Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
SCIENZE POLITICHE
STUDI EUROPEI
Insegnamento
EUROPROGETTAZIONE
SPN1031023, A.A. 2012/13

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2012/13

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
STUDI EUROPEI
SP1866, ordinamento 2011/12, A.A. 2012/13
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum POLITICHE DELL'UNIONE EUROPEA [002PD]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese EUROPEAN PROJECT CYCLE MANAGEMENT
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile JOHN BAPTIST ONAMA

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
SPN1031023 EUROPROGETTAZIONE JOHN BAPTIST ONAMA SP1425

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative SPS/04 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 45 105.0

Calendario
Inizio attività didattiche 04/03/2013
Fine attività didattiche 15/06/2013
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2018/19 Ord.2013

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti:
Risultati di apprendimento previsti: L’obbiettivo didattico del corso consiste nell’aiutare gli studenti a costruire e consolidare le competenze pratiche ed interdisciplinari necessarie per l’elaborazione efficace di progetti di Sviluppo sostenibile nell’ambito Comunitario.
Di conseguenza si prospetta che al termine dell’articolata attività d’insegnamento ogni studenti abbia acquisito sufficiente familiarità con i principi basilari dello Sviluppo sostenibile nonché un soddisfacente livello di know-how nell’utilizzo degli strumenti di ideazione, elaborazione, monitoraggio e valutazione dei progetti contemplati dal approccio basato sul Quadro logico o "Logical Framework Approach" (LFA) e sul "Goal Oriented Project Planning" (GOPP).
Inoltre, gli studenti potranno apprendere le tecniche di base necessarie per la comprensione, interpretazione e partecipazione ai bandi di concorso previsti dai programmi di cofinanziamento dell’UE. A tale riguardo le attività di laboratorio incluse nel programma del corso sono parte integrante di un approccio didattico ispirato dal “Learning by doing” e mirato a fornire agli studenti un effettivo “scatola degli attrezzi” per la gestione dei progetti e contenente una gamma di competenze che va dalla capacità di elaborare una scheda del Quadro logico alla dimestichezza nella compilazione di un modulo ufficiale di domanda per un progetto facente riferimento a un bando di concorso finanziato dall’Unione Europea.
Infine, si spera che l’ampia articolazione didattica e programmatica prevista per il corso possa stimolare gli studenti a maturare autonomamente un livello di interessamento per il paradigma dello Sviluppo umano sostenibile tale da acconsentirgli di diventare loro stessi degli agenti di sviluppo partecipativo e di cittadinanza attiva europea.
Contenuti: Il programma didattico si occuperà delle strategie che sorreggono il complesso meccanismo di finanziamento europeo e affronterà direttamente i temi dello sviluppo partecipativo e della cittadinanza attiva così come vengono prospettati dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea. La parte iniziale del programma sarà perciò dedicata all’illustrazione delle principali politiche dell’Unione Europea in materia di Sviluppo sostenibile e le eventuali corrispondenti linee di finanziamento in prospettiva per il periodo 2014-2020.
Di seguito le attività di insegnamento si concentreranno sulle metodologie standard di elaborazione, implementazione, monitoraggio e valutazione dei progetti di sviluppo sostenibile nell’ambito della cooperazione interna europea, oltre a soffermarsi sui correlati criteri di accesso ai programmi di cofinanziamento e le buone pratiche sviluppate nel contesto europeo a tale riguardo.
Ciò implica che il curriculum didattico comprenderà, come parte integrante, anche delle attività di laboratorio che si baseranno su un percorso di esercitazione nell’utilizzo dello strumento 'tecnico' del Quadro Logico o "Logical Framework" (LF)e, specificamente, del "Goal-Oriented Project Planning" (GOPP).
Di seguito le attività di insegnamento si concentreranno sulle metodologie standard di elaborazione, implementazione, monitoraggio e valutazione dei progetti di sviluppo sostenibile nell’ambito della cooperazione interna europea, oltre a soffermarsi sui correlati criteri di accesso ai programmi di cofinanziamento e le buone pratiche sviluppate nel contesto europeo a tale riguardo in questi ultimi decenni.
A tale proposito l’attuale anno accademico avrà come specifico riferimento i temi inquadrati dal Programma di Apprendimento Permanente o "Lifelong Learning Programme" (LLP) che, a sua volta, si colloca all’interno della cornice costituita dall’Europe 2020, la strategia europea per una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva.
Programma: Modulo I: parte teorica
1. Nozioni introduttive sulla Cooperazione allo sviluppo;
2. Il concetto mutevole di sviluppo: uno sguardo generale sulle maggiori tendenze nelle politiche di sviluppo internazionali e sul ruolo dell’UE come attore in un contesto globalizzato;
3. Linee guide, principi e tematiche chiave nella strategia di sviluppo interno dell’Unione Europea;
4. Nuove e vecchie prospettive all’interno del quadro finanziario previsto per il settennio 2014-2020;
5. L’elaborazione dei progetti: il Ciclo del progetto e l’approccio basato sul Quadro logico;
6. L’approccio basato sul Quadro logico come metodo “non economico” di valutazione dei progetti;
7. L’analisi degli Stakeholder e un’introduzione alla gestione dei conflitti;
8. L’analisi dei bisogni e dei problemi;
9. L’analisi degli obiettivi;
10. La valutazione delle Strategie d’intervento;
11. La matrice del Quadro logico;
12. Introduzione alla programmazione delle attività (Work Plan/Packages);
13. Introduzione alla programmazione delle risorse (regole finanziarie);
14. I fattori di Sostenibilità e di Qualità;
15. Il Multilateralismo e il Consorzio progettuale Comunitario;
16. Introduzione al “Goal-Oriented Project Planning” (GOPP);
17. Una prospettiva generale del Ciclo amministrativo e dei principali passaggi procedurali relative a un progetto che partecipa a un bando di concorso (Call for Proposals) Comunitario.

Modulo II: laboratorio (lavori di gruppo)
1. Analisi di un recente bando di concorso (Call Package) del "Lifelong Learning Programme";
2. Analisi del contesto e degli Stakeholder;
3. Analisi dei bisogni ed elaborazione dell’Albero dei problemi;
4. Elaborazione dell’Albero degli obiettivi;
5. Giustificazione e definizione di una Strategia d’intervento;
6. Compilazione del matrice del Quadro logico;
7. Abbozzatura di un Consorzio progettuale multilaterale;
8. Abbozzatura di un programma delle attività (Work Plan/Packages);
9. Abbozzatura di una proposta del progetto sulla base di un modulo di domanda;
10. Presentazione e valutazione in plenaria dei risultati del lavoro dei singoli gruppi;
11. Discussione conclusiva.
Testi di riferimento: Bussi Federico, "La progettazione integrata con il metodo GOPP - Goal Oriented Project Planning". Roma: Progetto Gruppo Srl, 2007. Del manuale, disponibile solo in versione elettronica, saranno reperibili delle copie, a prezzo di riproduzione, in Via San Francesco, 140
Cassidy Natalie - Romanczyk Anna, "Guide to European Funding for the Non-profit Sector 2012 – 2013", XVIII Edition. Bruxelles: European Citizen Action Service (ECAS), 2012. Alcune copie della guida saranno disponibili, solo per consultazione, presso la Biblioteca “Ettore Anchieri” a corso avviato
Stroppiana Andrea, "Progettare in contesti difficili. Una nuova lettura del Quadro Logico". Milano: FrancoAngeli, 2009. Il testo e destinato esclusivamente all'integrazione del programma didattico destinato agli studenti non frequentanti Cerca nel catalogo
Note ai testi di riferimento: Disponibile a richiesta: Ministero degli Affari Esteri (MAE), "Manuale operativo di monitoraggio e valutazione delle iniziative di Cooperazione allo Sviluppo", 1a Edizione, DGCS-MAE, Roma, 2002.
Metodi didattici: L’insegnamento sarà attivato nel secondo semestre (seconda parte) e si svolgerà attraverso delle lezioni frontali interattive e tramite delle esercitazioni di gruppo. L'illustrazione delle tematiche trattate durante le lezioni sarà svolta attraverso l’utilizzo di diapositive e ulteriormente supportata da analisi ed esemplificazioni in forma di materiale documentale (pubblicazioni delle competenti Direzioni Generali UE, bandi di concorso, brevi dossier sui progetti già realizzati, ecc.) che sarà reso disponibile on-line o distribuito di volta in volta agli studenti.
Inoltre il docente sarà a disposizione degli studenti, durante gli orari di ricevimento predefiniti, sia per fornire chiarimenti aggiuntivi o approfondimenti sulle tematiche trattate durante le lezioni a coloro che ne avranno bisogno sia per offrire consulenza e informazione a coloro che eventualmente vorranno sostenere l’esame da non frequentatori.
Metodi di valutazione: Per i frequentanti la valutazione di profitto prevede una verifica scritta, consistente in un test con domande a risposta multipla, il cui esito concorrerà al calcolo di un voto aggregato per ogni studente e che sarà determinato anche dal percentuale di frequentazione effettiva e dal grado di partecipazione alle attività di laboratorio.
Per studenti che non potranno frequentare le lezioni, a causa di impedimenti legati al lavoro o per altri motivi giustificabili, la verifica scritta avrà un formatto combinato tra domande aperte e a risposta multipla e si svolgerà in base a una bibliografia leggermente modificata che dovrà essere necessariamente e appositamente integrata dal manuale di STROPPIANA e da alcune dispense. Copie di quest’ultimo materiale di preparazione saranno reperibili presso la Copisteria San Francesco.Infine, agli studenti verrà sempre garantita la possibilità ulteriore di integrare o migliorare oralmente i voti ottenuti all’esame scritto se lo richiederanno.
Altro: Considerata la natura multidisciplinare del corso si consiglia vivamente a tutti gli studenti di coltivare la buona abitudine di “indagare a tutto campo” sulle tematiche trattate o semplicemente toccate dal corso e, in questo senso, imparare a fare buon uso delle vaste e diversificate risorse bibliografiche e di consultazione offerte loro dalla Biblioteca “Ettore Anchieri”.