Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
INGEGNERIA
INGEGNERIA MECCANICA
Insegnamento
COSTRUZIONE DI MACCHINE 2
INL1001808, A.A. 2013/14

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2012/13

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
INGEGNERIA MECCANICA
IN0518, ordinamento 2011/12, A.A. 2013/14
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese MACHINE DESIGN 2
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Industriale (DII)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile BRUNO ATZORI

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
ALTRO Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro ING-IND/14 1.0
CARATTERIZZANTE Ingegneria meccanica ING-IND/14 8.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 72 153.0

Calendario
Inizio attività didattiche 26/09/2016
Fine attività didattiche 25/01/2014
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2011

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
10 A.A. 2018/19 01/10/2018 30/11/2019 MENEGHETTI GIOVANNI (Presidente)
CAMPAGNOLO ALBERTO (Membro Effettivo)
RICOTTA MAURO (Membro Effettivo)
PETRONE NICOLA (Supplente)
9 A.A. 2017/18 01/10/2017 30/11/2018 MENEGHETTI GIOVANNI (Presidente)
RICOTTA MAURO (Membro Effettivo)
PETRONE NICOLA (Supplente)
8 A.A. 2016/17 01/10/2016 30/11/2017 MENEGHETTI GIOVANNI (Presidente)
RICOTTA MAURO (Membro Effettivo)
PETRONE NICOLA (Supplente)
7 A.A. 2015/16 01/10/2015 30/11/2016 MENEGHETTI GIOVANNI (Presidente)
ZAPPALORTO MICHELE (Membro Effettivo)
RICOTTA MAURO (Supplente)
6 anno accademico 2014/15 01/10/2014 30/09/2015 MENEGHETTI GIOVANNI (Presidente)
ZAPPALORTO MICHELE (Membro Effettivo)
PETRONE NICOLA (Supplente)
RICOTTA MAURO (Supplente)
5 anno accademico 2013/2014 01/10/2013 30/09/2014 ATZORI BRUNO (Presidente)
RICOTTA MAURO (Membro Effettivo)
MENEGHETTI GIOVANNI (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Per seguire l'insegnamento con profitto si considerano come prerequisiti gli argomenti classicamente trattati nei corsi di Costruzione di Macchine 1
Conoscenze e abilita' da acquisire: Alla fine del corso l’allievo dovrà essere in grado di:
- applicare i fondamenti teorici del Metodo degli Elementi Finiti per strutture e componenti schematizzabili con elementi mono-, bi- e tri-dimensionali, ai casi statici, dinamici e di carico critico.
- determinare analiticamente lo stato tensionale di strutture schematizzabili come gusci spessi in condizioni di carico statico.
- determinare le frequenze proprie ed i carichi critici (instabilità e velocità critica) per strutture schematizzabili con il loro asse.
- analizzare le tensioni dovute alle vibrazioni torsionali degli alberi a gomiti.
- applicare i fondamenti di Meccanica della Frattura lineare elastica nelle verifiche per carico statico e per carico di fatica.
Modalita' di esame: Prova scritta con domande di teoria e prova orale
Criteri di valutazione: · L’esame consisterà in uno scritto (obbligatorio) ed un orale (facoltativo). La prova scritta comprenderà una parte di esercizi ed una parte di teoria, che verranno valutate separatamente. Per superare lo scritto è necessario raggiungere la sufficienza sia nella parte di esercizi sia nella parte di teoria. Il voto finale dello scritto sarà pari alla media tra il voto degli esercizi e quello della teoria.
· Nel caso che lo studente non sostenga la prova orale, il voto da registrare sarà pari al voto finale se quest’ultimo è minore o uguale a 26; il voto da registrare sarà pari a 26 nel caso in cui il voto finale sarà maggiore di 26. Nel caso che venga sostenuta la prova orale, il voto da registrare sarà pari alla media tra il voto finale ed il voto dell’orale. Scritto e orale devono essere sostenuti nello stesso appello. Si consiglia vivamente di studiare l’orale prima di preparare lo scritto.
· Nel caso di bocciatura all’orale si dovrà ripetere tutto l’esame.
Contenuti: Gli studenti, già in possesso delle basi teoriche ed applicative sui metodi di analisi delle tensioni e sulla verifica di possibili criticità in condizioni di lavoro sia statiche che dinamiche, dovranno dimostrare, al termine del corso, di aver appreso come sia possibile estenderle a situazioni complesse tipiche delle costruzioni meccaniche, utilizzando approcci sia di tipo analitico sia di tipo numerico.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni teoriche frontali seguite da esercizi svolti in aula
Eventuali indicazioni sui materiali di studio:
Testi di riferimento:
  • B. Atzori, Appunti di Costruzione di Macchine. Padova: Cortina, --. Cerca nel catalogo
  • B. Atzori, Metodi e procedimenti di calcolo nella progettazione meccanica. Bari: Laterza, --. Cerca nel catalogo
  • T.L. Anderson, Fracture Mechanics. Fundamentals and Applications. --: Taylor & Francis, --. Testo per consultazione Cerca nel catalogo
  • D. Raday, C.M. Sonsino, W. Fricke, Fatigue assessment of welded joints by local approaches. --: Woodhead Publishing in Materials, --. Testo per consultazione Cerca nel catalogo
  • L. Susmel, Multiaxial notch fatigue. --: Woodhead Publishing in Materials, --. Testo per consultazione Cerca nel catalogo