Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
MEDICINA VETERINARIA
MEDICINA VETERINARIA
Insegnamento
FISIOLOGIA DELLA VITA VEGETATIVA 1
MVM0013038, A.A. 2013/14

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2012/13

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
MEDICINA VETERINARIA
MV0991, ordinamento 2011/12, A.A. 2013/14
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 5.0
Denominazione inglese PHYSIOLOGY OF VEGETATIVE LIFE 1
Sito della struttura didattica http://www.unipd.it/corsi/corsi-di-laurea/corsi-di-laurea-magistrale/medicina-veterinaria
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Medicina Animale, Produzioni e Salute (MAPS)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede LEGNARO (PD)

Docenti
Responsabile GIANFRANCO GABAI VET/02

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
MVM0013032 FISIOLOGIA ED ETOLOGIA VETERINARIA 2 GIANFRANCO GABAI

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative VET/02 2.0
BASE Discipline della struttura e funzione degli organismi animali VET/02 3.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
ESERCITAZIONE 1.0 10 15.0
LEZIONE 4.0 40 60.0

Calendario
Inizio attività didattiche 03/03/2014
Fine attività didattiche 14/06/2014
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti: Lo studente deve possedere le conoscenze di base della fisica dei fluidi, delle leggi dei gas, degli scambi termici e dell'elettrofisica. Inoltre, deve conoscere le basi della chimica inorganica, in particolare il concetto di reazione all'equilibrio e di equilibrio acido/base. E' necessaria una conoscenza approfondita dei composti organici coinvolti nel metabolismo degli animali, delle vie metaboliche e del funzionamento delle cellule animali. Infine, è necessaria la conoscenza della struttura macro e microscopica degli apparati degli animali.
Per sostenere l’esame, è richiesto il superamento dell’esame di Fisiologia ed etologia veterinaria 1.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Lo studente acquisirà le conoscenze fondamentali del funzionamento degli apparati circolatorio, respiratorio ed escretore e i meccanismi di controllo ed integrazione con particolare attenzione agli aspetti comparativi. Acquisirà inoltre i fondamenti dei meccanismi di controllo endocrino e neuroendocrino dell’accrescimento e del metabolismo, delle funzioni riproduttive, della lattazione e della termoregolazione degli animali domestici. Apprenderà le reazioni e i moduli comportamentali degli animali d’interesse veterinario, al fine valutare e comprendere le loro condizioni di benessere e qualità della vita.
Infine, lo studente dovrà essere in grado di applicare le conoscenze acquisite per interpretare i fenomeni di adattamento degli animali alle situazioni ambientali e di allevamento, e le alterazioni delle normali funzioni organiche.
Modalita' di esame: La valutazione è eseguita mediante esame orale alla fine del corso. Non sono previste prove 'in itinere'.
Criteri di valutazione: L'esame consisterà nella discussione dei risultati ottenuti dagli studenti durante le esercitazioni e in alcune domande sul programma di entrambi i moduli didattici. Per la valutazione, si terrà conto dei seguenti criteri:
1) la precisione delle informazioni acquisite;
2) la comprensione dei rapporti di integrazione tra i diversi apparati;
3) la capacità di spiegare dal punto di vista dei meccanismi fisiologici appresi alcune semplici situazioni di adattamento degli animali alle condizioni ambientali, di allevamento e di alterazione delle funzioni fisiologiche;
4) la capacità di esporre nel linguaggio appropriato le informazioni acquisite;
5) la capacità di organizzare l'esposizione degli argomenti.

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: Il cuore. Proprietà del muscolo cardiaco. Trasmissione dell’impulso cardiaco. Controllo dell’eccitazione e della conduzione: pacemaker, dominanza, effetto del sistema nervoso autonomo (SNA). Il ciclo cardiaco, toni cardiaci. L’elettrocardiogramma (ECG) normale.
La circolazione. Circolazione generale e polmonare. Distribuzione del sangue. Compliance vascolare. Flusso, pressione e resistenza. Pressione arteriosa, onda del polso. Circolazione venosa, pressione venosa. Microcircolazione e sistema linfatico: scambi capillari.
Regolazione della portata cardiaca. Meccanismo di Frank-Starling e ritorno venoso, effetto del SNA, effetto degli ioni calcio e potassio.
Regolazione del flusso ematico e della pressione arteriosa. Controllo locale, regolazione umorale, meccanismo miogenico. Controllo a breve termine della pressione arteriosa, ruolo del SNA, riflesso barorecettoriale. Regolazione a lungo termine della pressione arteriosa e della volemia; ADH, sistema renina-angiotensina-aldosterone. Circolazione nelle coronarie. Adattamento cardio-circolatorio durante l’esercizio.
La respirazione. Funzioni non respiratorie dell’apparato respiratorio. Ventilazione polmonare, muscoli respiratori, funzioni delle pleuri, pressione alveolare. Compliance polmonare, tensione superficiale, surfattante. Effetto della cassa toracica sull’espansibilità polmonare. Volumi e capacità polmonari. Spazio morto e ventilazione alveolare. Principi fisici degli scambi gassosi. Composizione dell’aria alveolare ed atmosferica. Pressioni parziali dei gas respiratori, meccanismi degli scambi gassosi a livello alveolare e tissutale. Trasporto di ossigeno ed anidride carbonica nel sangue, curva di dissociazione ossigeno/emoglobina, curva di dissociazione dell’anidride carbonica. Circolazione polmonare, gradiente di pressione idrostatica nei polmoni, rapporto ventilazione/perfezione e spazio morto fisiologico.
Regolazione della respirazione. Centri respiratori, recettori polmonari e riflesso di Hering-Breuer. Controllo chimico della respirazione, chemorecettori centrali e periferici. Regolazione della respirazione durante l’esercizio.
Fisiologia renale. Flusso ematico renale. Filtrazione, riassorbimento, secrezione; clearance renale. Velocità di filtrazione glomerulare (GFR). Meccanismo della filtrazione glomerulare, regolazione della GFR. Riassorbimento e secrezione nel tubulo renale. Meccanismi di riassorbimento. Regolazione dell’assorbimento tubulare. Midollare iperosmotica, ansa di Henle e concentrazione dell’urina, ricircolo dell’urea. Riflesso della minzione.
Regolazione dell’osmolarità e del volume del liquido extracellulare. Escrezione dell’acqua in eccesso e conservazione dell’acqua. ADH, osmorecettori e riflesso cardiovascolare (volorecettori). Sete. Natriemia e escrezione del sodio. Angiotensina, fattore natriuretico atriale e aldosterone. Escrezione di calcio e potassio.
Regolazione dell’equilibrio acido-base. pH dei liquidi corporei, origine degli ioni idrogeno. Sistemi tampone: bicarbonato, fosfato, proteine. Equazione di Henderson-Hasselbalch. Regolazione respiratoria dell’equilibrio acido base. Regolazione renale dell’equilibrio acido-base, escrezione degli ioni idrogeno e riassorbimento del bicarbonato. Tamponi del tubulo renale. Acidosi e alcalosi metabolica. Acidosi e alcalosi respiratoria.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il modulo prevede lezioni teoriche frontali, seminari ed esercitazioni pratiche.
Nel corso delle lezioni teoriche sono spiegati gli aspetti principali degli argomenti trattati. In nessun caso, le informazioni contenute nelle diapositive proiettate durante le lezioni possono sostituire il libro di testo.
All'inizio del corso, sarà fornito agli studenti un calendario delle lezioni.
Le esercitazioni hanno lo scopo di famigliarizzare gli studenti con alcuni aspetti applicativi delle conoscenze della fisiologia, quali:
- proprietà del muscolo cardiaco (laboratorio virtuale)
- lettura dell'elettrocardiogramma normale (ECG)
- misura della pressione arteriosa
- apprezzamento dei toni cardiaci e del polso
- analisi chimica dell’urina
- analisi del sedimento urinario
- calcolo della clearance renale
- valutazione dell'equilibrio acido/base.
Per ogni esercitazione, agli studenti sarà fornita una scheda contenente le istruzioni relative a ciascuna esercitazione, le osservazioni da riportare e un questionario per porre in relazione le osservazioni fatte con gli argomenti trattati a lezione. La raccolta di dette schede rappresenta un 'report' di laboratorio che gli studenti dovranno completare e presentare all'esame.

Il corso integrato comprende complessivamente:
80 ore di lezione frontale;
20 ore di esercitazioni.

Modalità di frequenza:
- Didattica teorica (lezioni e seminari): frequenza obbligatoria: 50%
- Parte pratica: frequenza obbligatoria: 90%
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Gli argomenti del corso sono trattati ampiamente nel testo di riferimento.

Il materiale utilizzato per le lezioni (presentazioni in Microsoft Power Point) è disponibile su piattaforma Moodle (https://elearning.unipd.it/scuolaamv/).

Orario di ricevimento: previo appuntamento con il Docente da prendere via e-mail.
Testi di riferimento:
  • Sjaastad O.V., Sand O., Hove K., Physiology of domestic animals. 2nd edition. Oslo, N: Scandinavian Veterinary Press., 2010. Testo di riferimento Cerca nel catalogo
  • Sjaastad O.V., Sand O., Hove K., Fisiologia degli animali domestici - Edizione italiana a cura di C. Tamanini. Milano: Casa Editrice Ambrosiana, 2013. Versione italiana del testo di riferimento
  • Swenson M.J., Reece W.O., Dukes' - Fisiologia degli animali domestici - Edizione italiana a cura di F. Chiesa. Napoli: Gruppo editoriale Idelson-Gnocchi., 2002. Testo da consultare per approfondimenti.