Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
LETTERE E FILOSOFIA
STORIA DELL'ARTE
Insegnamento
STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA (AVANZATO)
LEM0013608, A.A. 2012/13

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2012/13

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
STORIA DELL'ARTE
LE0609, ordinamento 2008/09, A.A. 2012/13
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese CONTEMPORARY ART HISTORY (ADVANCED)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile GIUSEPPINA DAL CANTON

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE02108160 STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA GIUSEPPINA DAL CANTON IA1862
LE16108160 STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA GIUSEPPINA DAL CANTON LE0613

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline storico - artistiche L-ART/03 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 04/03/2013
Fine attività didattiche 15/06/2013
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2008

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 2014/15 01/10/2014 20/11/2015 DAL CANTON GIUSEPPINA (Presidente)
BIANCHI GIOVANNI (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti:
Risultati di apprendimento previsti: Attraverso lo studio dell'arte in Italia fra le due guerre mondiali si intende offrire un metodo di approccio alle opere d'arte che permetta di analizzarne, a livello specialistico, il linguaggio e i significati e contemporaneamente permetta di collocarle diacronicamente entro il contesto storico e culturale nel quale sono nate. Tale analisi delle opere, oltre a consentire l'acquisizione delle principali metodologie di ricerca, si propone di fornire gli strumenti per un tipo di approccio all'arte il quale, oltre che dei dati stilistico-formali, tenga conto della committenza, degli aspetti tecnici, della tradizione critica, dei condizionamenti sociali e politici e di tutti quei fattori che entrano in gioco nella produzione e nella fruizione di opere ed eventi artistici.
Contenuti: Il corso si propone di presentare aspetti e artisti del periodo fra le due guerre mondiali in Italia, un periodo molto significativo per il rapporto fra arte e politica in quanto coincidente con gli anni del fascismo. Nello svolgimento delle lezioni si terrà conto del rapporto fra le arti visive e gli altri settori della cultura, quali la letteratura e la musica, ma anche la filosofia, le scienze e le icipienti, nuove tecnologie, senza dimenticare l'emergere dell'opposizione ideologica tra fascismo e antifascismo che nelle arti si riflette in maniera puntuale. Il panorama dell'arte italiana
verrà inoltre continuamente confrontato con quello dell'arte degli anni Venti e Trenta negli altri paesi europei e si terrà conto di artisti italiani operanti all'estero così come di alcuni artisti stranieri operanti in Italia.
Programma: 1. Il ritorno all'ordine; 2. "Valori plastici"; 3. Realismo magico e Nuova oggettività in Germania e in Italia; 4. il Novecento italiano; 5. il muralismo italiano; 6. Les Italiens de Paris; 7. il Secondo Futurismo; 8. l'Astrattismo italiano (le mostre milanesi del Milione e il gruppo di Como); 9. la Scuola romana; 10. il Chiarismo lombardo; 11. il gruppo dei Sei di Torino; 12. il gruppo di "Corrente"; 13. il Premio Cremona; 14. il Premio Bergamo.
Testi di riferimento: E. Pontiggia (a cura di), Il ritorno all'ordine. Milano: Abscondita, 2006. Essendo questo volumetto un'antologia di scritti, si raccomanda lo studio del saggio di E. Pontiggia alla fine del volume, cioè le pp. 123-185.
F. Roh, Post-Espressionismo. Realismo Magico. Problemi della nuova pittura europea. Napoli: Liguori, 2007. Si raccomanda di studiare, oltre al testo di Roh, anche la prefazione e l'introduzione al volume, scritte rispettivamente da R. Barilli e S. Cecchini. Cerca nel catalogo
M. Bontempelli, Realismo magico e altri scritti sull'arte. Milano: Abscondita, 2006. Si raccomanda di studiare da p. 27 a p.31 dei testi di Bontempelli e il saggio di E. Pontiggia "Bontempelli e gli artisti" alle pp. 125-157. Cerca nel catalogo
E. Pontiggia (a cura di), Il Novecento italiano. Milano: Abscondita, 2003. Essendo questo volumetto un'antologia di scritti, si raccomanda lo studio del saggio di E. Pontiggia alla fine del volume, cioè le pp. 159-175.
A. Negri con S. Bignami, P. Rusconi, G. Zanchetti, S. Ragionieri ( a cura di), Anni Trenta. Arti in Italia oltre il fascismo, catalogo della mostra di Firenze, Palazzo Strozzi 2012. Firenze-Milano: Giunti, 2012.
S. Bignami e P. Rusconi, Le arti e il fascismo. Firenze-Milano: Giunti, 2012. Si tratta del fascicolo allegato al n. 291, settembre 2012, della rivista "Arte e Dossier".
F. Mazzocca (a cura di), Novecento. Arte e vita in Italia tra le due guerre, catalogo della mostra di Forlì, Musei San Domenico 2013. Cinisello Balsamo: Silvana Editoriale, 2013.
Note ai testi di riferimento: I testi da studiare sono gli stessi per frequentanti e non frequentanti. A chi, durante lo svolgimento del corso, non avrà avuto modo di collaborare attivamente alla gestione delle lezioni seminariali si consiglia di approfondire almeno due artisti italiani del periodo fra le due guerre mediante monografie, cataloghi e repertori iconografici. Per un primo approccio si consigliano i fascicoli monografici di "Art e Dossier" di Giunti Editore (Firenze-Milano) e i volumi della collana "Classici dell'arte" di Rizzoli Editore (Milano).
Infine a tutti si consiglia vivamente di visitare, prima dell'inizio delle lezioni, la mostra "Anni Trenta. Arti in Italia oltre il fascismo" (Firenze, Palazzo Strozzi), aperta dal 22 settembre 2012 al 27 gennaio 2013 e la mostra "Novecento. Arte e vita in Italia tra le due guerre" (Forlì, Musei San Domenico), aperta dal 2 febbraio al 16 giugno 2013.
Metodi didattici: Lezioni supportate dalla proiezione delle immagini relative alle opere degli autori e dei movimenti di volta in volta trattati. Alla fine del corso, nelle postazioni protette della biblioteca del Dipartimento dei Beni Culturali, si potranno vedere e consultare tutte le immagini proiettate a lezione. Alle lezioni frontali della docente si affiancheranno lezioni seminariali di approfondimento di alcune parti del programma, che verranno condotte con l'attiva partecipazione degli studenti frequentanti.
Metodi di valutazione: Per frequentanti e non frequentanti esame orale sulle diverse parti del programma. L'esame è volto ad assodare quanto indicato alla voce "Risultati di apprendimento previsti".
Altro: