Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
LETTERE E FILOSOFIA
FILOSOFIA
Insegnamento
STORIA DELLA FILOSOFIA
LEL1005690, A.A. 2014/15

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2012/13

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
FILOSOFIA
LE0599, ordinamento 2008/09, A.A. 2014/15
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF PHILOSOPHY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile GREGORIO PIAIA

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LEL1005690 STORIA DELLA FILOSOFIA GREGORIO PIAIA LE0600

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline filosofiche M-FIL/06 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso A scelta dello studente
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2015
Fine attività didattiche 12/06/2015

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
3 Commissione 2015/16 01/10/2015 30/11/2016 PIAIA GREGORIO (Presidente)
D'ALBERTO FRANCESCA (Membro Effettivo)
FORLIVESI MARCO (Supplente)
MICHELI GIUSEPPE (Supplente)
2 Commissione 2014/15 01/10/2014 30/09/2015 PIAIA GREGORIO (Presidente)
D'ALBERTO FRANCESCA (Membro Effettivo)
FORLIVESI MARCO (Supplente)
MICHELI GIUSEPPE (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Cultura di base, quale è offerta (o dovrebbe essere offerta) dalla Scuola Media Superiore.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Conoscenza di figure e momenti significativi nella storia del pensiero.
Sviluppo della capacità di connessioni interdisciplinari, in una prospettiva di storia globale della cultura.
Modalita' di esame: Prova scritta di accertamento a metà corso (non obbligatoria e comunque riservata ai frequentanti): 10 domande, 5 righe per ogni risposta, così si evitano parole inutili.
Prova orale sulla seconda parte del corso. Gli studenti che non hanno potuto sostenere la prova scritta o che non l'hanno superata portano all'esame orale l'intero programma.
Criteri di valutazione: Conoscenza adeguata dei contenuti del corso.
Capacità espositiva.
Capacità di analisi critica dei concetti.
Contenuti: Tema del corso: "Il filosofo di fronte alla morte: dalla 'meditatio mortis' (F. Petrarca) alla lotta contro la pena di morte (G. Pelli e C. Beccaria)".
Nella ricorrenza del 250° anniversario della pubblicazione della celebre opera "Dei delitti e delle pene", il corso si propone di analizzare due atteggiamenti particolarmente emblematici che gli intellettuali hanno assunto nei confronti della morte: a) la ripresa in Francesco Petrarca, con accenti assai moderni, del tema classico della "meditazione sulla morte", in una dimensione eminentemente psicologica e spirituale; b) la riflessione etico-giuridica sulla validità e liceità della pena di morte nell'Illuminismo italiano, con riferimento a Cesare Beccaria ma anche al "discorso" di Giuseppe Pelli contro la pena capitale.
La trattazione di questi autori sarà preceduta da un adeguato inquadramento storico-culturale, vertente sulla genesi e sugli sviluppi del pensiero dell'Umanesimo e dell'Illuminismo. In tale contesto verrà messo particolarmente a fuoco l'atteggiamento verso la morte assunto da autori come Thomas More, Erasmo da Rotterdam e Jacob Brucker.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali di inquadramento storico-culturale e di analisi dei testi.
Attività facoltative: elaborazione di un "paper" e/o relazioni seminariali (singole o di piccolo gruppo) su temi attinenti al corso.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Ai fini di un inquadramento generale è opportuno utilizzare un qualsiasi manuale di storia della filosofia (in particolare le sezioni sull'Umanesimo e sull'Illuminismo). Questa raccomandazione diventa un obbligo per gli studenti che non possono frequentare regolarmente.
Testi di riferimento:
  • F. PETRARCA, Il mio segreto. Milano: Rizzoli BUR, 2002. Oppure ed. Mursia, Milano 2005 Cerca nel catalogo
  • G. PELLI, Contro la pena di morte, a cura di Ph. Audegean. Padova: CLEUP, 2014.
  • C. BECCARIA, De' delitti e delle pene. Roma: Armando, 1998. Il testo è anche disponibile in più riproduzioni in Internet. Cerca nel catalogo
  • G. PIAIA, Il "morosofo" e la morte. In margine al "Funus" erasmiano. --: --, --. Questo articolo sarà reso disponibile on line Cerca nel catalogo
  • G. PIAIA, I volti della vita in Tommaso Moro. --: --, --. Questo articolo sarà reso disponibile on line
  • G. PIAIA, Jacob Brucker, o la "morte sul campo" di un filosofo erudito. --: --, --. Questo articolo sarà reso disponibile on line