Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
INGEGNERIA
INGEGNERIA MECCANICA
Insegnamento
DANNEGGIAMENTO E MECCANICA DELLA FRATTURA
IN01120403, A.A. 2013/14

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2012/13

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
INGEGNERIA MECCANICA
IN0518, ordinamento 2011/12, A.A. 2013/14
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese DESCRIZIONE IN INGLESE DI DANNEGGIAMENTO E MECCANICA DELLA FRATTURA DA DEFINIRE
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Industriale (DII)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile PAOLO LAZZARIN

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
IN08112546 MECCANICA DEI MATERIALI PAOLO LAZZARIN IN0531

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Ingegneria meccanica ING-IND/14 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 03/03/2014
Fine attività didattiche 14/06/2014
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2011

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
4 anno accademico 2014/15 01/10/2014 30/09/2015 ZAPPALORTO MICHELE (Presidente)
BERTO FILIPPO (Membro Effettivo)
QUARESIMIN MARINO (Supplente)
3 anno accademico 2013/2014 01/10/2013 30/09/2014 LAZZARIN PAOLO (Presidente)
BERTO FILIPPO (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: costruzione di macchine
Conoscenze e abilita' da acquisire: Basi teoriche della meccanica della frattura e dell'intaglio
Modalita' di esame: Esame orale
Criteri di valutazione: Capacità di sintesi e di comprensione delle principali tematiche affrontate
Contenuti: Il criterio di campo della Meccanica della Frattura Lineare Elastica (MFLE). Le basi analitiche secondo Westergaard. Il parametro G secondo Griffith. Il fattore di intensificazione delle tensioni secondo Irwin. Sollecitazioni di Modo I, II e III e stati di tensione all’apice di una cricca in funzione del fattore di Modo I KI. Dalla cricca centrale su piastra infinita ai componente criccati reali: fattori di forma secondo Tada-Paris e Murakami. Tenacità a frattura KIC e parametri di influenza. Verifica statica di un componente ciccato. Limitazioni della MFLE. Vita residua di un componente criccato soggetto a fatica ad alto numero cicli, legge di Paris-Erdogan e sua integrazione analitica e numerica. Il valore di soglia KI,th. Il problema delle cricche corte. Diagramma di Kitagawa e parametro a0 di El Haddad, Topper e Smith. Il problema delle cricche corte. Il diagramma di Atzori-Lazzarin: dalle cricche agli intagli soggetti a prevalente Modo I. Estensione della Meccanica della Frattura lineare elastica ai componenti con intagli a V non raccordati. Equazioni di Williams e fattori generalizzati di intensificazione delle tensioni K1 e K2. Fatica in controllo di deformazione. Ciclo di isteresi stabilizzato. Componenti elastiche e componenti plastiche, relazione di Ramberg-Osgood. Curva di Manson-Coffin. Regola di Neuber. Criterio basato sulla densità di energia di deformazione.Fatica multiassiale. Le analisi di Gough e Pollard. Formulazione dei criteri multiassiali più comuni (Sines, Crossland). Le basi del Metodo degli elementi finiti. Matrici di rigidezza Sistema locale e sistema globale. Funzioni di forma per lelementi piani isoparametrici. Applicazioni al calcolatore con il codice ANSYS (telai, piastre intagliate e criccate).
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Didattica frontale alla lavagna e esercitazioni in laboratorio
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Dispense forntie a lezione
Testi di riferimento: