Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
MEDICINA VETERINARIA
MEDICINA VETERINARIA
Insegnamento
FISIOLOGIA ED ETOLOGIA VETERINARIA 2
MVM0013032, A.A. 2013/14

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2012/13

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
MEDICINA VETERINARIA
MV0991, ordinamento 2011/12, A.A. 2013/14
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese VETERINARY PHYSIOLOGY AND ETHOLOGY 2
Sito della struttura didattica http://www.unipd.it/corsi/corsi-di-laurea/corsi-di-laurea-magistrale/medicina-veterinaria
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Medicina Animale, Produzioni e Salute (MAPS)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede --
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile GIANFRANCO GABAI VET/02

Moduli che appartengono al corso integrato
Codice Insegnamento Responsabile
MVM0013038 FISIOLOGIA DELLA VITA VEGETATIVA 1 GIANFRANCO GABAI
MVM0013034 FISIOLOGIA DELLA VITA VEGETATIVA 2 ED ETOLOGIA APPLICATA VETERINARIA GIANFRANCO GABAI

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione  
Anno di corso  

Calendario
Inizio attività didattiche --
Fine attività didattiche --
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
4 Commissione valida dall'a.a. 2015/16 01/12/2015 30/11/2019 GABAI GIANFRANCO (Presidente)
MARINELLI LIETA (Membro Effettivo)
BERTOTTO DANIELA (Supplente)
MONGILLO PAOLO (Supplente)
NORMANDO SIMONA ROSARIA CARLA (Supplente)
3 Commissione A.A. 2014/15 01/12/2014 30/11/2015 GABAI GIANFRANCO (Presidente)
MARINELLI LIETA (Membro Effettivo)
BERTOTTO DANIELA (Supplente)
MONGILLO PAOLO (Supplente)
NORMANDO SIMONA ROSARIA CARLA (Supplente)
2 Commissione A.A. 2013/14 01/01/2014 30/11/2014 GABAI GIANFRANCO (Presidente)
MARINELLI LIETA (Membro Effettivo)
BERTOTTO DANIELA (Supplente)
MONGILLO PAOLO (Supplente)
NORMANDO SIMONA ROSARIA CARLA (Supplente)
01/01/2011 31/12/2013 GABAI GIANFRANCO (Presidente)
MARINELLI LIETA (Membro Effettivo)
BERTOTTO DANIELA (Supplente)
NORMANDO SIMONA ROSARIA CARLA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Lo studente deve possedere le conoscenze di base della fisica dei fluidi, delle leggi dei gas, degli scambi termici e dell'elettrofisica. Inoltre, deve conoscere le basi della chimica inorganica, in particolare il concetto di reazione all'equilibrio e di equilibrio acido/base. E' necessaria una conoscenza approfondita dei composti organici coinvolti nel metabolismo degli animali, delle vie metaboliche e del funzionamento delle cellule animali. Infine, è necessaria la conoscenza della struttura macro e microscopica degli apparati degli animali.
Per sostenere l’esame, è richiesto il superamento dell’esame di Fisiologia ed etologia veterinaria 1.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Lo studente acquisirà le conoscenze fondamentali del funzionamento degli apparati circolatorio, respiratorio ed escretore e i meccanismi di controllo ed integrazione con particolare attenzione agli aspetti comparativi. Acquisirà inoltre i fondamenti dei meccanismi di controllo endocrino e neuroendocrino dell’accrescimento e del metabolismo, delle funzioni riproduttive, della lattazione e della termoregolazione degli animali domestici. Apprenderà le reazioni e i moduli comportamentali degli animali d’interesse veterinario, al fine valutare e comprendere le loro condizioni di benessere e qualità della vita.
Infine, lo studente dovrà essere in grado di applicare le conoscenze acquisite per interpretare i fenomeni di adattamento degli animali alle situazioni ambientali e di allevamento, e le alterazioni delle normali funzioni organiche.
Modalita' di esame: La valutazione è eseguita mediante esame orale alla fine del corso. Non sono previste prove 'in itinere'.
Criteri di valutazione: L'esame consisterà nella discussione dei risultati ottenuti dagli studenti durante le esercitazioni e in alcune domande sul programma di entrambi i moduli didattici. Per la valutazione, si terrà conto dei seguenti criteri:
1) la precisione delle informazioni acquisite;
2) la comprensione dei rapporti di integrazione tra i diversi apparati;
3) la capacità di spiegare dal punto di vista dei meccanismi fisiologici appresi alcune semplici situazioni di adattamento degli animali alle condizioni ambientali, di allevamento e di alterazione delle funzioni fisiologiche;
4) la capacità di esporre nel linguaggio appropriato le informazioni acquisite;
5) la capacità di organizzare l'esposizione degli argomenti.