Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze
INFORMATICA
Insegnamento
INGEGNERIA DEL SOFTWARE (MOD. A)
SCM0018143, A.A. 2015/16

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2013/14

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
INFORMATICA
SC1167, ordinamento 2011/12, A.A. 2015/16
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese SOFTWARE ENGINEERING (MOD. A)
Sito della struttura didattica http://informatica.scienze.unipd.it/2015/laurea
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Matematica
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile TULLIO VARDANEGA INF/01

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
SCM0018142 INGEGNERIA DEL SOFTWARE TULLIO VARDANEGA

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline Informatiche INF/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Annuale
Anno di corso III Anno

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
ESERCITAZIONE 1.0 8 17.0
LEZIONE 5.0 40 85.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2015
Fine attività didattiche 15/06/2016
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2011

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti: L'insegnamento assume e richiede familiarità con i principali linguaggi e tecniche di programmazione presentati nel triennio (C, C++; programmazione imperativa e a oggetti), e con le funzionalità fondamentali delle base di dati e delle più comuni tecnologie basate su SQL.
La criticità di tali conoscenze preliminari è elevata al punto da formare vincolo di propedeuticità per gli insegnamenti Programmazione a oggetti e Basi di dati.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Operando in stretto coordinamento con il modulo B dello stesso insegnamento, il corso si propone di erogare la formazione essenziale che consenta agli studenti di aspirare al ruolo professionale di "software engineer". La formazione sarà erogata sia sul piano teorico-fondazionale che su quello pratico-esperienziale, tramite lo svolgimento di un impegnativo progetto di gruppo attraverso tutte le fasi principali del suo ciclo di vita, dalla risposta a una gara di appalto fino alla revisione di accettazione e collaudo.
Modalita' di esame: L'esame finale si tiene alla fine del modulo B del corso e consta di una prova scritta individuale che incide per il 40% della valutazione finale. Il rimanente 60% della valutazione risulta dalla media di voto conseguita in revisioni intermedie di progetto sostenute dal gruppo di appartenenza dello studente (da gara di appalto a collaudo).
Criteri di valutazione: Lo scritto individuale consiste di 3 domande pratiche di tipo “problem solving” e 3 domande teoriche che mirano a valutare il livello complessivo di apprendimento raggiunto dallo studente delle nozioni impartite durante il corso. Le attività di progetto didattico, svolte in gruppi, e sviluppate nell’arco di un periodo ampio da un minimo di un trimestre a un massimo di un semestre, consentono di verificare la maturazione individuale degli studenti in relazione alle problematiche tecniche, gestionali e relazionali proprie delle competenze richieste a un software engineer.

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: - Genesi e obiettivi del software engineering. Ciclo di vita del software e processi di ciclo di vita.
- Gestione di progetto: pianificazione, analisi e mitigazione dei rischi, gestione del tempo e delle risorse.
- Amministrazione di progetto: pianificazione, installazione e manutenzione dell’infrastruttura tecnica di supporto al lavoro di progetto, sia per la parte di gestione che per quella di sviluppo.
- Elementi di UML: diagrammi dei casi d’uso; diagrammi delle classi e dei package; diagrammi di attività e di sequenza.
- Metodi di sviluppo consapevole: come la programmazione deve essere conseguenza di analisi e progettazione; come contenere i costi di verifica.
- Obiettivi e tecniche di verifica e di validazione.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L'attività formativa del modulo A si svolge prevalentemente mediante una serie di lezioni d'aula nelle quali vengono illustrate le principali aree di conoscenza della disciplina del software engineering. Tali lezioni sono accompagnate da attività di esercitazione, inizialmente a volte in aula, alla presenza del docente, e successivamente svolte in autonomia dagli studenti, incentrate sulla esplorazione pratica di alcune delle problematiche illustrate a lezione.
Nel corso del trimestre il docente pubblica un bando di appalto formale per lo svolgimento di alcune tipologie di progetto software. Il bando prevede condizioni tecniche, temporali ed economiche. Gli studenti sono chiamati a costituirsi in gruppo di progetto ("impresa virtuale") e formulare una proposta per la partecipazione alla gara di appalto. Il trimestre si chiude con la valutazione e selezione delle proposte e la formalizzazione dei conseguenti impegni contrattuali per i gruppi partecipanti. La transizione tra il modulo A e il modulo B viene sancita con una revisione formale delle proposte di progetto preparate dagli studenti costituitisi in gruppo. L'esito di tale revisione formale produce punteggio per la valutazione finale.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Il docente pubblica regolarmente tutte le diapositive utilizzate a lezione e anche materiale supplementare utile per l'approfondimento dei temi trattati in aula.
Testi di riferimento:
  • Ian Sommerville, Software Engineering. --: Pearson Education | Addison-Wesley, 2010. Cerca nel catalogo
  • E. Gamma, R. Helm, R. Johnson, J. Vlissides, Design Patterns. --: Pearson Education | Addison-Wesley, 1994. Cerca nel catalogo