studenti.

Si prevedono inoltre attività ed esercizi da svolgere in classe per consolidare e approfondire gli aspetti pratici delle tematiche affrontate durante il corso.
Metodi di valutazione: Esame scritto con domande aperte.
Altro: