Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE DELLO SPETTACOLO E PRODUZIONE MULTIMEDIALE
Insegnamento
MUSICA PER FILM
LE01121395, A.A. 2013/14

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2013/14

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE DELLO SPETTACOLO E PRODUZIONE MULTIMEDIALE
LE0615, ordinamento 2008/09, A.A. 2013/14
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese FILM MUSIC
Dipartimento di riferimento Dipartimento dei Beni Culturali: Archeologia, Storia dell'Arte, del Cinema e della Musica (DBC)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ROBERTO CALABRETTO

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline dello spettacolo, della musica e della costruzione spaziale L-ART/07 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 03/03/2014
Fine attività didattiche 14/06/2014
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 2013/18 01/12/2017 30/11/2019 CALABRETTO ROBERTO (Presidente)
SALVATORE ROSAMARIA (Membro Effettivo)
PIVA MANLIO CELSO (Supplente)
5 2013/17 01/10/2016 30/11/2017 CALABRETTO ROBERTO (Presidente)
SALVATORE ROSAMARIA (Membro Effettivo)
PIVA MANLIO CELSO (Supplente)
4 2013/16 01/10/2015 30/09/2016 CALABRETTO ROBERTO (Presidente)
SALVATORE ROSAMARIA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Lo studente deve conoscere i fondamenti della storia del cinema ed essere preferibilmente in possesso dei requisiti di base della teoria musicale.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di analizzare le componenti sonore di un film - musica, voci e rumori - rapportandole alle immagini secondo le diverse funzioni a cui sono chiamate dal regista e dal compositore. Dovrà altresì sapersi rapportare alle diverse poetiche sonore maturate nel corso del tempo dai diversi registi e delle scuole musicali cinematografiche. Il corso, infine, permetterà allo studente di padroneggiare la storia della musica per film attraverso i suoi principali protagonisti. La conoscenza delle teorie estetiche della musica per il cinema e degli audiovisivi in genere (televisione, video e spot pubblicitario) sarà affiancata dalle diverse problematiche inerenti la realizzazione del commento sonoro (musica composta, adattata, uso dei motivi conduttori, presenze motiviche e tematiche, fenomenologia del rumore...).
Modalita' di esame: L'esame è orale e prevede, su proposta dello studente e previo consenso del docente, anche la discussione di una relazione scritta di carattere analitico.
Criteri di valutazione: La valutazione sarà rapportata al raggiungimento delle abilità e delle conoscenze previste nel programma d'insegnamento. Sarà particolarmente apprezzata la capacità dello studente di analizzare criticamente la musica per film.
Contenuti: Il programma verterà su questi argomenti:

1) Giuseppe Becce e la nascita della musica di repertorio.
I primi momenti della musica cinematografica.
Giuseppe Becce e la Kinothek.

2) Il gruppo dei Sei e il cinema.
Analisi della partitura composta da Erik Satie per Entr’acte di René Claire
Riferimenti alla colonna sonora di Arthur Honegger per Napoléon di Abel Gance.

3) Dalla musica al cinema: La Scuola di Vienna. Le partiture di Edmund Meisel.
Arnold Schoenberg e il cinema.
La Begleitmusik fuer eine Lichtspielzene op. 34 e l’adattamento cinematografico di Straub-Huillet.
Alban Berg, Lulu. La nascita di una nuova drammaturgia: il cinema all’interno del teatro musicale.
Riferimenti alle colonne sonore di Edmund Meisel per il cinema di Walter Ruttmann e Sergej Ejzenstejn.

4) Tra entusiasmi e ripensamenti: La Generazione dell’Ottanta e la musica da film.
Riferimenti alle colonne sonore di Ildebrando Pizzetti e Gian Francesco Malipiero.
Il ‘caso’ Petrassi.

5) La musica contemporanea e il cinema muto.
Rimusicare un film muto: problemi e strategie compositive.
Un caso esemplare: Il cane Andaluso di Louis Buňuel. Analisi delle partiture di Mauricio Kagel e Wolfgang Rihm.

6) Non solo Hollywood: Bernard Hermann e la scuola americana.
Bernard Hermann: dal radiodramma alla musica da film.
Analisi della colonna sonora di Psyco di Alfred Hitchcock.

7) Suoni e rumori.
La fenomenologia del rumore nel cinema sonoro.
Riferimenti al cinema di Robert Bresson e Michelangelo Antonioni.

8) Maurice Jaubert e le avanguardie francesi degli anni venti.
La musica in Francia nell’età del sonoro. Riferimenti a Joseph Kosma e il cinema di Renoir.
Maurice Jaubert e Jean Vigo. Analisi della colonna sonora de L’atalante.

9) La musica nel cinema italiano del secondo dopoguerra: Nino Rota e i suoi discepoli.
Un fortunatissimo sodalizio: Nino Rota e Federico Fellini.
Analisi della colonna sonora de La strada. La ‘musica personaggio’.

10) La musica nel cinema di Visconti.
L’utilizzo della musica preesistente.
Anton Bruckner e Giuseppe Verdi in Senso.


Un seminario sarà invece dedicato alla musica nel cinema di Michelangelo Antonioni
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le lezioni frontali saranno costantemente esemplificate con proiezioni e ascolti al fine di favorire il coinvolgimento e la partecipazione attiva degli studenti. Alcune lezioni, allo stesso tempo, avranno carattere laboratoriale con concrete esemplificazioni sulle scritture musicali in uso nel cinema.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio:
Testi di riferimento:
  • Roberto Calabretto, Lo schermo sonoro. Venezia: Marsilio, 2010. Cerca nel catalogo
  • Roberto Calabretto, Antonioni e la musica. Venezia: Marsilio, 2012. Cerca nel catalogo