Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
CONSULENTE DEL LAVORO
Insegnamento
ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO (MOD. B)
GIO2045820, A.A. 2014/15

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2013/14

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
CONSULENTE DEL LAVORO
GI0269, ordinamento 2008/09, A.A. 2014/15
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Denominazione inglese EMPLOYMENT ORGANIZATION (MOD. B)
Sito della struttura didattica http://www.giurisprudenza.unipd.it
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Privato e Critica del Diritto (DDPCD)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile GIUSEPPE FAVRETTO

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
GIO2045819 ECONOMIA D'IMPRESA E ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO (C.I.) GIOVANNI CORAN

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative SECS-P/10 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 22/09/2014
Fine attività didattiche 20/12/2014
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2008

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti:
Conoscenze e abilita' da acquisire: ECONOMIA D'IMPRESA

Obiettivi formativi
Nella prima parte il corso intende offrire concetti, modelli e teorie utili per descrivere ed interpretare il funzionamento delle aziende ed il loro comportamento competitivo.
Una adeguata rilevanza viene data al requisito dell'economicità che ciascuna azienda deve rispettare per perseguire durevolmente ed in autonomia le proprie finalità.
La seconda parte del corso è volta a fornire allo studente delle conoscenze di base sul bilancio di esercizio che rappresenta uno degli strumenti cardine per la rappresentazione e valutazione dell'economicità.

Risultati dell'apprendimento previsti
Al superamento della prova gli studenti dovranno aver acquisito i principi generali della gestione, organizzazione e rilevazione delle imprese, il modello concettuale di analisi dell'economicità nonché i criteri di base per la formazione del bilancio di esercizio.

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

Obiettivi formativi
Il corso intende offrire agli studenti una lettura dei principali modelli organizzativi che sono stati applicati in passato e che vengono ancora oggi applicati dalle aziende in vari contesti di attività. Più in particolare, il corso approfondirà le teorie e i modelli di management delle Risorse Umane. Un'attenzione particolare verrà offerta all'analisi delle disfunzioni organizzative: stress, mobbing, ecc. in riferimento al D.lgs 81/2008. L'approfondimento teorico verrà completato da una parte applicativa dedicata all'analisi di case study, allo scopo di consentire agli studenti la verifica fattuale delle relazioni tra le disfunzioni organizzative e il mobbing in azienda.

Risultati dell'apprendimento previsti
Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding. I laureati devono conseguire tutte le conoscenze teoriche e pratiche rilevanti ai fini dell'analisi e della comprensione dei principali modelli di organizzazione del lavoro applicati alle aziende nei vari contesti di attività; in particolare, le teorie e i modelli di management delle Risorse Umane funzionali ad una fruizione più efficiente ed efficace del lavoro umano.
Modalita' di esame: ECONOMIA DI IMPRESA
L'esame è costituito da una prova scritta.
Sono previste domande volte a verificare le conoscenze teoriche acquisite e uno o più esercizi sui temi trattati durante il corso.

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO
L'esame consiste in due parti: una scritta sul manuale istituzionale (A). La prova è formata da un questionario di profitto a scelta multipla, il cui risultato (in 15esimi) sarà sommato al voto (in 15esimi) ottenuto nella prova orale preparando un testo tra quelli a scelta (B). La prova scritta dura mezz'ora. Le due prove sono tra loro indipendenti e possono essere sostenute in appelli diversi (È possibile affrontare prima la prova scritta e poi quella orale o VICEVERSA). Il non superamento di una parte non preclude la possibilità di affrontare l'altra parte (anche nella stessa sessione e nello stesso appello. Le due parti devono comunque essere superate entro un anno solare (es. da una sessione invernale alla successiva sessione invernale dell'anno dopo).

PER IL CORSO INTEGRATO
Per entrambi i corsi gli appelli sono 6 (2 per ogni sessione di esame).
Il voto del corso integrato può essere registrato quando vengono superate le prove di entrambi i corsi, al massimo entro un anno solare l'una dall'altra (es. da una sessione invernale alla successiva sessione invernale dell'anno dopo). Quest'ultima regola è tassativa per gli studenti iscritti al corso a partire dall'anno accademico 2014-15.
La registrazione del voto per il corso integrato viene effettuata dal docente di Economia d’Impresa in date ufficiali pubblicate sul portale del Corso di Laurea.
Criteri di valutazione: La prova d'esame sarà valutata in base ai seguenti criteri: conoscenza delle nozioni fondamentali della materia; capacità di collegare le nozioni; precisione ed appropriatezza dell'esposizione; abilità a risolvere gli eventuali esercizi.
Il voto del corso integrato sarà ottenuto attraverso il calcolo della media dei voti dei due moduli.

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: Il programma del corso, in dettaglio, prevede i seguenti step:
STEP 1
Teoria dell'organizzazione:
- la questione organizzativa: definizioni e problemi;
- il modello di Mintzberg;
- l'analisi organizzativa attraverso i modelli Person/Environment
STEP 2
Organizzazione del lavoro e tecnologie:
- gli archetipi delle organizzazioni moderne;
- il ciclo tecnologico: il modello di Rohmert e Luczak;
- organizzazione, scienza e tecnologia
STEP 3
Il razionalismo organizzativo:
- modelli di organizzazione classica (Weber, Fayol, ecc.);
- critiche: Merton e Gouldner;
- l'organizzazione scientifica del lavoro (Taylor, Ford, i coniugi Gilbreth, ecc.)
STEP 4
La scoperta dell'umano:
- la crisi dei modelli classici (MŸnsterberg e la Psicotecnica, i pre-ergonomi, ecc.);
- la scoperta dell'uomo sociale nelle organizzazioni (Mayo);
- il comportamento organizzativo: il gruppo e l'efficienza lavorativa (Bass, Lewin, Likert,
ecc.);
- la motivazione lavorativa e la scuola delle Risorse umane (McGregor, Herzberg, ecc.);
- Herbert Simon - La teoria della razionalità limitata
STEP 5
Le patologie organizzative:
- lo stress
- la lettura dei fenomeni organizzativi come fenomeni relazionali
- il bullismo/mobbing ed il burnout
- correlazioni fra stress e bullismo
- management scorecard, alignement and compensation
- la categoria bullismo/mobbing
- il mobbing tra teoria e pratica applicativa: analisi di alcuni case study.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Ogni cfu corrisponde a un carico didattico di 8 ore di attività frontale (lezione o seminario) da svolgersi in aula.
Eventuali esercitazioni potranno essere offerte previa valutazione del docente.
Oltre all'attività di tutorato di Facoltà, non sono previste altre specifiche attività di supporto alla didattica.
Non è prevista alcuna attività formativa a distanza.
Il corso si svolgerà attraverso lezioni frontali, supportate dalla proiezione di slide di approfondimento dedicate alle diverse tematiche affrontate. Alla parte teorica verrà affiancata una parte più prettamente applicativa dedicata all'analisi guidata di case study dedicati al mobbing come disfunzione organizzativa.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Testi di riferimento (Frequentanti e non frequentanti):
A)Parte SCRITTA:
- Favretto G. (2010) "Organizzazione del lavoro per lo sviluppo delle risorse umane", QuiEdit, Verona.

B)Parte ORALE(Un testo a scelta tra i due seguenti):
- Favretto G. (2005) "Le forme del mobbing", Raffaello Cortina Editore, Milano.
- Cubico S., Favretto G.(2012) Giovani imprenditori: competenze e orientamenti, Quiedit, Verona.

Testi alternativi per la parte ORALE(da concordare con il docente):
Falcone N., Monea P., Mordenti M. (2002), Le risorse umane negli Enti Locali, Progetto Ente locale, Maggioli Editore, Rimini.
Favretto G. (a cura di) (2002), Il cliente nella sanità, Franco Angeli, Milano.
Maeran R. (2003), Gestione delle risorse umane nelle organizzazioni, LED, Milano.
Maggi B. (a cura di) (2000), Le sfide organizzative di fine e inizio secolo. Tra post fordismo e deregolazione, Etas, Milano.
Schein E. H. (1992), Lezioni di consulenza, Raffaello
Testi di riferimento:
  • Favretto G., Organizzazione del lavoro per lo sviluppo delle risorse umaen. Verona: QuiEdit, 2010.
  • Favretto G., Le Forme del Mobbing. Milano: Cortina, 2005. Cerca nel catalogo
  • Cubico S. Favretto G, Giovani imprenditori: competenze e orientamenti nel Veneto. Verona: QuiEdit, 2012.