Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Economia e Scienze politiche
STUDI EUROPEI
Insegnamento
LE POLITICHE DELL'UNIONE EUROPEA (MOD. B)
SPN1037520, A.A. 2013/14

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2013/14

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
STUDI EUROPEI (Ord. 2013)
SP1866, ordinamento 2013/14, A.A. 2013/14
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum Percorso Comune
Crediti formativi 6.0
Denominazione inglese THE POLITICS OF EUROPEAN UNION
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile EKATERINA DOMORENOK SPS/04

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
SPN1037519 L'UNIONE EUROPEA: LE POLITICHE PUBBLICHE (C.I) GIORGIA NESTI

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE politico-sociale SPS/04 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 45 105.0

Calendario
Inizio attività didattiche 03/03/2014
Fine attività didattiche 14/06/2014
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2018/19 Ord.2013

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti: Si richiede agli studenti la conoscenza degli elementi di base di scienza politica, di storia dell’integrazione europea e di sistema politico dell’UE. Poiché la maggior parte dei testi utilizzati nel corso sono in lingua inglese, si richiede che lo studente sia in grado di leggere e comprendere un testo scientifico in tale lingua.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire le conoscenze necessarie per la comprensione del ciclo di policy, dei processi di governance e delle politiche dell’Unione Europea.
Al termine del corso si prevede che lo studente sia in grado di ricostruire autonomamente gli obiettivi, i principi, gli strumenti di una politica comunitaria, di analizzare criticamente le varie fasi del processo di policy-making comunitario, individuandone caratteristiche principali, attori, i loro interessi e le loro relazioni, e di comprendere l’impatto avuto dall’UE sui sistemi politici nazionali.
Modalita' di esame: L’esame avrà carattere orale sarà finalizzato ad accertare la preparazione degli studenti sui contenuti del corso.
Criteri di valutazione: Per gli studenti frequentanti la valutazione finale sarà basata, oltre che sulla conoscenza del programma e dei testi d'esame, sulla partecipazione alle lezioni e sull’esercitazione in classe.
Per gli studenti non frequentanti la valutazione finale sarà basata sulla conoscenza del programma e dei testi d'esame.

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: Nonostante il periodo di crisi politica ed economica che sta attraversando l’Unione Europea negli ultimi anni, l’impatto della regolazione e delle politiche comunitarie sulle istituzioni e politiche degli Stati membri non è affatto diminuita. Al contrario, la diffusione negli ordinamenti nazionali di regole e norme stabilite a livello europeo insieme ad una crescente espansione degli ambiti in cui l’Unione promuove obiettivi e strumenti di policy comuni incide fortemente sui modi e modelli di governance ai vari livelli territoriali. D’altro canto, si può asserire che non si tratta né di omogeneizzazione né di convergenza: la risposta agli input provenienti dall’arena politica europea cambia da stato a stato e da regione a regione.
A seguito di una ricostruzione del quadro generale di evoluzione delle politiche europee, il Corso si concentra su due ambiti: la politica di coesione e le politiche per lo sviluppo sostenibile, fornendo un’analisi approfondita dei seguenti aspetti: la filosofia generale della policy; le strategie dei vari attori. istituzionali e non, che partecipano alla formulazione e all'implementazione dei relativi obiettivi; gli strumenti di policy utilizzati e i modelli di governance auspicati ed effettivi.
Il Corso si prefigge di fornire il quadro analitico e metodologico per l’analisi delle politiche europee, prestando particolare attenzione ad alcuni elementi del policy-making quali:
1) la composizione delle arene decisionali: chi sono i principali attori, quali sono i loro interessi, secondo quali regole formali e/o informali si costruiscono le loro interazioni?
2) la natura e le fasi del processo politico decisionale: come vengono formulati gli obiettivi delle politiche europee, attraverso quali strumenti avviene la loro attuazione e come viene misurato il loro impatto?
3) i modi e i modelli di governance: come si trasformano le modalità di interazione tra i vari attori sotto l’impatto di fattori interni ed esterni; quali variabili incidono sul cambiamento istituzionale e quali condizioni favoriscono/ostacolano il processo di apprendimento?
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali, seminari tematici, lavori di gruppo.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: I materiali e le indicazioni per i lavori di gruppo saranno forniti durante il corso.
Testi di riferimento:
  • ALBERTON M., DOMORENOK E., La sfida della sostenibilità. Il governo multilivello delle risorse idriche. Padova: CEDAM, 2012. Cerca nel catalogo
  • COWLES C.,CAPORASO J, RISSE T. (EDS), Europeanization and Domestic Change. New York: Cornell University Press,, 2001. Cap. 7 "Adjusting to EU Environmental Policy: Change and Persistence of Domestic Administrations" Cerca nel catalogo
  • LEONARDI R., Cohesion Policy in the European Union. The building of Europe. London: Palgrave MacMillan, 2005. Cerca nel catalogo
  • WALLACE H., POLLACK M., YOUNG A, Policy-making in the European Union.. Oxford: Oxford University Press, 2010. Capitoli 9,10 Cerca nel catalogo